Intelligenza Artificiale Google: svelate tutte le novità

0
218
Intelligenza Artificiale Google

Intelligenza Artificiale Google: svelate tutte le novità in una presentazione al Google I/O 2023 da parte di Sundar Pichai, CEO di Google e Alphabet

Ormai ci siamo: l’Intelligenza Artificiale di Google sarà presto disponibile per tutti gli utenti, con tantissimi strumenti utili per rendere migliore e più veloce il nostro lavoro, oltre che le attività di tutti i giorni. Dall’invio di e-mail alla generazione di testi e immagini, passando per ricerche più approfondite sui motori di ricerca e addirittura al supporto medico, in grado di leggere e condividere informazioni di tac e mammografie, l’IA di Google suggerisce che le nostre vite non saranno più come quelle che abbiamo conosciuto fino ad ora.

Un cambiamento epocale che sconvolgerà le nostre vite personali e professionali: in pratica con i nuovi strumenti di Google saremo capaci di fare tantissime attività in poco tempo e con l’ausilio di un sistema di intelligenza artificiale capace di emulare la nostra capacità di elaborazione.

Vediamo nel dettaglio tutte le principali novità presentate da Sundar Pichai, CEO di Google e Alphabet al Google I/O 2023: bentornati sul nostro portale!

Help me write: scrivere un documento o una mail, condividendola con Gmail o Google Doc

Prima novità presentata da Sundar Pichai è Help me write, il nuovo strumento di intelligenza artificiale generativa, capace di aiutarci a scrivere correttamente un documento, come una mail, condividendola in tempo reale su Gmail, all’indirizzo suggerito. Basta semplicemente cliccare un pulsante e lo strumento lavorerà per noi, producendo in pochi istanti un documento definito e preciso da inviare al nostro interlocutore. A mio modesto avviso è utile nelle mail commerciali e in quelle in cui il nostro interlocutore è una persona che non parla la nostra stessa lingua.

A commentare il funzionamento di Help me write, interviene lo stesso Pichai, che afferma:

Mettiamo che abbiate ricevuto una mail che dice che il vostro volo è stato cancellato. La compagnia aerea vi ha mandato un voucher, ma quello che voi volete veramente è il rimborso dell’intero costo del biglietto. Potreste rispondere usando “Help me write”.

Digitate semplicemente il suggerimento di quello che volete – una mail per chiedere un rimborso completo – cliccate su ‘create’ e vi apparirà una bozza completa. Come potete vedere, include già anche i dettagli del volo presi dall’email precedente. Il messaggio è molto vicino a una versione da inviare, ma potreste volerlo rifinire ulteriormente perché un messaggio più elaborato potrebbe incrementare le vostre possibilità di ottenere un rimborso. “Help me write” comincerà ad essere reso disponibile con gli aggiornamenti di Workspace, ed esattamente come con Scrittura Intelligente, lo vedrete migliorare nel tempo.

Migliorare la Ricerca con l’IA generativa

Altro punto focale per Google è ovviamente la ricerca. L’intelligenza Artificiale Generativa consentirà di migliorare le potenzialità di ricerca degli utenti, che saranno in grado di ottenere un’informazione più in linea al loro search intent, più completa e approfondita, potendo dialogare in tempo reale con lo strumento Bard, senza dover più spulciare i vari siti internet (a meno che non si vogliano ottenere maggiori informazioni).

Infatti, basta porre una domanda al motore di ricerca, affinchè esso risponda in maniera esaustiva a tutti i nostri quesiti, mettendo insieme una risposta completa e suggerendo in basso altri possibili spunti di riflessione e dialogo. A destra della risposta appariranno le fonti da cui sono state estrapolate le informazioni, con il link alla pagina, utile in caso di approfondimento.

Intelligenza Artificiale Google

Immersive View for routes in Maps

Altro strumento interessante per tutti coloro che sono appassionati di viaggi oppure utenti che vogliono conoscere in anticipo un percorso da compiere per arrivare da un punto A ad un punto B è l’Immersive View for routes, disponibile in Maps. Attraverso questo strumento, possiamo chiedere a Google di intraprendere viaggi e sviluppare per noi degli itinerari prima di partire per quel luogo.

Dalle parole di Sundar Pichai:

Diciamo che siete a New York e volete fare un giro in bicicletta. Google Maps vi ha proposto un paio di opzioni vicino a dove vi trovate. Quella sul lungomare sembra panoramica, ma volete dare un’occhiata prima: Immersive view for Routes è un modo completamente nuovo di guardare al vostro viaggio. Si può fare zoom e guardare il percorso a volo d’uccello.

