Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Marketing sportivo: il connubio tra calcio e compagnie aeree del Golfo

marketing sportivo

Marketing sportivo: il marketing nel calcio parla “arabo”

Nel calcio i nomi degli sponsor sulle maglie, che le squadre indossano ad ogni partita, non sono un dettaglio, ma un’opportunitá per associare il proprio brand a tutto ciò che rappresenta la squadra di calcio in questione e stabilire una solida base di consumatori. Il calcio da sempre rappresenta una componente molto rilevante nella gamma di sponsorizzazioni e la presenza delle compagnie aeree nel mercato calcistico ha assunto ormai proporzioni notevoli, brandizzando non solo le divise ma anche gli stadi. Insomma si tratta di un vero boom di sponsorizzazioni tra i cieli calcistici.

Qatar Airways nuovo sponsor della Roma ed esordio contro il Liverpool

Dopo cinque stagione consecutive in cui la Roma scendeva in campo con le divise immacolate e poche ore prima della semifinale della Champions di andata a Liverpool nello storico Anfield Road, il brand giallorosso ha sigillato il più importante accordo di sponsorizzazione della sua storia con l’ex partner del Barça, ovvero Qatar Airways. L’annuncio è stato dato via Twitter dal profilo ufficiale della Roma. Si tratta di una  partnership tra due grandi brand con ambizioni di portata globale, nonchè il settimo sponsor nei 91 anni di storia del club capitolino. Il logo della compagnia aerea qatariota in qualità di Main Global Partner che compare sulla jersey giallorossa rimpingua le casse del brand di James Pallotta di 12-15 milioni di Euro più bonus a stagione fino al 2020/21.

Da quando Qatar Airways ha acquistato il 49% di AQA Holding (società che controlla Meridiana Fly) e la compagnia sarda cambia pelle e rinasce come Air Italy, l’interesse di sponsorizzare una squadra italiana era altissimo. Attraverso questa partnership Qatar Airways realizzerà pacchetti ad hoc per i tifosi, che includono la possibilità di assistere alle partite della Roma e visitare la capitale italiana.

                                                           Fonte: Twitter/As Roma

Bayern München e l’accordo da più di 50 milioni Euro con Qatar Airways

La compagnia aerea di Doha è entrata anche prepotentemente nella Bundesliga sferrando un duro colpo alla Lufthansa, strappandogli la sponsorizzazione dopo ben 16 anni di uno dei top club europei per eccellenza, il FC Bayern München. Qatar Airways sarà infatti uno dei suoi platinum partner insieme ad Adidas, Telekom, Audi e Allianz. L’accordo quinquennale è del valore di 50 milioni Euro e prevede che il logo della compagnia aerea appaia sulle maniche della maglia del brand bavarese dal 1° di luglio 2018 fino al 2023, visto che l’attuale partnership con Lufthansa scade come concordato il 30 giugno 2018. La compagnia aerea tedesca sarebbe voluta rimanere partner del Bayern, come ha comunicato via Twitter con un post molto sarcastico e virale, ma visto che il management bavarese intende espandere i legami commerciali nel piccolo e ricco stato del Golfo, ha preferito dare il ben servito all’elegante Gru tedesca.

Fonte: Bayern München

 

Fly Emirates: lo sponsor emiro sulle maglie da calcio più presente al mondo

L’Arsenal in Premier, Amburgo nella Bundesliga, Real Madrid nella Liga, Paris Saint Germain nella Ligue 1, Milan in Serie A e ancora il Benfica in Primeira Liga sono i brand calcistici che fanno parte dell’espansione commerciale di Fly Emirates, la compagnia con sede ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti.

