Google News: l’aggiornamento sui contenuti da mostrare in piattaforma

0
259
google news showcase
Fonte: Google

Google News: l’aggiornamento sui contenuti da mostrare in piattaforma con più spazio ai contenuti non AMP e addio alle letture dei post in app

Google News è la famosa applicazione del motore di ricerca americano, in grado di aggregare tutte le notizie provenienti dal mondo in un unico luogo. Ma da oggi qualcosa inizia a cambiare per gli editori che hanno iscritto i propri portali in piattaforma. Con una mail arrivata agli editori nei giorni scorsi, il brand ha annunciato una serie di cambiamenti importanti, che andranno ad impattare il modo in cui l’utente e l’editore stesso interagiscono con il servizio.

La mail recita così:

Un saluto da Google,

All’inizio di quest’anno abbiamo annunciato un aumento dei contenuti web non AMP in Google News nell’ambito dell’aggiornamento dell’esperienza sulle pagine. Pertanto nelle prossime settimane il supporto dei contenuti web nell’app Google News risulterà migliorato e verranno mostrati con maggior regolarità contenuti web sia AMP che non AMP di siti di tutto il mondo. Non è richiesto alcun intervento da parte tua per abilitare questa modifica.

A seguito di questa modifica non mostreremo più direttamente nell’app Google News il testo degli articoli presenti nei feed RSS, ma indirizzeremo i lettori alle pagine web degli editori. Di conseguenza, e per contribuire a semplificare la gestione dei contenuti in Google News, rimuoveremo le funzionalità del Centro editori relative al rendering degli articoli nei feed. Sono inclusi gli ID monitoraggio personalizzati di Analytics e i pixel di monitoraggio di terze parti usati per monitorare le letture in-app, nonché gli stili RSS personalizzati e gli annunci per feed.

Potrai continuare a monitorare e misurare tutto il tuo traffico di Google News usando gli strumenti di analisi che hai implementato sul tuo sito web. Anche i report sul rendimento di Google News in Search Console rimarranno invariati.

Rimuoveremo queste funzionalità dal Centro editori all’inizio di novembre e ti ricontatteremo entro la fine dell’anno per ricordarti di questa modifica.

Cosa cambia nello specifico dopo questo aggiornamento?

Prima di tutto il formato delle news: in passato venivano preferiti contenuti proposti dai siti in AMP, per migliorare l’esperienza utente grazie ad una maggiore velocità di caricamento delle pagine. Da oggi saranno proposti invece anche contenuti non AMP ma provenienti da fonti autorevoli, per migliorare senz’altro l’esperienza utente, ma dando spazio maggiore ai contenuti di qualità.

Questa scelta potrebbe rappresentare l’inizio della fine per AMP?

Alcuni sembrano concordare su questo, per altri invece si tratterebbe di altre motivazioni alla base della decisione. Staremo a vedere!

Altro cambiamento importante riguarda il re-indirizzamento al post originale e quindi l’impossibilità di leggere la notizia direttamente in app. Un punto segnato dagli editori che in questo modo potranno aumentare le proprie entrate pubblicitarie, poiché gli utenti atterreranno sulla pagina dell’editore. Allo stesso tempo quindi rimuoverà le funzionalità del Centro editori relative al rendering degli articoli nei feed RSS, che non serviranno più.

Per monitorare i risultati dei propri post in Google News basterà da oggi solo il servizio Search Console, quindi addio agli ID monitoraggio personalizzati di Analytics e i pixel di monitoraggio di terze parti.

Le nuove funzionalità entreranno in vigore definitivamente il prossimo novembre, durante il quale ci aspettiamo anche un nuovo update di Google.

Staremo a vedere cosa accadrà ai nostri progetti editoriali. Alla prossima da Pop Up!