Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Il Web Marketing è ineludibile, ma le imprese italiane sono ancora ferme

web marketing

Stavolta l’allarme arriva dal mondo accademico, e riguarda ancora una volta i ritardi con cui il mondo imprenditoriale italiano utilizza i nuovi strumenti digitali per la promozione di brand e attività; una lentezza che rischia di pregiudicare i risultati del proprio business.

Poca presenza strategica su Internet

Al giorno d’oggi il web marketing è un’ineludibilità ma, come dice il docente dell’Università “D’Annunzio” Chieti-Pescara, Walter D’Amario, è sconcertante rilevare che persino in molte grandi aziende ci sia ancora una totale mancanza di cultura in tal senso. Un’assenza di visione strategica che ha effetti negativi non solo per l’impresa, ma per tutto il sistema Paese, che continua ad andare a ritmi lenti.

Effetti negativi sul sistema Paese

In particolare, a parte casi sporadici ed eccezioni fortunate, si procede senza un approccio strategico e non si agisce subito, e questo, come dice ancora il docente, rischia di avere un effetto negativo, perché sul lungo periodo “le imprese del nostro Paese non avranno la possibilità di cogliere le opportunità offerte dal digitale per la tenuta del proprio business e per spingersi nell’internazionalizzazione“.

Gli strumenti a disposizione

Eppure, come si diceva, esempi positivi ci sono, anche e soprattutto nel campo del web marketing, dove ormai strumenti e soluzioni sono particolarmente diffusi; non bisogna pensare solo alle campagne più “note” via social, all’advertising o all’email marketing, perché anche un mezzo “vecchio” come gli sms può riservare grandi sorprese e, soprattutto, effetti positivi in termini di business.

L’esempio del sms marketing

È questo il cuore dell’attività di https://www.smshosting.it/, realtà nazionale specializzata proprio nella realizzazione di sms marketing, modalità con la quale entrare in contatto proficuo con il proprio target di riferimento, clienti già fidelizzati o utenti da “conquistare”, grazie alla possibilità di comunicare loro attraverso messaggini la presenza di coupon e sconti riservati, l’avvio di vendite promozionali, il lancio di nuovi prodotti o servizi, inviti a eventi e manifestazioni, o collegamenti a siti web e landing page specifiche per azioni dirette.

Non compiere sciocchezze

D’Amario, docente di Web Marketing all’Università D’Annunzio di Chieti-Pescara, rivela però che la situazione italiana ha un lato della medaglia piuttosto cupo, rappresentato da un “50 per cento delle aziende oggetto della ricerca che dichiara di non ritenere il web utile al proprio business“. Una tendenza che l’esperto non esita a definire “una sciocchezza”, spiegando che “se un’azienda non è online Google Maps non la rileva nelle ricerche. Dunque persino nella semplice richiesta di un indirizzo il potenziale cliente non è in grado di ottenere le informazioni. Dunque non si può più prescindere dall’approdo online anche semplicemente per essere raggiungibili”.

Attenzione agli incompetenti digitali

Il web marketing invece è una strategia decisiva, a patto però di superare la “marea di incompetenti digitali che non fanno bene al Paese e contribuiscono a confondere le aziende e addirittura a creare un clima di sfiducia“: il docente dell’ateneo abruzzese invita infatti a fare attenzione ai troppi professionisti improvvisati, che “innescano la falsa convinzione che l’uso dell’online non serva a niente“.

Il Web è utile alle imprese

I rischi di non utilizzare Internet con approccio strategico sono due, entrambi pericolosi: il primo è di essere presenti sul Web ma solo “in teoria”, creando siti statici che non offrono servizi e perdendo l’interesse degli utenti-clienti. Dall’altro lato, invece, l’assenza dalla Rete e la non conoscenza, ancor prima della non competenza, “si traduce in mancanza di redditività“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *