Industry 4.0: quale futuro grazie ai cobot?

0
61
cobot-foto

L’innovazione è una risorsa fondamentale nell’efficientamento dei processi produttivi. A supportare questo concetto oggi è la robotica 4.0, che proietta le aziende in una nuova rivoluzione industriale grazie all’introduzione dell’automazione collaborativa

Protagonisti di questa nuova realtà, i cobot: degli apparecchi di ultima generazione, ideati per condividere gli spazi di lavoro con l’uomo e supportarlo nelle sue classiche mansioni quotidiane.

Cosa sono i cobot?

I robot collaborativi o cobot sono progettati per partecipare attivamente a qualunque processo produttivo e migliorarne tutte le fasi della filiera. Garantiscono velocità, precisione e affidabilità e, a differenza dei classici robot industriali, possono essere programmati in modo estremamente semplice ed eventualmente riconfigurati per destinarli a nuove mansioni.

Tale aspetto, oltre a garantire alle aziende un elevato ritorno sull’investimento (ROI), fa sì che i cobot possano essere implementati nei processi produttivi di realtà di tutte le dimensioni: non a caso, oggi i robot collaborativi riescono a rispondere efficacemente anche alle esigenze di quelle PMI fino a qualche tempo fa tagliate fuori dall’industria dell’automazione.

Cobot: i principali vantaggi per le PMI

A causa di robot industriali di vecchia generazione, spesso sovradimensionati e di riflesso più costosi rispetto ad alcune particolari esigenze produttive, in passato per le piccole realtà imprenditoriali l’implementazione robotica era quasi un’utopia.

I cobot, al contrario, hanno costi più contenuti e, grazie a un approccio modulabile, possono adattarsi in modo flessibile a qualunque volume produttivo, permettendo alle aziende di regolare il loro operato in base alle mutevoli richieste del mercato – a cominciare dai picchi di lavoro spesso causati dalla variabilità stagionale degli ordini, fino a eventuali cambi di produzione.

Senza dubbio, il futuro della tecnologia con i cobot si preannuncia quindi ricco di prospettive, soprattutto grazie all’impegno di realtà di riferimento del settore come Homberger, costantemente al lavoro per proporre soluzioni sempre in linea con le necessità delle imprese.

L’aspetto più rivoluzionario, sia per quanto concerne gli utilizzi attuali sia quelli futuri, è strettamente connesso alla possibilità di massimizzare l’efficienza dei processi produttivi assicurando al contempo una maggiore sicurezza in ambito lavorativo a tutti i collaboratori.

Cobot e sicurezza in azienda

Grazie a sensori estremamente evoluti, oggi cobot e uomini possono condividere gli spazi di lavoro senza correre alcun rischio, anche in assenza di barriere o sistemi di protezione

I robot collaborativi permettono inoltre di svolgere mansioni di tutti i tipi sia attraverso l’interazione tra uomo e macchina sia mediante operazioni in sequenza, assicurando un’adeguata ottimizzazione delle postazioni grazie a dimensioni piuttosto contenute.

Ma un altro aspetto estremamente importante è legato alla possibilità di delegare ai cobot tutti quei lavori pericolosi, pesanti o ripetitivi, sollevando i dipendenti da mansioni eccessivamente gravose o da tutte quelle attività alienanti considerate deleterie per il benessere psicofisico.

Cobot: settori di applicazione e impieghi

Grazie a un’architettura universale, i cobot possono essere adoperati per una vasta gamma di applicazioni in moltissimi campi. 

Attualmente rappresentano una risorsa fondamentale per il settore alimentare, metallurgico, dell’elettronica, dell’automotive e chimico e farmaceutico, con una gamma di soluzioni in continua evoluzione che si evolvono giorno dopo giorno. Le potenzialità, del resto, sono pressoché illimitate, soprattutto se si considera che oggi è possibile delegare ai robot collaborativi mansioni di tutti i tipi.

I cobot, ad esempio, possono essere adoperati per svolgere delicate operazioni di assemblaggio o di prelievo e posizionamento merci in maniera estremamente precisa, azzerando sprechi e tempistiche. 

Risultano indispensabili per il corretto confezionamento di colli e consegne, offrono il meglio anche in tutti quei processi in cui sia richiesto un grado di accuratezza maggiore, come ad esempio nello stampaggio ad iniezione o nelle operazioni di incollaggio e dosatura.

Infine, è possibile adoperare i cobot per attività di lucidatura, anche su superfici irregolari e con pressione personalizzabile, o per svolgere in maniera veloce e automatizzata tutte le classiche procedure di avvitatura

Un robot collaborativo può infatti completare ogni mansione in perfetta autonomia, con un significativo risparmio sui costi, ma soprattutto garantendo il medesimo risultato in ogni prodotto.