Largo Consumo in Italia: i dati di febbraio 2024

0
93
spesa-italiani-supermercato-foto

Largo Consumo in Italia: i dati di febbraio 2024 secondo il NIQ (NielsenIQ), nel post a cura di Pop Up

Il NIQ (NielsenIQ) ha analizzato per noi “Lo stato del Largo Consumo in Italia”, ossia l’andamento dei consumi nel nostro paese nel mese di febbraio 2024, con specifico riferimento alla Grande Distribuzione, ossia la GDO. I dati sono molto interessanti: andiamo a vederli insieme!

Il primo dato utile riguarda il fatturato: la GDO a totale Omnichannel in Italia nel mese di febbraio 2024 pesa circa 10 miliardi di €, con un trend positivo del +2,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Nel mese di febbraio si racconta di un generale rallentamento all’aumento dei prezzi, rappresentato dall’indice di inflazione teorica nel Largo Consumo Confezionato (LCC), il quale ha registrato una diminuzione rispetto al valore di gennaio (+4,3%), segnando un +3,4% a Totale Italia Omnichannel.

Il risparmio è sempre un tarlo per gli italiani: lo dimostra la riduzione del -1,4% del mix del carrello della spesa, la cui variazione reale dei prezzi risultata essere del 2%.

Guardando ai canali distributivi, notiamo che per il mese di febbraio un andamento positivo per alcuni di questi, come Specialisti Drug (+10,9%), seguiti da Discount (+4,8%), Superstore (+3,7%) e Supermercati (+2,1%), mentre si è avuto una diminuzione del fatturato per i canali Iper >4500 e liberi servizi (con un allentamento del – 1,4% e – 2,8%).

Trend in crescita anche per le vendite in promozione, con un’incidenza promozionale del 23,6% per il mese di febbraio 2024 a totale Italia. 

Sul fronte dei prodotti a marchio del distributore (MDD), a febbraio la quota di MDD registra il 22,5% del LCC nel perimetro Iper, Super e Liberi Servizi, mentre a Totale Italia Omnichannel si attesta al 31,4% (Discount inclusi).

Cosa acquistano gli italiani?

Cosa hanno messo nel carrello gli italiani nel mese di febbraio?

I prodotti più acquistati lo scorso mese dalle famiglie italiane riguardano le categorie Animali Domestici, con l’incremento a valore del +4,4%, seguiti dai prodotti per la Cura della Casa (+3,9%).

Nella top 10 dei prodotti più acquistati, abbiamo ai primi tre posti della classifica l’Olio di Oliva Vergine ed Extravergine (+44,3%), gli Ammorbidenti (+19%) e i Dentifrici (+16,1%). Per il reparto Fresco, tra le categorie merceologiche più acquistate abbiamo Frutta e Verdura con il +6,1%, seguita subito dopo da Pane & Pasticceria & Pasta a pari merito con il reparto Gastronomia (+4,5%). La Salumeria, invece, si attesta come la categoria con il trend più basso rispetto alle altre (con una riduzione del -1,4%).