Instagram Stories: i trucchi per creare contenuti efficaci

0
272
instagram foto logo social medium

Le Instagram Stories rappresentano per i brand un valido strumento per la realizzazione di contenuti in grado di coinvolgere gli utenti: ecco tutti gli accorgimenti da conoscere suggeriti dagli esperti in creazione video animati di Video-Animati.it

Un marchio che voglia sfruttare al massimo le potenzialità delle Instagram Stories non può fare a meno di programmare i contenuti in maniera accurata, secondo una strategia ben pianificata. Esattamente come succede quando si gestisce un blog, anche in questo caso è molto importante provvedere alla programmazione anticipata di un calendario editoriale a cui attenersi. Non si tratta solo di decidere quali contenuti creare; è importante anche individuare gli hashtag che dovranno essere utilizzati e prevedere dei click to action attraverso i quali sia possibile rendere il proprio sito più visibile.

I video in diretta nelle Stories

Quando si parla di Stories su Instagram, è bene non sottovalutare le potenzialità offerte dai video in diretta. Molti influencer, non a caso, scelgono proprio le dirette per comunicare con i follower, consapevoli del fatto che si tratta di una strategia di successo. I motivi sono molteplici, ma uno dei più evidenti riguarda la capacità delle live di coinvolgere gli utenti in tempo reale. Ecco, quindi, che vale la pena di studiare tutte le modalità attraverso le quali questa funzione può essere sfruttata al massimo: le live possono essere utilizzate per interagire con degli esperti del settore, per mostrare al pubblico le ultime novità o ancora per rispondere a domande e richieste degli utenti. Anche svelare il backstage è una buona strategia: far scoprire il dietro le quinte di un marchio consente di umanizzarlo e di farlo apparire più vicino.

Come sfruttare i sondaggi

Nel novero degli strumenti che aiutano ad aumentare il numero di visualizzazioni attraverso le Stories di Instagram ci sono anche i sondaggi, che aprono la porta verso un engagement migliore. Con i sondaggi, gli utenti possono essere avvicinati ai contenuti che si pubblicano, al fine di promuovere il loro coinvolgimento. Inoltre, vi si può ricorrere per conoscere le preferenze, i desideri e le passioni dei follower. Il consiglio per chi gestisce il profilo Instagram di un marchio, pertanto, è quello di predisporre delle domande per sfruttare le relative risposte in vista dei contenuti che potranno essere realizzati in seguito. Meglio si riesce a lavorare in tal senso e più possono aumentare le interazioni con il passare del tempo, dal momento che i topic che si affronteranno riusciranno a intercettare le attese degli utenti.

Menzioni, e non solo

Proseguiamo con la rassegna delle best practice da adottare nell’uso delle Stories di Instagram facendo riferimento alle menzioni, che sono facili da utilizzare ma al tempo stesso molto efficaci. In pratica, se un marchio viene menzionato o taggato in un post, condividerlo nella propria Story è di certo una buona idea. Non va dimenticata, poi, l’importanza della musica. Se si registra una Story occorre riprodurre la canzone o il brano che si è interessati a utilizzare usando un’altra app, come per esempio quella di Spotify. Oppure è possibile registrare il video in anticipo e poi integrare la musica: InShot è un’app che si può usare per questo obiettivo, e consente fra l’altro di ricorrere anche ai brani presenti sul telefono, eventualmente montandoli, aumentando o abbassando il volume o utilizzando effetti di dissolvenza incrociata. 

Come si registrano i video

I video possono essere registrati tenendo lo smartphone in orizzontale o in verticale, ma in realtà sarebbe meglio preferire la seconda opzione. Infatti, in genere le persone usano lo smartphone tenendolo in verticale. I file musicali di cui abbiamo appena parlato permettono di produrre contenuti più coinvolgenti, ma per essere ancora più originali si possono impiegare anche le animazioni, che hanno il pregio di catturare l’attenzione di tutti. Le animazioni possono essere realizzate, per esempio, con Adobe Spark, che è un tool che può essere usato gratis, sia come app da scaricare sullo smartphone che come strumento sul computer. Il funzionamento è davvero semplice: è sufficiente scegliere un modello avanzato e selezionare la palette colori. A questo punto il lavoro può essere salvato.

I consigli per usare la fotocamera con le Stories

Non è detto che per realizzare dei video di qualità serva per forza una macchina fotografica chissà quanto costosa, soprattutto in considerazione delle caratteristiche e delle specifiche tecniche degli smartphone di ultima generazione. Gli esperti raccomandano di realizzare i video non con la fotocamera di Instagram ma con quella nativa. Infatti, usando la fotocamera di Instagram la risoluzione sarebbe più bassa e ci sarebbe un numero più basso di funzionalità a disposizione per il montaggio. Inoltre, c’è da tener presente che la registrazione con lo smartphone avviene in formato RAW, grazie a cui si può usufruire di file con varie estensioni per la post produzione. Non viene effettuata alcuna compressione, e così la risoluzione originale viene mantenuta.