Come lavorare da modella da remoto

0
337
influencer di moda

Già nel primo semestre 2020 le aziende fashion hanno registrato un calo di fatturato del 28%, mentre quello delle multinazionali è al 7%, secondo l’analisi del centro studi Mediobanca. 

Nadia Portioli, analista di Mediobanca, ha dichiarato al Sole 24 Ore:  Per il settore moda la peggiore dell’era moderna. Se guardiamo alla marginalità, la situazione appare anche peggiore: nel primo semestre 2019 il margine l’ebit medio delle aziende del settore era del 18%, nel 2020 è stato del 4%”.

La moda si è dovuta adeguare ai tempi rinnovati e per farlo ha cambiato il modo di fare marketing utilizzando il digital. Le Maison sono tutte sul digital ormai, e alcune hanno una gestione dei social media talmente ben fatta da avere numeri da fare invidia, come Gucci che conta 42,5 MLD di follower

Gli shooting fotografici sono mutati. Se prima venivano fatti negli studi con decine di addetti ai lavori, che si occupavano della modella in ogni minimo dettaglio, ora molti servizi vengono fatti da remoto. 

Ciò è possibile permettendo al fotografo di prendere le redini del proprio PC a distanza o addirittura delle stesse fotocamere digitali; ad esempio combinando Teamviewer ed Eos Utility è possibile accedere agli apparecchi Canon come se li si avesse dinanzi.

Le modelle con maggiore esperienza non hanno avuto problemi, ad esempio Cindy Crawford per il suo shooting dalla casa in California, ha dovuto seguire le direttive del fotografo, provvedendo da sé a make up e parrucco.

Anche Bella Hadid ha fatto lo stesso e annunciato le sue foto su Instagram così: “Tempo di cambiamenti, il lavoro da casa assume nuovi significati, ecco il mio ultimo shooting fatto in quarantena con lo styling a distanza.

Per i servizi che includono particolari scenografie, come quelli di viaggi, sullo sfondo di panorami tropicali mozzafiato, il rimedio è presto trovato. Il fotografo tramite piattaforma Zoom riesce ad entrare da remoto nel pc della modella e impostare le cornici adeguate su cui poserà. Lei si prepara con un abbronzante che conferisca un effetto dorato e un bikini trendy; così, anche nel plumbeo cielo londinese si otterrà un shooting a distanza sui Caraibi. 

Ma quando le modelle proprio non possono da remoto ed il servizio è indispensabile, allora si va nello studio più vicino, ma con alcune accortezze, oltre all’ormai abituale uso della mascherina, distanziamento sociale e tampone pre incontro. Ecco quali sono:

  • Non si devono utilizzare mezzi pubblici o servizi car sharing. Solo auto private o a piedi. 
  • Molti effetti con pochi vestiti: riduzione al minimo degli abiti da indossare.
  • Nessun entourage al seguito
  • Non utilizzare diamanti e pietre preziose che richiedono guardie, servizi di sicurezza in più.

Le misure per contenere il diffondersi della pandemia hanno trasformato tutti i settori, ma quello della moda, così ricco di addetti ai lavori, ha subito un cambiamento drastico. I set ormai sono semi deserti.