Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

SEO per PMI: continuano le raccomandazioni della nostra Cristina

Parliamo oggi di Local SEO e Authority Building per posizionare in prima pagina su Google la vostra azienda.

seo per pmi

SEO per PMI: la seconda parte della nostra mini-guida

Dopo aver visto alcuni consigli generali per fare SEO per PMI, continuiamo oggi ad approfondire l’argomento parlandovi in particolare di Local SEO e Authority Building. Vediamo di cosa si tratta.

Per Local SEO si intende una branca della SEO tradizionale che ha l’obiettivo di aiutare le realtà locali a posizionarsi online e si focalizza principalmente su due fattori: Google My Business e le citazioni.

Vediamo subito come utilizzare questi strumenti così importanti.

Gli strumenti per fare Local SEO nelle PMI

Google My Business

E’ una pagina di Google che dà informazioni sull’azienda e aiuta a migliorare la visibilità, non solo tra i risultati di ricerca ma anche su Google Maps oltre a permettere di dare all’utente, in modo chiaro e immediato, tutte le informazioni più rilevanti sull’azienda: dal tipo di attività agli orari di apertura, dai contatti al sito web fino ad arrivare alle foto.

Altre caratteristiche della piattaforma sono la possibilità di includere post, ricevere recensioni e messaggi dagli utenti proprio come se fosse un vero sito mono-pagina per iniziare a sponsorizzare l’azienda online.

Citazioni

Le citazioni sono il nominare nome, indirizzo e telefono della PMI e alcune di queste contengono link al sito web aziendale e altre no. Possono comparire sulle directory, su altri siti, sui social media, sulle applicazioni e hanno un effetto importante sul posizionamento tra i risultati locali della ricerca dell’utente.

Un buon modo per individuare le liste di directory in grado di aiutare l’attività SEO è cercarle su Google e Bing inserendo le keyword principali e la presenza della PMI su tali strumenti aiuterà i consumatori a trovare più facilmente l’azienda.

E’ però fondamentale inserire il brand nella categoria di business corretta e dare tutte le informazioni principali  che includono le keyword, i servizi e la sede.

L’Authority Building

I link e l’attività di authority building sono invece quelle più complesse per chi fa SEO e ancora oggi Google e gli altri motori di ricerca si basano proprio sui link per assegnare la giusta autorevolezza di siti e pagine web. Eppure nel caso delle PMI locali è solo uno dei tanti fattori, accanto alla vicinanza dell’utente che effettua la ricerca.

Tra i link che si possono inserire online abbiamo:

  • Link di partner e fornitori;
  • Link di sponsor e associazioni locali;
  • Link in siti di aziende rilevanti attraverso guest post;
  • Link da attività di influencer marketing, con testimonial selezionati dal brand;

Le strategie per aumentare l’autorevolezza del sito e fare link building (clicca qui per conoscere 82 consigli per il 2018 dati per voi dal nostro Francesco) sono veramente tante e si possono realizzare anche pagine con link a risorse importanti per il settore o siti famosi. Posizionare il proprio link sulla pagina di altre aziende aumenterà il valore del sito della PMI e il modo migliore per farlo è quello di offrire contenuti che attirino i visitatori.

Conclusioni

Fare SEO per PMI non è semplice per nessuno, soprattutto in un mercato affollato come quello attuale ed è difficile individuare immediatamente quelle strategie che potranno avere successo. Fare SEO richiede tempo e risorse e consigliamo quindi di partire dalle basi indicate nella prima parte di questo post per poi aggiungere man mano le altre attività e ottenere il massimo risutato con il minimo sforzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *