Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Marketing As Roma: primo atto della Media Company del calcio italiano

Prospettive dell'As Roma nell'Olimpo della Sport Industry in funzione delle nuove strategie di fan engagement, sponsorizzazioni e monetizzazione.

marketing As Roma

Marketing As Roma: tra Champions, sponsor e strategie digital

Martedì 18 settembre 2018 si è alzato il sipario sulla prestigiosa Champions League .

Nella prima giornata del Gruppo G, la mia squadra del cuore è ospite del brand calcistico per antonomasia, ovvero il Real Madrid. Riuscirà la Roma di Eusebio Di Francesco dare continuità al strepitoso cammino della scorsa stagione, quando i giallorossi sono stati fermati in semifinale di Champions? Di sicuro l’impresa romanista al Santiago Bernabeu è paragonabile alla vicenda biblica del pastorello Davide, armato di coraggio e abilità, che batte con una semplice fionda il temibile gigante Golia. Insomma un inno ai piccoli che possono sconfiggere i giganti i quali poi così giganti non sono. Entrambe le due squadre giocheranno con il coltello tra i denti, con la rabbia di chi sente la pressione. Per De Rossi e compagni è la gara dell’inizio stagione e non vorranno subire l’assalto dell’armata Blancos in modo letargico, perché ne riconoscono il passo e la voce tuonante.

Logo Real Madrid vs logo As Roma tra il logo della Champions League

As Roma inizia a convincere e a creare valore. Qatar Airways e Nike i due Main Global Partner, mentre Hyundai è retro sponsor

I due maggiori fornitori di sportwear, Adidas e Nike, si contendono il mondo calcistico mondiale come jersey sponsor. Entrambi i brand hanno accordi con top club, tra cui Real Madrid griffato Adidas e As Roma vestita con lo swoosh, ovvero Nike uno dei marchi più conosciuti del mondo.

La partnership decennale con la società di Trigoria, che scadrà il 31 maggio 2024 con l’opzione di prolungamento fino al 31 maggio 2026, arricchisce le casse giallorosse di un compenso fisso annuale di 4 milioni di Euro, che potrebbe crescere fino a 5 milioni l’anno.

L’accordo commerciale siglato col colosso americano, nonchè fornitore esclusivo e sponsor ufficiale della Roma per prodotti tecnici e non, sistemi o metodi di misurazione delle performance e abilità atletiche, prevede anche la clausola che prevede che Nike potrà rompere l’accordo o ridurre il compenso fisso annuale in caso di mancata partecipazione a competizioni calcistiche europee per due stagioni sportive consecutive.

Insomma non conviene mettere a repentaglio un accordo da oltre 50 milioni di Euro.

Maglia As Roma con il logo della Nike e quello del qatar airwaysLa lotta spietata per apporre il proprio logo sulle maglie del calcio si svolge anche tra i cieli, visto che la presenza delle compagnie aeree nel mercato calcistico ha assunto ormai proporzioni notevoli, brandizzando non solo le divise ma anche gli stadi. La Roma è scesa per 5 stagioni consecutive in campo con le divise immacolate e poche ore prima dell’andata della semifinale Champions League 2017/2018 contro il Liverpool, il brand giallorosso ha sigillato il più importante accordo di sponsorizzazione della sua storia con Qatar Airways. Si tratta di una partnership tra due grandi brand con ambizioni di portata globale, nonchè il settimo sponsor nei 91 anni di storia del club capitolino. Il logo della compagnia aerea qatariota in qualità di Main Global Partner, che compare sulla jersey giallorossa, ha un vaolre economico di 12-15 milioni di Euro più bonus a stagione fino al 2020/21. Inoltre attraverso questa partnership, Qatar Airways realizzerà pacchetti ad hoc per i tifosi, che includono la possibilità di assistere alle partite della Roma e visitare la capitale italiana. Anche l’avversario di oggi della Roma viene sponsorizzato da un’altra compagnia aerea del Golfo, Fly Emirates. Vediamo chi spiccherà il volo!

Il brand giallorosso inizia a convincere e a creare valore. Ne è una conferma anche il back sponsor prestigioso con un accordo da 10 milioni di Euro. Hyundai Motor metterà il suo marchio sul retro della maglia capitolina fino al 2021, accompagnando il club giallorosso in tutte le competizioni ufficiali. È la prima volta che Hyundai stabilisce una partnership nel mercato calcistico italiano e lavorerà a stretto contatto con As Roma per creare una serie di iniziative innovative ed esclusivi benefit per i sostenitori del club, come l’iniziativa dedicata ad 8 tifosi, che sono stati invitati a Trigoria per uno speciale tour dietro le quinte per il loro compleanno, i quali non si sarebbero mai aspettati di incontrare Edin Dzeko, Javier Pastore, Cengiz Under e Bryan Cristante.

Insomma per il presidente Pallotta, dopo tanta attesa, ha trovato il secondo importante sponsor insieme a Qatar Airways.

Marketing As Roma: la società ha puntato sulla Digital Transformation

Il panorama calcistico è cambiato e per le società si sono aperte nuove possibilità di advertising sul campo da gioco e al di fuori, in cui si punta a vincere l’attenzione del pubblico. Quindi i brand calcistici si stanno trasformando in vere e proprie media company, organizzandosi come evolute redazioni per generare contenuti da diffondere sfruttando le nuove tecnologie e i nuovi canali di diffusione. Da qualche anno ormai la Roma ha intrapreso il processo di cambiamento con una vera e propria digital transformation, diventando a tutti gli effetti una media company, attraverso:

  • un canale televisivo in chiaro sulla piattaforma Sky;
  • una radio di proprietà;
  • un sito riconosciuto a livello internazionale;
  • 28 piattaforme digitali che comunicano quotidianamente in 14 lingue.

AS Roma immagine nuovo stadio

Dunque l’integrazione tra Area Marketing e Area Media è una partita che As Roma si sta giocando benissimo, in cui i social media hanno un ruolo sempre più importante e rappresentano degli asset strategici fondamentali per mantenere una fan base sempre più esigente e più competente. Ovviamente sono gli stessi calciatori della Roma ad amplificare la diffusione del brand giallorosso e a monetizzarlo. Dallo svedese Robin Olsen al fuoriclasse Edin Dzeko, passando per il capitano Daniele De Rossi, i calciatori sono indubbiamente una chiara strategia di sviluppo del brand su nuovi mercati internazionali, con molti contenuti social e campagne di comunicazione.

Stasera la Roma disputerà una partita in una competizione ai massimi livelli e si pone come obbiettivo, non solo la vittoria, ma essere anche un brand calcistico all’avanguardia da un punto di vista tecnologico. Insomma dall’unione delle dinamiche di marketing 4.0 e industry, nasce il nuovo concetto di sport digital e il tifoso, nonchè cliente, è al centro della strategia, con la tecnologia pronta ad abilitare nuovi comportamenti e nuove possibilità di business. È l’unica strada possibile per poter raggiungere e restare stabilmente nell’elite del calcio internazionale.

La Roma punta dunque a raggiungere con i propri contenuti una platea sempre più globale, anche nell’ottica di una maggiore integrazione con la divisione commerciale, in modo da mettere a disposizione di sponsor e partner una piattaforma multimediale ancora più efficace.

Per la media company As Roma si parte quindi con la super-sfida al Real Madrid, che vede i giallorossi di Di Francesco, protagonisti di un avvio complicato, affrontare i Campioni d’Europa.

Daje Roma conquista l’Europa e facci sognare…fine primo atto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *