Virtual Private Network (VPN): più di 1 milione di italiani ne usa una

0
160
VPN

Una VPN, o Virtual Private Network (Rete Virtuale Privata), è un servizio progettato per proteggere la privacy e la sicurezza degli utenti che navigano online. In poche parole, una VPN crea una connessione crittografata tra il proprio dispositivo (come un computer, uno smartphone o un tablet) e un server remoto gestito dalla VPN. Questo agisce da intermediario tra il dispositivo e Internet e oscura i dati della navigazione. In questo modo nessuno può conoscere l’indirizzo IP, i siti visitati, la durata della sessione e altre informazioni personali. 

Questa tecnologia è diventata molto popolare negli ultimi anni, fino a raggiungere milioni di utenti anche in Italia, dove il tasso di utilizzo di Internet in generale sta crescendo continuamente.  

Oltre 1 milione di italiani usano una VPN nel 2023

Da inizio 2023 ad oggi quasi un milione e mezzo di italiani, precisamente 1.349.134, usufruiscono in maniera continuativa di una rete VPN. Stando alla classifica stilata da AtlasVPN, uno dei migliori VPN provider sul mercato, l’Italia occupa il 38° posto della classifica su scala mondiale. 

Attualmente in cima si trovano Singapore (19.32% di indice di adozione VPN), Emirati Arabi (16,94%) e Qatar (15.33%). In territorio europeo a guidare la classifica vi è il Lussemburgo, con 44 mila fruitori e un indice di adozione, in proporzione agli abitanti del 7,09%, (molto superiore alla modesta percentuale italiana pari a poco più del 2%). I Paesi che fanno meno uso di questi servizi, invece, sono la Colombia (0,56%), il Giappone (0,49%) e il Venezuela (0,37%). 

VPN: quali sono i vantaggi?

A cosa è dovuta la popolarità di questi strumenti? I vantaggi di utilizzare una VPN durante la navigazione online sono moltissimi. Soprattutto quando ci si trova all’estero. Di seguito un elenco dei più significativi.

  • Sblocco cataloghi streaming stranieri: usufruire di una VPN permette all’utente di visualizzare i cataloghi streaming di altri paesi, spesso provvisti di un palinsesto più ampio e variegato (es. catalogo USA di Netflix). Il tutto spostando il proprio indirizzo IP in un altro paese, scegliendo un server nello Stato che si desidera;
  • Uso all’estero per consultare siti italiani: per chi si trova fuori dall’Italia per viaggio o lavoro, una VPN è utile per visualizzare contenuti o navigare su siti disponibili sono in suolo italiano;
  • Privacy: una VPN applica la crittografia al traffico Internet, nascondendo le attività online da occhi indiscreti, inclusi ISP, hacker e enti governativi. Questo rende difficile il monitoraggio delle attività online e protegge i dati personali;
  • Prenotare voli aerei economici: molte compagnie aeree o di hotel regolano le proprie tariffe in relazione alla posizione geografica dell’utente. Con una VPN sarà possibile cercare i prezzi più vantaggiosi, non essendo condizionati da tracciamenti precedenti;
  • Protezione mentre si usa un wifi pubblico: le reti wifi pubbliche che consentono la connessione senza l’inserimento di password sono spesso usate per ottenere illegalmente i dati sensibili delle persone. Una VPN permette grazie alla crittografia di essere sempre protetti.

Gli italiani dunque scelgono di usare una virtual private network per questi e altri vantaggi. Ci si aspetta che i numeri crescano ulteriormente: una previsione elaborata da Surfshark (altro noto provider VPN) mostra un fine anno 2023 esplosivo con circa 1,2 miliardi di utenti VPN. Una popolazione pari al 33% di tutti gli utenti di Internet.