Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

L’e-commerce cosmesi: un settore sempre più attrattivo

© by caleno24ore.it

E-commerce cosmesi: dati incoraggianti in Italia

Il Cosmoprof, la più grande fiera d’estetica e cosmetica rivolta ad ambo i sessi tenutasi a Bologna,si è da poco conclusa. Sfilate,ballerini,visi magnetici e  chiome fresche di forbici  sono state protagoniste della fiera,alla quale si è ispirata anche la fiera Aestetica  tenutasi a Napoli a novembre. L’intervento conclusivo della fiera proposto da Gianmarco Pappalardo, Country Manager Mintel, ha delineato gli scenari futuri della cosmetica a livello globale, proiettandosi al 2025.

Quattro i temi: Realtà aumentata, ovvero, l’aumento delle potenzialità tecnologiche nell’interazione con le esigenze dell’umanità. Acqua nuovo lusso, con la realizzazione di formule “water free”, la nuova sfida della cosmetica per ottimizzare l’utilizzo di un elemento che sta diventando sempre più prezioso. Power play, la risposta agli stili di vita sempre più stressanti che caratterizzano il nostro tempo,grazie a prodotti “a rilascio di energia” che favoriscono il recupero di una dimensione di benessere. Infine, Gastronomia, che replica nel settore cosmetico – come in quello alimentare – il desiderio di formule più semplici e naturali, con ingredienti “food” e texture particolari per coinvolgere sempre più il consumatore.

Il settore della cosmetica è uno dei settori che sta crescendo in Italia soprattutto on line,grazie anche alle numerose aziende che comprendono un loro shop all’interno dei loro siti come Kiko, Mac, Lush e Wycon.

Nel 2015 il valore degli acquisti online di prodotti beauty è cresciuto del 22%, un ritmo superiore a quello dell’intero Net Retail italiano (+19% nel 2015 rispetto al 2014), per un valore di 170 milioni di euro. Lo dicono i dati del Consorzio Netcomm e Cosmetica Italia.

Roberto Liscia presidente Netcomm ha affermato che ‘’Ad oggi sono 29,3 milioni gli individui maggiorenni che accedono alla Rete almeno una volta a settimana e 18,2 milioni (61,2%) fanno acquisti online. Di questi, 4,7 milioni (il 16,1% della popolazione presa in esame) ha acquistato almeno una volta negli ultimi sei mesi un prodotto di cosmetica”.

Gli acquirenti online di prodotti beauty sono il 16,2% degli utenti Internet italiani maggiorenni (quasi 5 milioni di persone). La maggior parte degli acquirenti on line sono donne e in metà dei casi hanno un’età compresa tra 25 e 44 anni.

Gli acquirenti online di prodotti di cosmetica sono cresciuti del 18% nell’ultimo anno, raggiungendo i 4,7 milioni di individui, 2 milioni dei quali sono acquirenti abituali, ovvero hanno acquistato più di una volta un prodotto di cosmetica negli ultimi sei mesi.

Nel 2015 ogni 100 euro spesi in Italia in prodotti di cosmetica, 2,2 sono passati attraverso il canale online. L’acquisto online di prodotti cosmetici avviene nell’89% dei casi su un sito Web del merchant e solo in 11 casi su 100 via App. I merchant più utilizzati nell’acquisto online sono gli eRetailer, ovvero soggetti nati con la Rete e che non esistevano prima dell’avvento di Internet, seguiti dai produttori che trovano nell’online il modo per raggiungere direttamente i propri clienti.

A guidare lo shopping online è soprattutto un sentimento di comodità che comprende la convenienza (risparmio, offerte) e la disponibilità (prodotti difficili da trovare, ampio catalogo disponibile), ma da acquirente credo giochi un ruolo importante anche la possibilità di studiare meglio le componenti del prodotto, i colori e altre caratteristiche a cui non facciamo molto caso  in un negozio fisico .

Per i consumatori dei prodotti beauty, consegna gratuita e prezzo conveniente rispetto al negozio sono parametri di garanzia per un servizio di acquisto online perfetto, insieme a sicurezza, affidabilità, serietà e ottime recensioni come ad esempio avviene con siti come Kiko Milano.

E’ ovvio che ci siano anche altri fattori influenti come il ricorso a persone esperte come Clio Make Up che con i suoi video e articoli cattura l’interesse dei lettori spingendoli all’acquisto di prodotti da lei consigliati o i portali beauty.

cosmetica

Lo strumento maggiormente utilizzato per fare acquisti nel settore della cosmetica è lo smartphone  (+10%).

Quali sono i prodotti cosmetici più acquistati on line?Showroomprive.it, player europeo dell’e-Commerce, specializzato nelle vendite private online, ha svolto, in concomitanza con il Cosmoprof 2016, un’indagine su un campione rappresentativo di 1.000 italiani, per rivelare le loro preferenze in fatto di cura della bellezza.

Secondo l’indagine le creme per il viso sono il prodotto di bellezza più acquistato online dal 13,7% degli italiani, seguite subito dagli smalti, preferiti dal 13,3% dei rispondenti. Al terzo posto troviamo i mascara con il 12,9% delle preferenze, seguiti dai profumi (11,5%) e dai prodotti per la cura dei capelli (10,3%).

Lasciando la top 5, rossetti e gloss occupano la sesta posizione (9,5%), vengono poi i prodotti da bagno con il 9%, all’ottava posizione troviamo crema per il corpo (7,9%), e alla nona gli ombretti con il 7,7%. Il fanalino di coda sono i solari con il 4,2%, complice probabilmente la loro specifica stagionalità.

Per quanto riguarda la spesa media annua, il 60,9% degli italiani intervistati da Showroomprive.it dichiara di  non spendere online più di 50 euro in prodotti di cosmetica, mentre il 23,4% investe tra i 50 e i 100 euro e il 15,7% oltre i 100 euro.

“Dalla nostra esperienza – afferma Virginia Hernández International PR Manager and Business Development di Showroomprive.com – rispetto alle vendite di cosmetici, su Showroomprive.it è confermato l’interesse degli italiani verso i prodotti caratterizzati da ingredienti naturali, bio, e senza parabeni, un trend che sembra essersi rafforzato soprattutto negli ultimi tre anni. Oggi le persone sono sempre più informate, fanno ricerche sul web, e sono attente al rapporto qualità prezzo dei prodotti che acquistano.

Voi invece che prodotti cosmetici acquistate on line? Siete attente agli ingredienti dei prodotti? Cosa vi attendete dal settore dell’ e-commerce cosmesi nei prossimi anni? Aspetto i vostri commenti!

fonti :

engage

allure

brand-news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *