Statistiche SEO: lo stato dell’arte nel 2021

0
19
seo

Statistiche SEO: lo stato dell’arte nel 2021 oggi su Pop Up

Vuoi conoscere le statistiche SEO per il 2021? Non importa se da mobile o desktop, se a livello globale o locale: in ogni caso Google è usato ampiamente dai consumatori e rappresenta un fondamentale canale di digital marketing per la crescita del tuo business.

La copertura e i risultati superano di gran lunga quelli dei social media e l’impatto della SEO nella strategia di business è ben spiegato dall’infografica di Graphic Rhythm  ed Elite Content Marketer.

Conoscere le statistiche sulla SEO è oggi fondamentale anche se stai già lavorando per migliorare il tuo posizionamento sulla SERP di Google e l’infografica si sviluppa su tre temi chiave:

  • Qual è lo scenario dei motori di ricerca nel 2021 e perché investire tempo nella SEO è un modo per creare valore per i brand;
  • Quali trend di ricerca domineranno il 2021;
  • Qual è l’importanza dei backlink e perché la prima pagina di Google è un obiettivo fondamentale per ogni brand;

Vediamo insieme alcuni dati interessanti che ci aiuteranno a capire meglio perchè oggi fare SEO è molto importante per il successo del tuo progetto online.

Perchè la SEO e Google sono importanti per i brand?

La risposta a questo quesito viene da alcuni dati molto interessanti contenuti nell’infografica:

  • Il 68% delle esperienze online comincia da una ricerca sui motori di ricerca;
  • Il 39% degli acquirenti sono influenzati dalla ricerca online;
  • La SEO genera una quota di traffico di 1.000 volte superiore a quella generata dai social media;
  • Il conversion rate derivante l’attività SEO è pari al 16%;

Tra tutti i motori di ricerca, Google domina il mercato con il 91,38% della quota di mercato, oltre 40.000 ricerche al secondo in media, il 92,96% del traffico che deriva da Google Maps, Google Search e Google Images.

Non solo: il 56% delle persone ha scoperto un’azienda o un prodotto a seguito di una ricerca con lo smartphone, il 46% delle ricerche riguarda i business locali e il 48% degli utenti usa la ricerca vocale per le proprie ricerche generiche.

Insomma siamo alla continua ricerca di qualcosa o qualcuno, utilizzando Google.

Quali sono i trend di ricerca e le keyword principali?

Il 2020 è stato dominato dalle ricerche che cominciavano con un “perché” e il 69,7% delle query conteneva quattro parole o più con uno 0,16% di keyword responsabili del 60,67% di tutte le ricerche. Ma non solo questo: il 61,5% delle ricerche mobile e il 34,4% delle ricerche da desktop erano no click.

Infine, per quanto riguarda l’importanza dei backlink, è importante notare come il 90,36% delle pagine presenti online non riceva traffico da Google e i backlink sono uno dei tre fattori di ranking più importanti per il posizionamento del proprio sito, con un costo medio di acquisto backlink che si attesta sui 361,44 €.

Entro un anno dalla pubblicazione, solo il 5,7% delle pagine si posiziona tra i primi 10 risultati su Google e il 73,6% dei domini ha link reciproci con le pagine in prima posizione su Google, che vantano un conversion rate del 31,7%.

Un ultimo dato utile ai lettori di questo post: il 25,02% delle pagine non ha una meta description e Google mostra questa informazione solo nel 37,22% delle volte.

Come vedi si tratta di tanti numeri e dati, ma quello che emerge di fondo è l’importanza per ogni azienda di fare SEO per aumentare il proprio traffico, i clienti e in ultimo il proprio fatturato. Occorre però investire nell’attività, avvalersi di professionisti seri e onesti nel proprio lavoro e credere fermamente nel progetto, senza lasciarsi scoraggiare dalle prime difficoltà.

Chi dice che la SEO è morta dovrà ricredersi: è più viva che mai e ogni giorno si evolve.