Il contratto record di 45 milioni di Euro annui, recentemente rinnovato, è quello che lega il colosso di Abu Dhabi ai Gunners fino alla fine della stagione 2023/2024. In base a questo nuovo accordo, il logo Emirates sarà presente anche sulle magliette e sul kit di allenamento di tutte le squadre dell’Arsenal. Si tratta della più grande partnership mai siglata dal brand londinese, iniziata nel 2006. La compagnia aerea svolge un ruolo significativo nelle  ambizioni di estendere l’influenza dei Gunners sul mercato globale del calcio. L’accordo milionario prevede che l’Arsenal utilizzi gli aerei della compagnia aerea durante i suoi tour pre-stagionali, mentre Emirates mantenga i diritti di marketing per sviluppare campagne e iniziative in tutto il mondo. Infine lo stadio dell’Arsenal continuerà ad essere conosciuto come Emirates Stadium fino al 2028, come parte dell’estensione concordata nel 2012.

Anche la sponsorizzazione delle maglie del Real Madrid, marcate Emirates, è stata rinnovata fino al termine della stagione 2021-2022, che consente ai campioni d’Europa in carica di incassare circa 70 milioni di Euro ogni anno. Nonostante la crisi tra gli Emirati Arabi Uniti e il Qatar, proprietario del Paris Saint Germain, Emirates non vede alcun motivo per recedere dal contratto di sponsor della maglia del PSG di 25 milioni di Euro all’anno e che scade alla fine della stagione 2018-2019.

Il Milan rappresenta un asset importante per la compagnia aerea, visto che la città di Milano ha ormai superato Roma in termini di flussi turistici provenienti dall’area del Golfo e si è posizionata a livello internazionale come la destinazione turistica per lo shopping del lusso Made in Italy per antonomasia. Emirates  ha deciso di proseguire la partnership con il Milan, rinnovata nel dicembre 2014 fino al 30 giugno 2020 per un importo pari a 17 milioni di Euro più premi, erogati in funzione del raggiungimento di specifici risultanti sportivi a stagione.

L’accordo commerciale tra HSV Amburgo ed Emirates porta invece nelle casse della società anseatica ben 7,5 milioni di Euro all’anno. Questa collaborazione, attiva dal 2006 con scadenza nel giugno 2019, rappresenta non solo la più lunga nella storia del club, ma la più remunerativa. La più nota squadra di calcio portoghese, ovvero il Benfica, incassa minimo 8 milioni di Euro all’anno fino alla fine della stagione 2017/2018 dalla compagnia aerea, che gli garantisce vari bonus legati ai risultati del marketing e del merchandising. Come ben si può notare, Emirates è uno dei Top Institutional Sponsor legati al calcio.

La sponsorizzazione nel calcio di Etihad Airways

Non è una novità l’interesse di un altro colosso dell’aviazione commerciale per il calcio e il mondo del marketing sportivo. Nel 2009 la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti avvia un sodalizio proficuo da 460 milioni di Euro con il Manchester City. Questa partnership, qualora le parti non rinnovassero il contratto (molto improbabile), si chiuderà nel 2021. L’accordo con Etihad comprende anche (oltre alla sponsorizzazione della maglia) il naming rights del bellissimo stadio del City, che appunto prende il nome del carrier emiratino e il sostegno finanziario per il Campus Etihad, una vasta area di terreno intorno allo stadio con il villaggio dei tifosi e il nuovo centro di formazione e scienza dello sport. In questi giorni Etihad Airways ha parecchi motivi per festeggiare, visto che il Manchester City ha conquistato il suo quinto titolo di campione della Premier League. Anche le sponsorizzazioni con Melbourne City della A-Leaguee e con New York City della MLS fanno parte di quella strategia utile ad aumentare la riconoscibilità del brand Etihad e del City Football Group, che appartiene all’Abu Dhabi United Group.

  Fonte: City Football Group

Dunque la maglia di una squadra di calcio rappresenta una forte identità per il tifoso e quindi il mercato della jersey sponsorship fa parte di un campionato “particolare” in cui i colossi delle compagnie aeree dell’area del Golfo si scontrano a colpi di milioni di Euro e strategie di marketing sportivo.

Qatar Airways, Emirates e Etihad Airways fanno aumentare progressivamente le vendite delle maglie calcistiche nei vari aeroporti del mondo e quindi fanno crescere il marketing nel calcio in maniera preponderante con le loro strategie di merchandising.

Insomma, il calcio parla sempre più arabo e nei cieli si viaggia a suon di gol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *