L’ASA in UK denuncia gli influencer di Love Island per pubblicità occulta sui social media

0
462
influencer instagram foto

L’ASA in UK denuncia gli influencer di Love Island per pubblicità occulta sui social media e minaccia ulteriori sanzioni

Gli influencer dei social media sono sempre più ricercati dalle aziende che vogliono avvalersi della popolarità dei personaggi in piattaforma per pubblicizzare i propri prodotti. Ma ovviamente in Europa e in altri paesi esistono regole legate alla comunicazione agli utenti che quei contenuti derivano da partnership a pagamento. Questo può avvenire ponendo l’etichetta Instagram, se la pubblicità è sul noto social di Meta, oppure ponendo specifici hashtag che fanno capire come quel contenuto in verità sia frutto di pubblicità.

Non sappiamo perchè ancora oggi ci sono personaggi, anche famosi, che non rispettano queste semplici regole. Ma tant’è in Inghilterra l’ASA, acronimo di Advertising Standards Association ha intensificato la sua campagna denigratoria nei confronti di questi influencer dal titolo “Name and Shamed”, pubblicando annunci che denunciano gli influencer che infrangono le regole. Come si apprende da The Drum ben cinque ex concorrenti di Love Island e la star del reality Jodie Marsh sono stati chiamati in causa dalla stessa ASA per non aver etichettato gli annunci pubblicitari secondo le norme vigenti.

Ad oggi sono stati “avvertiti” oltre 120 influencer nel Regno Unito.

Sui social sono apparsi anche i seguenti annunci:

“[Nome] è stato sanzionato dall’autorità di regolamentazione degli annunci del Regno Unito per non aver dichiarato annunci su questa piattaforma. Tieni presente che i prodotti e i servizi consigliati o presentati da questo influencer potrebbero essere stati pagati da quei marchi. La nostra pagina sui profili social non conformi su asa.org.uk viene regolarmente aggiornata per informare i consumatori su coloro che infrangono queste regole”.

Come affermato dallo stesso Shahrias Coupal, direttore delle politiche e delle pratiche pubblicitarie presso l’ASA:

“In un nuovo fronte di attività di contrasto, utilizziamo annunci mirati per evidenziare le violazioni di sei personalità dei social media allo stesso pubblico che stanno cercando di influenzare. Quando vedremo le modifiche necessarie alle loro pratiche di divulgazione, annulleremo gli annunci. Ma, dove la non conformità persiste, cercheremo forme di applicazione più dirette”.

L’autorità cerca di fare il possibile per evitare che gli utenti siano fuorviati dagli annunci falsamente naturali degli influencer sui social media, e sta pensando anche a possibili sanzioni per chi non si adegua alle regole.