Immersive View for Routes verrà reso disponibile dall’estate e lancerà in 15 città entro la fine dell’anno, incluse Londra, New York, Tokyo e San Francisco.

Magic Editor in Foto

Altro strumento incredibile, presto disponibile su Google è Magic Editor in Foto. Attraverso questo strumento sarete capaci di modificare le foto scattate, eliminando gli elementi indesiderati oppure aggiungendone degli altri. Uno strumento potentissimo, in grado di migliorare la qualità delle nostre foto.

Un esempio mostrato da Google:

Questa è un’ottima foto, ma come genitore probabilmente vorreste che il vostro bambino fosse al centro dell’inquadratura. E poi sembra che i palloncini siano stati un po’ tagliati in questa foto. Ora potete riposizionare il festeggiato nella foto e Magic Editor ricrea automaticamente le parti della panchina e dei palloncini che non sono state catturate nello scatto originale. Come tocco finale, è possibile migliorare il colore del cielo; questo cambia anche l’illuminazione del resto della foto, in modo che la modifica risulti coerente.

PaLM 2 + Gemini

Una delle parti più interessanti che ho avuto modo di leggere sul blog ufficiale di Google collegato agli strumenti di intelligenza artificiale riguardano PaLM 2, un miglioramento ulteriore del precedente PaLM, un modello che ha reso possibili molti miglioramenti nei prodotti di Big G. Questo rende possibile il miglioramento degli strumenti di Google mediante la capacità logica e di svolgere in autonomia alcuni compiti ad esso demandati. PaLM 2 è alla base di 25 strumenti di proprietà di Google. Consente, ad esempio, di collaborare sullo stesso progetto tra sviluppatori residenti in aree diverse del pianeta oppure a individuare e correggere i bug di sistema e script dannosi per la sicurezza, grazie alla capacità potenziata di coding (Sec-PaLM).

Interessante, anzi di più, è lo strumento Med-PaLM 2. Questo potrà essere utilizzato in campo medicale, al fine di migliorare l’interpretazione di complessi esami medici, come tac e mammografie. Si può immaginare quindi di avere un collaboratore IA che aiuti i radiologi a interpretare le immagini e a comunicare i risultati ai pazienti.

Questo strumento è stato messo a punto sulla base delle risposte di medici esperti alle medesime domande. In questo modo Med-PaLM 2 è stato il primo modello linguistico a ottenere prestazioni di livello “esperto” su domande in stile esame di abilitazione alla professione medica, e attualmente rappresenta lo stato dell’arte.

Gli strumenti di IA di Google disponibili con Bard

L’intelligenza artificiale conversazionale è una delle novità di Google ed è resa disponibile con Bard. Questo programma, reso disponibile su Search (non ancora in Italia) supporta un’ampia gamma di capacità di programmazione ed è diventato molto più smart nel ragionamento e nelle richieste di tipo matematico. Inoltre, da oggi gira completamente su PaLM 2. Bard sarà capace di scrivere per noi testi, anche complessi, e tramutare in immagini le descrizioni testuali che noi gli forniremo, utilizzando estensioni di partner esterni, come Adobe Firefly.

Come affermato da Google, in un esempio, si può comprendere meglio ciò di cui stiamo parlando:

Diciamo che sto organizzando una festa di compleanno per il mio bambino di 7 anni, che adora gli unicorni e voglio un’immagine divertente da inviare sugli inviti. Tutto quello che devo fare è chiedere a Bard: “Crea un’immagine di un unicorno e una torta per una festa per bambini” e questo genererà un’immagine in pochi secondi, il tutto rispettando gli elevati standard di Adobe per la qualità e la responsabilità etica.

Bard sarà al centro del progetto di Google, per ampliare creatività, produttività e curiosità degli utenti, anche connettendolo con altre app di Google e molti altri partner esterni, tra cui citiamo Kayak, OpenTable, ZipRecruiter, Instacart, Wolfram e Khan Academy.

 

Conclusioni

L’Intelligenza Artificiale di Google sarà utilizzata nella vita professionale e personale delle persone in tutto il mondo, per rendere più snello, efficace ed efficiente il proprio lavoro e più produttivo il proprio tempo libero. Facilitare creatività, curiosità e rendere alcuni lavori complessi, come quelli nel campo medico, più sicuri e meno soggetti ad errori, sono gli obiettivi sottesi a questo ambizioso progetto sviluppato da Google.

Staremo a vedere cosa accadrà. Per il momento non ci resta che salutarci e darvi appuntamento alla prossima!