Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

SMM: 6 campagne a cui ispirarti nel 2018

SMM: 6 campagne da cui prendere ispirazione per l’anno nuovo

Mettere insieme una campagna di SMM di successo non è facile ma a volte basta una scintilla per creare qualcosa di grandioso. Qui troverai una raccolta di 6 campagne social che si sono distinte nel 2017 da cui poter prendere spunto per la tua strategia di social media marketing nel 2018.

Ecco le 6 campagne social più di successo:

Heineken #OpenYourWorld – la campagna purpose-driven

Il 2017 è stato l’anno in cui il marketing purpose-driven ha raggiunto i massimi livelli. Con purpose driven si intende una comunicazione non finalizzata semplicemente ad ottenere l’attenzione del consumatore ma a conquistare il suo cuore e mente, creando un’unione fra i brand e le persone a sostegno di una causa nobile; infatti molte aziende supportano varie cause benefiche, ma non sono abituate a creare contenuti pubblicitari attorno a queste. E le campagne di marketing purpose driven sono finalizzate a questo scopo.

Spinti soprattutto dagli eventi negli Stati Uniti, brand come Heineken e altri si sono spinti oltre i prodotti e le aspirazioni, per toccare i valori delle persone. La loro campagna #OpenYourWorld si è concentrata sul mettere insieme persone con punti di vista opposti e infine farle discutere sui loro punti di vista differenti accanto ad una bottiglia di Heineken.

Sebbene l’impatto sul business del marketing purpose-driven sia ancora oggetto di dibattito, l’ampia copertura mediatica generata dalla campagna è stata davvero notevole. Con questo video su YouTube il brand ha generato oltre 14 milioni di visualizzazioni. E non si trattava soltanto di un video virale di YouTube su Facebook, Heineken ha sperimentato una chatbot che collega persone con diversi background.

In termini di reputazione, questa campagna multicanale è stata molto efficace.

Tesla e il lancio del nuovo Modello 3 – Il potere di avere un CEO social

Il più grande produttore di EV (veicolo elettrico) del mondo è Tesla, giusto?

Sbagliato. In realtà è la Renault-Nissan, ma il fatto che molte persone credano che sia Tesla dimostra quanto siano stati efficaci i loro sforzi di marketing quest’anno. Elon Musk ha superato ancora una volta se stesso e grazie a questo sui social media, il lancio del nuovo Modello 3  ha fatto girare la testa a tutto il mondo.

Nonostante siano molto più piccoli dei loro rivali automobilistici, una ricerca sull’attività dei social media dei brand automobilistici ha rilevato che Tesla ha superato i concorrenti più grandi, generando oltre 3 volte l’engagement del secondo migliore brand automobilistico su Twitter.

La cosa che spicca per Tesla è l’impatto che Elon Musk ha sul loro marketing. Durante il live streaming del lancio del Model 3, Musk era in prima linea, condividendo post sui social con i suoi oltre 15 milioni di follower e facendo un’enorme differenza sull’engagement e la portata di ognuno di questi post.

La lezione? Un CEO dovrebbe diventare un vero influencer sui social: questo farà una grande differenza nella percezione del tuo brand

tesla
Dom from Domino’s – I chatbot stanno arrivando

Le chatbot sono diventate uno dei maggiori trend nel 2017, ma c’è una società in particolare che ha sfruttato appieno sia la loro utilità che la loro compatibilità con il social – stiamo parlando di Domino’s PizzaIntendo, chi non è interessato a un robot che ti fa ordinare una pizza?

dom

Dom è stato creato nell’estate 2016, ma visti i prerequisiti necessari per l’ordine (login dell’account, impostazioni pre-ordine) fino al 2017 non era completamente funzionante.

Adesso gli amanti della pizza possono completare un ordine tramite Dom, utilizzando Facebook Messenger, che è anche in grado di fare anche qualche battuta. 

Tra i principali trend di SMM di quest’anno, le chatbot sono proprio al vertice accanto ad AI e machine learning e sarà molto interessante vedere come le cose si evolveranno il prossimo anno.

Airbnb #WeAccept –Trasformare una crisi in un’opportunità

Alla fine del 2016, Airbnb stava lottando per far fronte a un problema serio – c’erano accuse diffuse di host Airbnb che allontanavano gli ospiti per ragioni discriminatorie. Airbnb ha risposto e ha stabilito nuove linee guida per garantire che tutti, nella community di Airbnb, venissero trattati allo stesso modo. Ma avevano bisogno di diffondere il messaggio.

Così, nel febbraio 2017, durante il Super Bowl, hanno proposto la campagna #WeAccept:

strategia di marketing 2018 campagna social airbnb

Ciò che distingue questa campagna (a parte i notevoli risultati sul sociale) è che Airbnb è stato in grado di capovolgere quella che poteva essere una fonte di negatività, non solo cercando di difendersi, ma trasformando una criticità in un punto di forza. È stata una lezione di prima classe sul social media marketing per la gestione della reputazione.

Per i risultati sui social, secondo Airbnb, la campagna #WeAccept è stata la terza più grande di tutti i tempi generando  oltre 87 milioni di impression organiche. Su Twitter, #WeAccept è stato l’hashtag dell’inserzionista n. 1 utilizzato durante il Super Bowl, in quanto Airbnb ha generato più di 33.000 tweet durante la prima metà del gioco, più di ogni altro inserzionista. Le reazioni alla campagna complessiva sono state positive all’85% (basate su un tracker interno di Airbnb).

#MeToo –Una campagna sociale con diffusione organica

La campagna sociale non commerciale che ha destato molto clamore è stata #MeToo. La campagna ha dato voce a milioni di donne (e pochi uomini) provenienti da tutto il mondo che hanno subito aggressioni e molestie sessuali, scatenando una discussione globale sui social media.

campagna social 2017 metoo

Che fosse intenzionale o meno, i social media erano il mezzo perfetto per far sì che questa campagna diventasse veramente globale e fosse la cosa più importante che le persone vedessero, dimostrando così che non solo non erano sole, ma che la questione era diffusa. L’hashtag è stato utilizzato più di un milione di volte in soli due giorni e si è diffuso in quasi ogni angolo del globo. È anche degno di nota il fatto che, sebbene la reach organica non sia più così potente, quando il messaggio è veramente forte, può comunque funzionare.

Tutto è iniziato con un singolo tweet dell’attrice e attivista Alyssa Milano e da allora ha dato origine a una copertura mediatica globale, a nuove iniziative e a una maggiore consapevolezza di questo problema internazionale.

Eggo e Stranger Things – Insieme in una serie tv

La nostra ultima campagna di SMM di cui vi parleremo viene dal curioso mondo di Eggo e Stranger Things. Lo stile anni ’80 della serie Netflix ha preso d’assalto il mondo e il brand più legato a questa serie? Si tratta di Eggo, il brand di waffle di Kelloggs.

eggo stranger things campagne social 2017-strategia marketing 2017

Ciò che rende questa campagna un grande successo è la capacità di riuscire a trasformare una tattica di marketing spesso sottovalutata (il product placement) in qualcosa che ora sembra una parte intrinseca della serie. Invece di collocare”sottilmente” il brand negli episodi, sia il brand che gli scrittori lavorano insieme per creare qualcosa che sia divertente e autentico, usando i social media per costruire questa connessione nel pubblico di internauti.

Spero che queste 6 campagne social possano aiutarti nella tua strategia di SMM nel 2018 e che ti facciano comprendere ancora di più cosa sta generando il massimo impatto e risposta sugli utenti.

Quale campagna di social media marketing ti è piaciuta di più? Scrivilo nei commenti!

Fonte articolo: Socialmediatoday

Fonte immagine: socialmediavideozine , Socialmediatoday

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *