Giordania: per il secondo anno partner country al TTG Travel Experience

0
162
giordania foto

La Giordania ha riconfermato la sua presenza in qualità di partner country al TTG Travel Experience – il Salone Internazionale del Turismo firmato Italian Exhibition Group

Viaggiare è una delle forme di scoperta più potenti che conosciamo. Visitare posti nuovi consente di approfondire le radici della nostra civiltà e ci avvicina in quanto esseri umani. Più il viaggio ci allontana dalla nostra zona di comfort, più il risultato sarà apprezzabile. Una delle mete più gettonate in questi ultimi anni tra i viaggiatori europei, e italiani nella fattispecie, è la Giordania. Un paese pacifico e tollerante, incastonato nell’area mediorientale, tra Israele, Arabia Saudita e Siria.

La Giordania è una destinazione gradita al turismo italico per una serie di motivi: dall’archeologia all’outdoor, dallo sport fino agli appuntamenti culturali di respiro internazionale. Gli arrivi dall’Italia, tra luglio e agosto 2023, hanno così toccato quota 96.738, +300% rispetto al 2022.

L’Italia vanta così il primato europeo, a livello mondiale – escludendo i paesi dell’area mediorientale – ed è seconda solo agli Stati Uniti, per numero di presenze.

Proprio per l’importanza assunta dal nostro paese, la Giordania ha deciso di rinnovare la sua presenza come partner country presso il TTG Travel Experience – il Salone Internazionale del Turismo firmato Italian Exhibition Group, in programma a Rimini dall’11 al 13 ottobre, in contemporanea con InOut |The Contract Community – riconoscendone il valore di più importante evento B2B per il turismo in Italia.

Cosa vedere in Giordania, tra eventi culturali e turismo attivo

La Giordania, come detto, è ricca di storia e cultura. Possiede ben 7 siti UNESCO, tra cui la famosa Petra e la città di Salt. A questi si aggiungono due nuovi asset strategici: il turismo attivo e quello legato ad eventi e spettacoli. Per questi ultimi, ad esempio, lo scorso luglio Riccardo Muti ha diretto uno spettacolo nel suggestivo teatro di Jerash, con la partecipazione di 200 musicisti italiani e giordani; altri happening riguardano il Teatro Romano di Amman, che a fine settembre 2023 ospiterà lo spettacolo del gruppo di ballo irlandese Riverdance; l’Exhibition Park, sempre ad Amman, dove il 10 novembre andranno in scena il famoso gruppo dei Maroon 5, e il Petra Cultural Village che per la rassegna Rose City Nights accoglierà Il Volo.

Circa, invece, il turismo attivo, si punta sui percorsi suggeriti dalla Jordan Trail (da fare a piedi) o il Jordan Bike Trail per le due ruote. Ancora abbiamo canyoning, trekking e appuntamenti sportivi come la maratona o la mezza maratona di Petra, l’Ultra X, che si correrà nel deserto di Wadi Rum dal 2 al 6 ottobre, la maratona di Amman il 13 ottobre e, infine, il Thru-Hike, che si tiene tra ottobre e novembre.

Marco Biazzettiresponsabile Jordan Tourism Board Italia, ha così commentato:

Con il Jordan Trail – un percorso di 650 km che attraversa la Giordania da nord a sud toccando 52 villaggi, i viaggiatori hanno la possibilità di scoprire le attrazioni più importanti del Paese, ma anche di interagire con una popolazione contraddistinta da una grande diversità e tolleranza, in cui religioni e gruppi etnici differenti convivono in armonia”.

Gloria ArmiriGroup Exhibition Manager – Tourism & Hospitality Division di Italian Exhibition Group, ha aggiunto:

È per noi un piacere avere come partner country un Paese come la Giordania, che ben sposa il concetto di Utopia espresso nel Tema di Manifestazione 2023. Il tempo dell’Utopia guarda infatti a un turismo generatore di relazioni pacifiche tra popoli, e tra persone e ambiente naturale. Un turismo che è volano di benessere economico ma anche di benessere sociale, capace di migliorare i viaggiatori e anche i territori che li ospitano”.

Il successo dei viaggi in Giordania dall’Italia è merito anche dei collegamenti facilitati tra il nostro paese e quello mediorientale: la Giordania è infatti raggiungibile dall’Italia con voli su Amman da Milano (4 voli a settimana di Royal Jordanian, Wizz Air e Ryanair), da Roma (Royal Jordanian ogni giorno, Wizz Air tre volte a settimana e Ryanair due), Bologna, Pisa, Venezia Treviso (Ryanair due volte a settimana da ciascun aeroporto). Aqaba è raggiungibile, da ottobre fino a marzo, da Milano (Ryanair e Easy Jet due voli a settimana), da Roma (Ryanair due volte a settimana) e da Venezia Marco Polo (Easy Jet una volta a settimana).