Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Matrice di Ansoff: cos’è e perchè è importante conoscerla

matrice di ansoff

L’analisi della Matrice di Ansoff nel post di Pop Up

Per il nostro consueto appuntamento con le teorie di marketing, dopo aver analizzato come si sviluppa un piano di marketing strategico e cosa si intende per marketing mix, oggi è la volta di scoprire insieme la famosa Matrice di Ansoff, spiegandovi cos’è e perchè è importante nel marketing moderno.

Matrice di Ansoff: che cos’è

Cos’è la Matrice di Ansoff?

La matrice di Ansoff, chiamata anche matrice prodotto-mercato, è uno strumento di marketing ideato dal matematico americano ma di origine russa, Igor Ansoff.

Questo modello è utilizzato dall’azienda per avere il quadro completo di quali possano essere le possibili strategie utili a incrementare le potenzialità del proprio business, mediante l’analisi e l’intersecazione di due elementi fondamentali per qualunque impresa:

  • Prodotto;
  • Mercato;

I prodotti possono dividersi in:

  • prodotti esistenti;
  • nuovi prodotti;

I mercati invece possono differenziarsi in due tipologie:

  • mercati esistenti;
  • nuovi mercati;

Mediante l’intersecazione dei quattro elementi sopra citati, possiamo avere più chiaro il quadro delle strategie adottabili dall’azienda e delle opportunità che si evidenziano dallo studio dei mercati e dei prodotti.

Matrice di Ansoff: spiegazione

Nello specifico, è possibile individuare quattro possibili strade da percorrere per un’azienda.

Penetrazione del Mercato

Penetrazione del Mercato/Market penetration (intersezione di prodotto esistente con mercato esistente), si applica quando un’impresa decide di continuare a produrre per lo stesso mercato la stessa tipologia di prodotto. L’obiettivo quindi in questo caso è aumentare la propria quota di mercato per acquisire più clienti, tagliando fuori i competitor.

Come?

Solitamente mediante politiche di prezzo concorrenziali e campagne di comunicazione aggressive, volte ad acquisire sempre nuovi clienti e toglierli alla concorrenza. Questa strategia di mercato 9 volte su 10 non è sostenibile nel lungo periodo, visto che il fattore di competizione per un’impresa si basa solo sul prezzo.

matrice di ansoff

Sviluppo del prodotto

Sviluppo del prodotto/Product development (intersezione tra prodotto nuovo e mercato esistente), dove in questo caso un’impresa che opera in un certo mercato, cerca di aumentare le proprie quote e conquistare più clienti, sviluppando prodotti diversi da quelli tradizionali. Esempio nel settore della ristorazione, dove individuato un target, si cerca di offrire ad esso un menù sempre diverso, così da convincere il cliente a tornare.

ansoff

Sviluppo di un nuovo mercato

Sviluppo di un nuovo mercato/Market development (intersezione tra prodotto esistente e nuovo mercato), in questo caso si pone, come obiettivo, l’individuazione di un nuovo mercato per uno stesso prodotto, mediante strategie a livello geografico o di settore.

Esempio: succo di frutta (che ha un determinato target) che oltre che buono diviene salutista, andando a interessare quindi il nuovo target degli sportivi oltre che delle massaie, oppure ampliare la produzione su nuovi mercati geografici producendo non più solo per l’Italia, ma anche ad esempio per il mercato spagnolo (cercando ovviamente di adattarsi ad un target di clienti che ha cultura e modo di pensare diverso dal nostro);

mercato succhi di frutta

Diversificazione

Diversificazione/Diversification (intersezione di nuovo mercato con nuovo prodotto), si ha quando decidiamo di produrre un nuovo prodotto/linea di prodotti per un mercato totalmente diverso. Questa strategia si caratterizza di solito per elevati investimenti ed elevato rischio, ma è quella che può produrre i risultati migliori. La più famosa in questo caso è chiamata “Oceano Blu”, che consente di posizionarsi in una nicchia di mercato talmente specifica e specializzata da allontanarsi dalla concorrenza, offrendo qualcosa che non incontra competizione sul mercato, garantendo un allontanamento dall’Oceano Rosso, dove invece troviamo “gli squali”, rappresentati dagli altri competitor che nuotano nelle nostre stesse acque;

Vista nella sua interezza, la Matrice di Ansoff, è così riepilogabile:

matrice di ansoff

Igor Ansoff: chi è lo studioso che si cela dietro questa famosa matrice

Il creatore della Matrice di Ansoff è lo studioso e matematico americano ma di origini russe, Igor Ansoff.

Nato a Vladivostok, nella Russia asiatica nel 1918, durante la sua giovinezza, Igor emigrò con la famiglia negli Stati Uniti dove completò con successo i suoi studi presso la Stuyvesant High School di New York nel 1937.

Successivamente riuscì a conseguire una Laurea in Ingegneria presso la Stevens Institute of Technology di Hoboken, New Jersey.

Successivamente riuscì a ricevere il Master in Scienze grazie alla sua tesi sulla dinamica dei corpi rigidi.

Dopo gli studi, rimase nell’ambito accademico conseguendo un Dottorato di Ricerca in Teoria matematica.

Fu professore alla United States International University per circa 17 anni, dove affinò il suo lavoro in Economia Aziendale e Management, producendo interessanti lavori e ricerche sul Management Strategico.

Le ricerche più importanti condotte da Igor Ansoff riguardano:

  • Real-time Strategic Management;
  • Concetto di turbolenza ambientale;
  • Paradigma al contingente successo strategico;

Lo si ricorda anche come Professore di Economia e Management presso la Stockholm School of Economics, una delle più importanti in Europa.

Tra le opere accademiche più importanti realizzate da Igor Ansoff vi sono:

  • Corporate Strategy (1965);
  • Strategic Management (1982);

Ansoff si è spento il 14 luglio del 2002 a San Diego, California, dove insegnava alla locale università, in seguito a delle complicazioni per una polmonite.

Continuerà comunque per sempre a vivere grazie alle teorie che ha sviluppato in ambito economico, come appunto la matrice che porta il suo nome.

igor ansoff

 

Il nostro appuntamento con le teorie di marketing termina qui. Alla prossima da Pop Up Magazine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *