Paul Davison: chi è il fondatore di Clubhouse

0
61
paul davison clubhouse
Fonte: Twitter @pdavison

Paul Davison: chi è il fondatore di Clubhouse nel post di Pop Up Mag

Clubhouse è il social del momento, e su questo non si discute. Infatti non si fa altro che parlare di questa piattaforma che da alcune settimane sembra aver offuscato addirittura TikTok, che fino a qualche mese fa era sulla bocca di tutti. Ma chi è il fondatore di Clubhouse? Chi ha fondato la piattaforma? La risposta è Paul Davison, che insieme a Rohan Seth ha co-fondato una delle piattaforme più interessanti e innovative degli ultimi anni.

Scopriamo di più su Paul Davison e sulla sua creatura nelle righe che seguono: benvenuti su Pop Up!

Paul Davison: la vita del co-fondatore di Clubhouse

Paul Davison è il co-founder, insieme a Rohan Seth, dell’app Clubhouse. Non esistono molte pagine e notizie dedicate a lui. Per cui proviamo a ricostruire la vita di Paul e come è arrivato a fondare Clubhouse.

Prima di tutto Davison è il fondatore di Highlight, un’app mobile che invia all’utente una notifica push quando si trova vicino a un altro utente della piattaforma. Inoltre è CEO di Alpha Exploration Co., società che detiene di fatto Clubhouse.

Paul Davison è nativo della città di San Diego, ha solo 32 anni e si è laureato a Stanford per poi conseguire il suo MBA presso la Stanford Business School.

Il percorso scolastico di Davison è regolare e senza soste: frequenta infatti un liceo noto per aver sfornato grandi uomini d’affari a San Diego, dove è anche membro di un club per “leader e imprenditori emergenti”.

Svolge poi uno stage presso Google dopo l’MBA e inizia a lavorare presso la società di consulenza Bain and Co. prima di entrare a far parte della startup di database Metaweb, acquisita da Google nel 2010. In precedenza era un imprenditore presso Benchmark Capital.

In un’intervista apparsa su Bloomberg, Kamran Ansari, un venture capitalist che ha conosciuto Paul Davison quando studiavano insieme economia a Stanford, ha così dichiarato in riferimento ad Highlight:

“Questo è sicuramente nel suo DNA. La sua mente non pensa, ‘E se qualcuno ti perseguita? O un criminale è connesso a te e vede chi sei? “La sua mente non la pensa in questo modo. Si torna ad essere ottimisti, senza preoccuparsi di questi casi limite “.

Gavin Chan, che ha lavorato a stretto contatto con Davison in Metaweb, ha così dichiarato:

“Ha un grande slancio più che forza. Paul va sempre avanti.”

Davison fonda la società Math Camp, che è colei che lancia Highlight. Quest’app riusciva a segnalare la presenza nelle vicinanze di altre persone che avevano scaricato l’applicazione. Per promuoverla, l’azienda paga alcuni giovani per girovagare per il centro di Austin indossando un dolcevita bianco con il logo Highlight.

Nel 2015, Math Camp rilascia un’app chiamata Roll, che chiede agli utenti di condividere ogni foto con un gruppo di amici, che però si rivela un flop.

L’anno successivo, la società rilancia l’app per la condivisione automatica di foto come Shorts. Alla fine però Math Camp viene ceduta a Pinterest.

Nel 2019 lo stesso Davison lascia il social per rimettersi in pista insieme a Rohan Seth. Ed ecco qualche tempo più tardi nascere Clubhouse, che in poco tempo scala le classifiche delle app più scaricate al mondo.

download clubhouse

Clubhouse tocca quota 13 milioni di download in un anno. Italia al settimo posto al mondo

A solo un anno dal suo lancio, Clubhouse tocca quota 13 milioni di download in tutto il mondo. A lanciare la notizia è stata Social Media Today che ha riportato i dati di App Annie, un software che misura i dati e le statistiche relative ai diversi social media.

La classifica dei paesi che hanno scaricato il maggior numero di volte Clubhouse, recita:

  1. USA: 3.2 million
  2. Japan: 1.8 million
  3. Germany: 735,000
  4. Brazil: 615,000
  5. Russia: 540,000
  6. Malaysia: 567,000
  7. Italy: 435,000
  8. UK: 397,000
  9. South Korea: 387,000
  10. Turkey: 363,000

Dai dati emersi, l’Italia risulta essere al settimo posto della classifica mondiale nel numero di download di Clubhouse, superando addirittura UK e Corea del Sud. Inutile dire che al primo posto troviamo gli Stati Uniti, inarrivabili a quota 3.2 milioni di download, seguita da Giappone e Germania.

Staremo a vedere quali saranno le prossime mosse di Clubhouse e come la piattaforma si muoverà per continuare la sua crescita, che sembra essere destinata a non fermarsi mai.

clubhouse app