IA Generativa: Google annuncia il Writing Assistant su Chrome

0
286
writing assistant chrome
Fonte: Social Media Today

IA Generativa: Google annuncia il Writing Assistant su Chrome, oggi su Pop Up

Sul fronte Intelligenza Artificiale abbiamo un’ulteriore novità: si tratta del lancio, da parte di Google, di nuovi elementi di IA Generativa per Chrome, che forniranno assistenza automatizzata agli utenti, come la scelta di uno sfondo personalizzato prodotto in IA. Tra gli altri, è attivo anche il suo Writing Assistant, che ti aiuta a svolgere compiti di scrittura creativa in base ad un prompt. L’obiettivo è aiutarti a creare query e post migliori per il tuo blog/sito, o anche altro (recensioni per un ristorante, una email di lavoro, e così via). La notizia ci giunge da Social Media Today, sempre aggiornatissimo con le ultime novità.

Come spiegato da Google:

“L’anno scorso abbiamo introdotto sfondi AI generativi con i dispositivi Android 14 e Pixel 8. Ora stiamo portando lo stesso modello di diffusione da testo a immagine su Chrome in modo che tu possa personalizzare ancora di più il tuo browser. Sarai in grado di generare rapidamente temi personalizzati in base al soggetto, all’umore, allo stile visivo e al colore che scegli: non è necessario diventare un esperto di prompt dell’intelligenza artificiale”!

L’opzione sarà disponibile nel pannello laterale “Personalizza Chrome”, toccando “Cambia tema”, quindi “Crea con AI”. A questo punto puoi inserire qualsiasi messaggio di testo desideri, per vedere quale tipo di sfondo viene visualizzato da Chrome.

Sul fronte Writing Assistant:

“Che tu voglia lasciare una recensione ben scritta per un ristorante, creare una risposta amichevole per una festa o fare una richiesta formale sull’affitto di un appartamento. Per iniziare, fai clic con il pulsante destro del mouse su una casella di testo o su un campo su qualsiasi sito che visiti in Chrome e seleziona “Aiutami a scrivere”. Digita poche parole e la nostra intelligenza artificiale avvierà il processo di scrittura per te”.

Quindi non solo se ci troviamo sulla schermata iniziale di Google, ma anche all’interno di altri siti e applicazioni, possiamo far funzionare l’IA che scrive al posto nostro.

Conclusioni

Anche in questo caso, dall’utilità indubbia dello strumento si passa però alla probabilità molto alta che tra poco Google, i motori di ricerca e in generale l’intero web sia interamente abitato da bot e robot, che dialogano tra loro con l’assistenza umana a fare da sfondo.

Il che è triste pensando che Internet nasce come luogo digitale utile a mettere in contatto gli umani e per consentirgli di effettuare un certo tipo di attività.