Come i freelance possono ispirarsi alle aziende per trovare nuovi clienti online

0
203
programmazione neuro linguistica

Farsi largo al giorno d’oggi come professionisti freelance nel vasto mondo di internet può far paura. La concorrenza è altissima e ogni giorno spuntano nuove figure che offrono prezzi sempre più concorrenziali. Sembra quindi sempre più duro trovare nuovi clienti, soprattutto se abbiamo mosso da poco i primi passi nel mondo del lavoro freelance. Fortunatamente, però, possiamo proprio utilizzare la rete come vetrina in cui offrire ai potenziali clienti le nostre prestazioni a delle condizioni davvero vantaggiose sia per noi che per loro ispirandoci alle strategie già messe in atto da alcune aziende.

Prendere esempio dalle aziende

Oggigiorno è sempre più diffuso online il concetto di brand: non sono quindi solo le aziende a essere dei marchi ma anche i singoli, professionisti o influencer che siano, portano con sé dei tratti distintivi, caratteristiche e abilità uniche che possono essere “venduti” in rete e non solo. Non stupisce quindi scoprire che, in un certo senso, anche i professionisti singoli devono approcciarsi alla ricerca di nuovi clienti in modi talvolta simili a quelli utilizzati dalle aziende più tradizionali. È quindi proprio osservando quest’ultime che possiamo trovare ispirazione.
Cosa impedisce spesso a un potenziale cliente di acquistare un prodotto? Il più delle volte la risposta sta nella paura di spendere troppo denaro e di ricevere in cambio un servizio, o un prodotto, scadente. Le aziende lo sanno molto bene e hanno proprio per questo motivo iniziato a “premiare” i nuovi clienti che decidono di affidarsi a loro. Ciò è inoltre particolarmente vero quando la quantità di denaro di cui si parla è considerevole: più il cliente deve spendere meno sarà disposto a farlo, cosa che spesso accade anche quando si parla di servizi offerti da professionisti e freelance.

Non bisogna però farsi prendere dallo sconforto: è infatti possibile utilizzare queste aziende proprio come esempi su cui appoggiarsi per offrire soluzioni adatte ai potenziali futuri clienti. Facendo una rapida ricerca online saremo posti velocemente davanti a diverse possibili opzioni. I più diffusi siti di e-commerce, ad esempio, offrono ai clienti sconti sul primo acquisto o la possibilità, in questo caso disponibile a tutti i clienti, di restituire i prodotti.

Invece, grazie hai bonus senza deposito, i piattaforme d’intrattenimento, permettono ai nuovi giocatori di provare le slot macchine in modo gratuito che regalano loro giri gratis senza bisogno di utilizzare denaro vero. In che modo, però, possono queste strategie essere applicate anche nel mondo dei professionisti freelance? 

Idee su come attirare nuovi clienti

Ovviamente come prima cosa, per poter trovare nuovi clienti, è necessario essere visibili. Se un tempo era possibile trovare nuovi ingaggi in maniera “analogica” oggi è quasi sempre necessario essere in rete per espandere la propria rete di clienti. È quindi necessario, come primo passo, aprire un account sui principali social e, se possibile, pubblicare un sito web personale in cui vengono presentati i prodotti e i servizi da noi offerti, la nostra storia e alcuni esempi di lavori già svolti, magari con tanto di feedback di clienti soddisfatti. È proprio su queste piattaforme che dobbiamo mettere ben in evidenza anche le offerte disponibili per chi vuole provare i nostri prodotti. Nella sezione dedicata a cosa possiamo fare per loro gli interessati devono poter anche facilmente trovare tutte le offerte disponibili. Nel sviluppare quest’ultime possiamo prendere ispirazione dalle aziende che già da tempo attirano nuovi clienti con promozioni e bonus.

A seconda del tipo di prodotto o servizio da noi offerto possiamo quindi mettere a disposizione dei potenziali clienti sessioni di prova gratuite, prodotti a prezzo ridotto o scontati, possibilità di rimborso, riduzioni di prezzo se vengono acquistati dei pacchetti e molto altro. È inoltre possibile trovare nuovi clienti venendo incontro anche al portafoglio di chi si è già affidato a noi, utilizzando il cosiddetto metodo di referral: se un nostro cliente ci porterà un amico, parente o conoscente che utilizzerà i nostri servizi, potremo regalargli, ad esempio, uno sconto sul prossimo acquisto. Ovviamente, come sappiamo bene, i professionisti e i freelance non possono abbassare troppo i prezzi, altrimenti rischierebbero di non poter più portare la cena in tavola: non si tratta quindi di regalare prodotti e servizi a chiunque sia interessato, ma di venire incontro alle paure e ai dubbi, spesso legittimi, dei potenziali clienti permettendo loro di saggiare la qualità di ciò che offriamo senza far spendere loro un patrimonio.

Le grandi aziende non sono solo concorrenti di freelance e professionisti, ma sono anche delle risorse che possiamo utilizzare e a cui ispirarci per offrire ai nostri nuovi clienti accattivanti soluzioni e far provare loro i nostri servizi abbattendo la loro reticenza.