Minecraft: il gioco che fa impazzire gli utenti del web

0
149
minecraft foto

In questo periodo siamo pervasi da tantissimi videogames, che permettono di trascorrere qualche ora di svago in compagnia di amici e famigliari, oppure da soli con l’ausilio del proprio joystick e delle auricolari da gioco. Tra i giochi più famosi di sempre vi è Minecraft, un gioco online che vi proietterà in un mondo fantastico, tutto da vivere.

Originariamente creato dal programmatore Markus Persson, Minecraft è stato sviluppato e pubblicato dalla Mojang Studios nel 2009. Esistono svariati modi di giocare a Minecraft, uno dei quali prevede l’utilizzo di un servizio di hosting che permette di ospitare la vostra versione personale del gioco, grazie ad un server dedicato solamente a voi. In questo modo avrete la possibilità di personalizzare il gioco come meglio credete e di far partecipare solo le persone che vorrete invitare. Per maggiori informazioni su questo servizio, invitiamo a consultare la guida gamehosting a cura di Minecraft.it.

Ma in cosa consiste Minecraft? Quali sono le sue peculiarità? E perchè piace così tanto? Vediamolo insieme nel nuovo post a cura di Pop Up Mag!

Che cos’è Minecraft

Minecraft è categorizzabile come gioco online indipendente di tipo sandbox. Una delle sue peculiarità principali è rappresentata dalla suddivisione in blocchi cubici, che rappresentano graficamente il suo mondo e i personaggi che al proprio interno vi abitano.

Nonostante sia suddiviso in obiettivi e percorsi da raggiungere, fino all’obiettivo finale di uccidere l’Enderdrago, in sé Minecraft è un gioco che è possibile giocare anche indipendentemente dal raggiungimento dell’obiettivo finale. Guardando un pò alla sua storia, il gioco è stato rilasciato in versione alpha per PC nel 2009, mentre la versione completa è databile 2011. Inizialmente il gioco è stato sviluppato dal programmatore svedese Persson per Mojang, che successivamente ha venduto il gioco alla società Microsoft nel 2014 per la cifra record di 2,5 miliardi di dollari.

Quali sono le principali caratteristiche del gioco? Vediamolo nelle righe che seguono!

Le dimensioni e le creature di Minecraft

Il mondo Minecraft contiene tre dimensioni:

  • Overworld, che rappresenta la dimensione base dove il giocatore passa in genere più tempo durante le diverse fasi del gioco;
  • Nether o “sottomondo”, una dimensione alternativa all’Overworld, molto simile alla nostra visione dell’inferno. Questo mondo è per di più desolato oppure abitato da creature ostili come blaze e ghast;
  • End, ossia è la dimensione finale del gioco, terra degli Enderman e dell’Enderdrago, mediante il quale giungere alla Città dell’End. Questa dimensione invece presenta isole fluttuanti;

Se guardiamo invece alle creature che vivono il mondo di Minecraft, queste possono dividersi in:

  • Ostili, creature che possono infliggere danni al giocatore;
  • Neutrali, come fa intendere il termine, potenzialmente innocue, ma che possono diventare ostili se attaccate;
  • Passive, creature mai ostili, e solitamente fonte di cibo. Si annoverano in tale categoria ad esempio mucche, polli e via discorrendo;

Una delle caratteristiche principali del gioco è quella dei combattimenti, che è possibile intraprendere con l’ausilio di armi e armature, anche di personale fabbricazione. Infatti, una delle peculiarità del gioco è proprio quella di personalizzare qualunque aspetto, e addirittura ricreare un gioco nel gioco. Poi grazie all’ausilio delle redstone è possibile creare porte segrete, trappole e circuiti. I comandi sono personalizzabili quando si crea un mondo nuovo in Minecraft. Alcuni di questi possono essere scritti nelle chat del gioco, altre più complesse richiedono invece l’ausilio dei blocchi di comando.

Modalità di gioco

In Minecraft esistono differenti modalità di gioco, che possono essere così riepilogate:

  • modalità sopravvivenza;
  • modalità creativa;
  • modalità avventura;
  • modalità spettatore;

Per ciò che concerne la modalità sopravvivenza, questa è composta da barra della salute e barra della fame, rappresentate da 10 cuori e 10 cosce di pollo. Man mano che si gioca e si interagisce queste barre variano a seconda della situazione: se veniamo feriti in combattimento, ad esempio, perderemo cuori, oppure se non mangiamo si abbasserà la barra della fame. Se si perdono tutti i cuori si muore.

All’inizio della partita si può scegliere tra quattro livelli di difficoltà:

  • Pacifica, quando non ci sono mob ostili ma si può sempre morire per cause naturali;
  • Facile, quando vengono introdotte nel gioco delle creature ostili, che determinano la possibilità di essere attaccati da esse. Inoltre si può abbassare la barra della fame (che nel primo livello invece era sempre al massimo);
  • Normale, quando i mob ostili infliggono al giocatore un danno più elevato e in caso si arrivi a zero cosce di pollo, la salute del giocatore è ridotta a mezzo cuore;
  • Difficile, quando le creature ostili infliggono danni più alti al giocatore. Inoltre si può morire di fame e gli zombie sono più aggressivi.
  • Hardcore/Estrema, presente solo in Java Edition, questa modalità di gioco è assimilabile a quella difficile, con la sola differenza che una volta morti non è possibile rinascere;

La modalità creativa permette di volare e personalizzare tutte le caratteristiche del giocatore; in quella avventura ci sono similitudini rispetto a quella sopravvivenza, ma è limitata la possibilità di piazzare e distruggere blocchi; in quella spettatore, infine, si permette di volare senza però interagire con il mondo circostante.

Come detto, inoltre, è possibile re-inventare il gioco secondo le proprie regole e ideologie, attraverso l’acquisto di un server dedicato mediante servizi di hosting online che vi permetteranno tutte le personalizzazioni che vorrete. Non ci saranno limiti, in questo caso, alla vostra creatività.

Conclusioni

Minecraft è un mondo virtuale complesso e al tempo stesso molto interessante da praticare. Permette personalizzazioni pressoché illimitate e vi promette ore ed ore di gioco e di divertimento assicurate.

Un successo meritato, che promette di non terminare certo qui. Una mania, quella di Minecraft, che ha ispirato addirittura Lego, che ha ricreato con i mitici mattoncini, questo mondo immaginifico.