auto usate

Comprare un’auto usata è senz’altro un’ottima idea per coloro che vogliono entrare in possesso di una vettura di qualità senza spendere una cifra eccessiva. Numerose proposte di seconda mano garantiscono prestazioni di assoluto rilievo, anche se bisogna prestare attenzione a diversi fattori che possono modificare il costo d’acquisto. Ecco quali consigli seguire per entrare in possesso di una vettura dalla qualità sicura e garantita.

Quale metodo attuare per comprare un’auto usata

Quando ci si accinge all’acquisto di una vettura di seconda mano, bisogna prima di tutto sapere quale canale utilizzare per una transazione finanziaria così importante. In primo luogo, bisogna scegliere se comprare presso un rivenditore privato o un concessionario. Nella prima circostanza, il prezzo generale potrebbe essere inferiore, ma bisogna prestare tutta la dovuta attenzione ad eventuali garanzie pratiche ed economiche. Se invece si scegliere ci comprare presso un rivenditore autorizzato, la garanzia di un anno è di prassi.

Ad ogni modo, nel corso degli ultimi tempi, il panorama dei compro auto ha vissuto una profonda evoluzione. Il mondo del web mette a disposizione dei suoi numerosi fruitori una serie di sistemi alternativi che possono soddisfare una vasta cerchia di potenziali clienti. Per esempio, chi vuole entrare in possesso di auto usate Mantova può servirsi di siti classified. In alternativa, chi vuole può affidarsi ad una vera e propria piattaforma di e-commerce per automobili di seconda mano, come ad esempio Brumbrum. Ciò che conta è trovare il sistema giusto per comprare un’auto usata in massima sicurezza e al prezzo giusto.

Quali sono i parametri fondamentali per valutare un’auto usata da acquistare

Una corretta valutazione di un’auto usata dipende da numerosi elementi tutti molto rilevanti. Prima di tutto, bisogna saper scegliere il tipo di alimentazione della propria vettura di seconda mano. Dalla benzina al gasolio, dal GPL al metano, passando per le auto elettriche ed ibride, le opzioni interessanti non mancano. Quindi, è consigliabile verificare con una certa attenzione le quotazioni delle auto usate presso gli appositi siti web. Diversi servizi come Quattroruote hanno ricevuto una certificazione di garanzia e qualità a livello nazionale e sono tra i più consigliati.

Ad ogni modo, è necessario saper tenere conto dei parametri essenziali per comprare un’auto usata al costo giusto. Dal chilometraggio alla dotazione di serie, dalla manutenzione ai tagliandi passando per lo stato degli pneumatici, niente deve essere lasciato in secondo luogo. Bisogna comunque prestare la massima attenzione ad ogni singolo particolare, dato che il rischio di andare incontro a possibili truffe è sempre dietro l’angolo. In alcuni casi, si può avere a che fare con una manomissione del contachilometri, o con l’omissione volontaria di sinistri stradali che hanno causato danni enormi alla carrozzeria e alle componenti meccaniche.

Quali analisi effettuare e quali documenti possedere al momento dell’acquisto

Al momento dell’acquisto di un’auto usata, è quindi fondamentale avere sempre la situazione sotto controllo. Chi non possiede la dovuta esperienza può recarsi presso il concessionario o il rivenditore privato insieme al proprio meccanico di fiducia. Quest’ultimo è capace di verificare le cinghie, la frizione, i freni, possibili perdite d’olio e acqua. Se la vettura comprata presenta inconvenienti di una certa gravità, è possibile affidarsi al diritto di recesso nel corso dei primi 24 mesi dall’acquisto, con tutte le riparazioni da effettuare per tornare a condizioni di piena conformità.

Dalla presenza di segni di ruggine alla chiusura delle portiere, dal parafango alle piccole ammaccature, passando per graffi, imperfezioni di vernice e danni al telaio, ogni elemento esterno va tenuto d’occhio. Lo stesso discorso riguarda le componenti meccaniche, tra le quali il refrigerante, l’olio, il motore, la cinghia di trasmissione. Per facilitare la situazione, sarebbe opportuno chiedere al venditore di fare un giro con lui alla guida e ricevere il libretto di manutenzione per verificare gli interventi apportati.

Infine, non ci si può dimenticare dei documenti che occorrono per comprare un’auto usata in massima tranquillità. Un utente privato è tenuto a richiedere una visura al PRA per monitorare eventuali ipoteche o fermi amministrativi pendenti sulla vettura. Deve essere il vecchio proprietario ad estinguere ogni obbligo per evitare che possa gravare sull’acquirente. Inoltre, è necessario accertarsi che sul libretto di circolazione compaiano i numeri del telaio e del motore giusti, ossia esattamente corrispondenti rispetto a quelli dichiarati. Ogni lavoro compiuto dal rivenditore deve essere accertato tramite fattura o tagliando. In caso contrario, il rischio di avere a che fare con una spesa poco coerente e vantaggiosa inizia a farsi piuttosto concreto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui