SEO per aziende: 5 errori da evitare

0
166
corso SEO per aziende

La Search Engine Optimization o SEO è l’insieme di tecniche che consentono di migliorare la visibilità di un sito web e di conseguenza di attirare maggiore traffico organico. Per le aziende si tratta di una risorsa preziosa, che si può accostare alla strategia di digital marketing e di ADV a pagamento. Con le strategie SEO, i risultati sono più duraturi e permettono di migliorare il traffico nel lungo periodo, oltre a non essere vincolati dal pagamento di annunci pubblicitari. L’ideale per chi vuole migliorare la propria presenza online è partecipare ad un corso SEO per aziende tenuto da professioniste del settore. Non è comunque un’attività da svolgere internamente, se non con il supporto continuo degli esperti, per evitare di compiere errori grossolani che potrebbero avere un impatto negativo. 

Quali sono i 5 errori più comuni

Quando si fa SEO per la propria azienda senza l’aiuto di SEO specialist, si può incappare in innumerevoli errori che rischiano di mantenere il sito web in una posizione di stallo. Questo, a sua volta, si traduce nella perdita di preziose occasioni per attrarre traffico qualificato, generare lead e quindi aumentare il fatturato dell’azienda. Ecco 5 degli errori più comuni. 

  1. La SEO per aziende fai da te

Come abbiamo già notato, è possibile organizzare degli incontri di formazione per il personale interno all’azienda. Questi saranno importantissimi per evitare i classici inciampi di chi si occupa di un’attività senza conoscerne regole e best practices. Se si delega la SEO a chi non è competente in materia, si rischia di perdere tempo, denaro e risorse preziose. Meglio rivolgersi ai professionisti e alle professioniste dell’ottimizzazione, che potranno implementare le varie attività in prima persona e formare adeguatamente le risorse interne.

  1. Dare poco spazio ai contenuti

Soprattutto in alcuni settori, si rischia di creare siti web esteticamente piacevoli ma privi di contenuti ottimizzati. Per quanto sia importante l’aspetto della “vetrina” di un’azienda, questa sarà poco utile se non riceve traffico organico qualificato. E ciò è possibile solo ottimizzando i contenuti, anche testuali. Pagine web ricche di informazioni di valore; immagini ottimizzate per le keyword giuste; articoli di approfondimento e guide aiuteranno sia i motori di ricerca che gli utenti nel comprendere il valore dell’azienda. 

  1. Trascurare la SEO tecnica

Ecco un altro motivo per cui, almeno nella fase iniziale, è bene essere seguiti dai professionisti: le attività di SEO tecnica sono complesse e fondamentali per un corretto posizionamento sui motori di ricerca. Creare un sito web corretto, con tutte le pagine indicizzate e un’architettura dell’informazione intelligente permette a Google di interpretare meglio il contenuto e proporlo agli utenti. Oltre alla creazione di un sito ottimizzato da zero (o alle modifiche tecniche apportate su quello già esistente), una formazione specifica sulla SEO tecnica al personale che gestisce il sito sarà fondamentale per evitare di perdere il posizionamento desiderato.

  1. Non costruire autorevolezza

Chi non lavora nella SEO non ha ben chiaro quanto questo fattore incida sulla SEO per aziende. Essere considerati autorevoli dai motori di ricerca vuol dire avere una rete di link che da fonti autorevoli rimandano al sito dell’azienda. Ciò può avvenire tramite link earning, ovvero la realizzazione di contenuti di valore tale da spingere gli esperti del settore a linkarli spontaneamente; oppure tramite link building, cioè pubblicando guest post su testate e blog autorevoli di settore. 

  1. Abbandonare la SEO una volta implementata

Quando un’azienda decide di investire in SEO, spesso pensa che basti qualche mese per implementare le modifiche tecniche, i contenuti di valore e le strategie per ottenere autorevolezza. Questo può essere vero in alcuni casi, ma non significa comunque che la SEO per aziende possa essere abbandonata. Il monitoraggio costante delle performance e l’analisi dei risultati permettono infatti di capire se le strategie applicate stanno dando frutti, se ci sono colli di bottiglia e se bisogna fare delle nuove modifiche al sito.