Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP): Chi è, Figura e Compiti

0
345
Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) è una figura sempre più richiesta all’interno delle aziende. Secondo il D.Lgs. 81/2008 del Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro la sua figura all’interno dell’azienda è necessaria per l’organizzazione e la gestione del sistema di prevenzione e protezione. 

Non tutti possono ricoprire questo ruolo particolare, infatti questa figura deve essere in possesso di una serie di requisiti che siano adeguati alla natura dei rischi sul posto di lavoro, deve quindi possedere elevate capacità ed essere in grado di assumersi responsabilità nella gestione del sistema lavorativo. 

L’RSPP può anche usufruire del supporto da parte di alcuni addetti coadiuvanti (ASPP), anche in questo caso devono necessariamente essere delle figure professionali che posseggono delle capacità tecniche per poter supportare al meglio il responsabile nell’attività di coordinamento del servizio di prevenzione e protezione dei rischi. 

Quando il datore di lavoro può avere la funzione di RSPP?

In alcuni casi questa funzione può essere svolta anche dal datore di lavoro. E’ necessario però che lui abbia frequentato dei corsi di formazione specifici in merito a questa tematica che durino almeno 16 ore. Inoltre, dopo aver frequentato il corso, deve necessariamente ottenere una certificazione valida e riconosciuta. 

I casi in cui il datore di lavoro nelle aziende può svolgere questo ruolo sono i seguenti:

  • Aziende artigiane o industriali che hanno un numero massimo di dipendenti pari a 30;
  • Aziende agricole o zootecniche in cui i dipendenti impiegati siano pari ad un numero inferiore o pari a 10 unità;
  • Altri settori con un numero massimo fino a 200 dipendenti. 

Inoltre il datore di lavoro se possiede un certificato che dimostra il possesso di capacità e requisiti professionali ha la possibilità di nominare anche un suo dipendente come RSPP. Questo incarico può essere delegato anche a una persona esterna all’azienda in grado di svolgere questo compito con diligenza e con professionalità. 

Di cosa si occupa l’RSPP?

L’RSPP svolge diverse funzioni all’interno del contesto aziendale, infatti ha un duplice ruolo:

  • Consultivo;
  • Propositivo. 

I suoi compiti nel dettaglio sono i seguenti:

  • Rilevazione dei fattori di rischio all’interno dell’ambiente aziendale: vengono determinati tutti i rischi che potrebbero mettere in una situazione di pericolo il personale. In relazione a questa rilevazione viene elaborato un piano in cui vengono illustrate tutte le misure di sicurezza per creare un ambiente lavorativo privo di pericoli per i dipendenti;
  • Creazione dei piani formativi per informare e formare i dipendenti;
  • Collaborazione con il datore di lavoro (qualora l’RSPP fosse un’altra figura differente da quella del titolare dell’azienda): si occuperà di fornire una serie di dati relativi alla descrizione degli impianti e ai rischi in ogni area dell’ambiente lavorativo. Inoltre indicherà le misure preventive da applicare in relazione alla valutazione dei rischi aziendali.