La Roma si schiera compatta con il movimento “Black Lives Matter”

0
557
roma black lives matter iniziativa
Fonte: AS Roma

As Roma alla sua prima partita di Serie A il prossimo 24 giugno si stringerà attorno al movimento Black Lives Matter, lanciando un importante messaggio contro il razzismo con le proprie divise da gioco. Infatti la stagione di Seria A interrotta a causa dell’emergenza Covid-19, ha ripreso a giocare e la Roma ha deciso di appoggiare il movimento Black Lives Matter e unirsi contro qualsiasi forma discriminatoria, in particolare nei confronti del colore della pelle.

A seguito delle rivolte di Minneapolis (USA) per l’uccisione di George Floyd da parte della polizia, il movimento è ormai divenuto trasversale in tutto il mondo.

L’immagine forte di questo sopruso ha creato terreno fertile per il successo di un movimento di protesta, coinvolgendo anche il mondo del calcio italiano, che da anni ha un serio problema con il razzismo nei propri stadi.

Il brand calcistico giallorosso prende una netta posizione contro il razzismo. I giocatori scenderanno in campo con una patch speciale cucita sulla manica sinistra della maglia da gioco.

A partire dalla sfida di mercoledì 24 giugno all’Olimpico di Roma contro la Sampdoria e fino alla gara di domenica 2 agosto contro la Juventus all’Allianz Stadium di Torino, la patch con le parole “Black Lives Matter” unite ad “ASSIEME” accompagnerà i giocatori per un totale di 12 partite dell’attuale campionato.

Il nome della campagna lanciata dalla Magica per le attività di Roma Cares durante l’emergenza Coronavirus, utilizzerà i propri giocatori, nonché brand ambassador giallorossi, per veicolare un importante messaggio.

La società capitolina ha deciso poi di mettere all’asta le casacche indossate dalla prima squadra con la patch, al termine del campionato. L’obiettivo è quello di raccogliere fondi per diverse associazioni che si battono in prima linea contro il razzismo e per Roma Cares.

Soldi che serviranno per sviluppare nuove iniziative contro il razzismo, coinvolgendo i bambini in tutta Italia.

Inoltre a luglio Roma Cares lancerà un nuovo workshop per i giovani della Capitale per promuovere e assumere comportamenti antirazzisti.

La campagna Black Lives Matter coinvolge anche il settore giovanile e i social dei calciatori

Prima dell’allenamento a Trigoria (ad inizio mese) il ct Paulo Fonseca e i suoi giocatori si sono inginocchiati, mostrando il loro sostegno alla causa. L’immagine è stata diffusa dal profilo Twitter in inglese del club con lo slogan #BlackLivesMatter.

as roma black lives matter
Fonte: AS Roma

Molti calciatori giallorossi si sono uniti alla protesta attraverso post personali sui propri profili social, come nel caso del difensore brasiliano, Juan Jesus.

Anche 21 calciatori e calciatrici del settore giovanile hanno voluto mostrare il loro supporto alla giusta causa, inginocchiandosi davanti al Colosseo. Un gesto univoco di vicinanza alla vittime del razzismo.

roma black lives matter
Fonte: AS Roma

Conclusioni

Dunque la maglia da gioco non è solo l’inimitabile identità della squadra, ma è un’immagine di comunicazione importante nel calcio. La divisa da gioco non é solo il principale strumento di marketing nel calcio per attivare partnership commerciali milionarie e rafforzare la brand awareness, ma bensì diventa un punto di forza ben strutturato per creare immedesimazione nel tifoso e contribuire alla cultura dell’uguaglianza e dell’inclusione.

Insomma non rimarrà solo una patch cucita addosso sulla maglia della mia squadra del cuore, ma si proietterà verso un futuro di successo per lottare contro la discriminazione razziale e difendere i diritti umani. Daje Roma!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui