Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Deadpool fa rinascere Blockbuster a Londra

Deadpool fa rinascere Blockbuster: l’iniziativa di Unconventional Marketing a Londra

Vi ricordate quando ancora tutti quanti noi uscivamo di casa per andare al Blockbuster più vicino a comprare o noleggiare un dvd? Sembrano passati secoli ma sono certa che tutti quanti noi se potessimo rivivere quell’emozione ne saremmo più che felici. Nasce proprio da questa convinzione, una delle iniziative più originali e particolari messe in piedi da Twentieth Century Fox Home Entertainment per il lancio del dvd di Deadpool 2: Deadpool fa  infatti rinascere Blockbuster!

Deadpool fa rinascere BlockbusterProprio così. Per l’uscita della versione dvd del secondo capitolo sul più irriverente dei super eroi, l’agenzia di comunicazione Premier, incaricata da 21th Century Fox Home Entertainment, ha tirato fuori dal cilindro una delle iniziative di Unconventional Marketing migliori di sempre: cosa potrebbe creare più buzz di una riapertura straordinaria di due giorni del Blockbuster di Shoreditch, Londra, solo per la vendita del dvd del supereroe di rosso vestito? Il negozio è stato infatti allestito con le copie in edizione limitata di Deadpool 2, per lo più ospitato all’interno di scatole VHS in edizione speciale.

Deadpool fa rinascere Blockbuster

E le sorprese non finiscono qui. Al momento dell’ingresso nel punto vendita, tutti i fan del supererore Marvel che presentavano la loro vecchia ed impolverata carta o che davano evidenti dimostrazioni di possedere dei superpoteri, venivano omaggiati con una copia gratuita del dvd. Il link perfetto con la trama del film è stato proprio l’inversione temporale nostalgica e ricca di significato, proprio come accade nel film. Le copie gratuite presenti nel negozio erano 1989, non un numero a caso dato che è proprio l’anno di fondazione della fortunata catena.

Parlando con The Drum, Leigh Debbage, Direttore creativo di Premier, ha dichiarato:

E’ stata davvero una grande sfida per l’agenzia riuscire a confezionare una campagna di Unconventional Marketing al top, dati i risultati che si erano raggiunti con il primo film. Avvicinarsi a Deadpool è incredibilmente liberatorio dato che, a differenza di molte campagne PR tradizionali nelle quali bisogna stare sempre sul chi va la per non infrangere le regole, con Deadpool ogni restrizione scompare e tutto diventa più irriverente e bizzarro, ed anzi, più si esce dagli schemi e meglio è.

Durante la fase concettuale per il lancio del dvd e blu ray la domanda che l’agenzia si è posta è stata “Cosa farebbe Deadpool per promuovere il suo film”?

E la risposta è stata più che immediata:

E’ un personaggio nostalgico ma è anche molto progressista. Ha un ego spropositato, naturalmente, e un lato leggendario e malizioso. Probabilmente avrebbe inaugurato un negozio che conteneva solo Deadpool 2.

unconventional marketing

Dopo alcune telefonate con il proprietario del marchio Blockbuster, la Dish Networks, era chiaro che l’agenzia avrebbe potuto attingere a una “miniera d’oro nostalgica” e di tutto ciò la Twentieth Century Fox Home Entertainment è stata subito entusiasta:

Hanno sposato l’idea sin dall’inizio e l’hanno supportata in ogni modo possibile, rendendolo un processo estremamente collaborativo e un rapporto di lavoro molto gratificante. L’operazione nostalgia se eseguita correttamente può essere uno strumento davvero efficace per le pubbliche relazioni e il marketing. Ma il gancio delle notizie deve essere giusto e siamo riusciti a ottenere i diritti su Blockbuster Video al momento giusto. I giornalisti che abbiamo scelto come target hanno ancora ricordi molto affettuosi e il rètro è incredibilmente kitsch per le nuove generazioni.

A quanto pare i più entusiasti della campagna sono stati proprio i giovani tra i 16-24 anni che si sono dimostrati i più predisposti nel riportare in vita Blockbuster, anche se è altamente improbabile che qualcuno in quel gruppo di età abbia passato del tempo in un Blockbuster o forse è proprio per questa ragione che ne erano così attratti.

E voi: chi ha dei ricordi collegati al Blockbuster? Diccelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *