Truth Social sembra il nuovo successo di Donald Trump

0
194
truth social donald trump foto
Darren Halstead-unsplash https://unsplash.com/photos/B_vXFdzvw3g

L’ex presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, dopo aver sparato a zero contro tutti i principali social network che lo avevano bannato per alcune sue orientamenti discutibili, ha lanciato il suo Truth Social. Una nuova piattaforma che promette di dare spazio a chiunque abbia il coraggio di dire la verità, ma è anche un asset ad alto potenziale per l’impero Trumpiano.

Truth Social concepito per dire la verità

L’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha messo in atto l’intenzione di lanciare una nuova piattaforma di social media, chiamata Truth Social. Ha detto che lo scopo è “resistere alla tirannia dei grandi della tecnologia”, che accusa platealmente di mettere a tacere le voci contrarie negli Usa.

I social media hanno svolto un ruolo fondamentale per la propaganda di Donald Trump per la Casa Bianca ed erano il suo mezzo di comunicazione preferito come Presidente. Ma Trump è stato bannato da Twitter e sospeso da Facebook dopo che i suoi sostenitori hanno preso d’assalto il Campidoglio a Washington.

All’inizio di quest’anno, ha lanciato il blog “From the Desk of Donald J Trump”, poi chiuso meno di un mese dopo il suo lancio per scarsità di audience. Il suo assistente, Jason Miller, ha detto che era “solo ausiliario per gli sforzi più ampi che abbiamo e su cui stiamo lavorando”. 

Da qui arriva una prima versione della sua ultima impresa, TRUTH Social, sarà aperta da un momento all’altro su invito con un “lancio a livello nazionale” entro i primi tre mesi del 2022, secondo una dichiarazione di Trump Media & Technology Group (TMTG).

Truth Social nuovo strumento finanziario di Trump

Trump ha dichiarato che Truth Social sarebbe stato creato attraverso una nuova società formata dalla fusione del TMTG e la società di assegni in bianco Digital World Acquisition Corp. Secondo i documenti depositati indicano il tycoon come il “principale della società”, anche se l’esatta dimensione della sua partecipazione nella società non è stata rivelata. 

Intanto sono subito cominciate le speculazioni di borsa sulle sue aziende quotate, facendo pensare alla spietatezza della finanza messa in luce in “Trump: un sogno americano”, che documenta la scalata del magnate uscendo in tv l’anno successivo al suo ingresso nella Casa Bianca. Solo tre anni più tardi, precisamente a ridosso delle elezioni di novembre 2020, verrà proposto anche il documentario “#Unfit – La psicologia di Donald Trump” per esaminare scientificamente i comportamenti presidenziali.

Ma solo il futuro potrà dirci quale sarà lo sviluppo di questo nuovo progetto social, che si allinea all’ampliamento dell’offerta digitale come in casa TikTok con “Round Up”.