Pinterest banna le pubblicità relative alla perdita di peso

0
358
pinterest pubblicità
Fonte: Pinterest

Pinterest banna le pubblicità relative alla perdita di peso come parte della sua nuova politica

Pinterest è il social per eccellenza delle foto, il luogo dove ogni giorno gli utenti pubblicano i propri contenuti per fare in modo da aumentare la propria audience, e qualora si tratti di un brand, provare ad incrementare le vendite. Inoltre, in molti si sono cimentati nell’avvio di campagne social a pagamento, per incrementare la propria brand awareness. Ma da oggi il social medium ha deciso di cambiare la propria politica pubblicitaria legata a diete e prodotti dimagranti, bannando questo genere di advertising.

La motivazione risiede nella volontà da parte dell’azienda di ridurre lo stress e i contraccolpi psicologici legati all’immagine di sé stessi e del proprio aspetto fisico e il paragone con gli altri. Inoltre vuole eliminare pubblicità ingannevoli e prodotti che possono anche essere nocivi per l’organismo. La notizia è stata riportata anche da Social Media Today.

Come spiegato da Pinterest:

“Man mano che la nostra community di Pinners cresce, aumentano anche le ricerche per argomenti come alimentazione sana, stile di vita sano e consigli per il fitness. Continueremo a fornire contenuti utili e pertinenti per coloro che li cercano, vietando però i contenuti che mostrano, razionalizzano o incoraggiano i disturbi alimentari e altri tipi di autolesionismo. Ad esempio, ogni volta che i Pinners cercano parole chiave relative ai disturbi alimentari, blocchiamo i risultati della ricerca e li indirizziamo verso organizzazioni esperte, come NEDA, in modo che possano trovare risorse aggiuntive. Pinterest offre anche una varietà di attività per il benessere sviluppate da esperti di salute emotiva, accessibili direttamente dalla nostra app mobile e dal nostro sito web. I pinners possono semplicemente cercare “#pinterestwellbeing” per esplorare esercizi di gratitudine e auto-stima, che insieme ad altre pratiche interattive possono aiutare a migliorare il loro umore.“

In Italia purtroppo non è ancora attivo questo genere di iniziativa, e in caso ricerchiate l’hashtag, appare il numero di Telefono Amico, così da poter chiedere aiuto in caso di emergenza. Il ché è comunque un bel passo in avanti per debellare questo problema che affligge la nostra società.

Pinterest aveva già in passato bandito gli annunci che presentavano uno dei seguenti contenuti:

  • Pillole, integratori o altri prodotti per la perdita di peso o per sopprimere l’appetito;
  • Immagini prima e dopo la perdita di peso;
  • Procedure per la perdita di peso come la liposuzione o la combustione dei grassi;
  • Immagini o linguaggio che deridono o screditano determinati tipi di corpo o aspetto fisico;
  • Affermazioni relative a risultati cosmetici non realistici;

La nuova norma introdotta dal brand, che vieta tutti gli annunci relativi alla perdita di peso, ora include anche:

  • Qualsiasi linguaggio o immagine relativa alla perdita di peso;
  • Eventuali testimonianze riguardanti la perdita di peso o prodotti per la perdita di peso;
  • Qualsiasi linguaggio o immaginario che idealizzi o denigri certi tipi di corpo;
  • Fare riferimento all’indice di massa corporea (BMI) o indici simili;
  • Qualsiasi prodotto che reclama la perdita di peso attraverso qualcosa di indossato o applicato sulla pelle;

Pinterest ha anche mostrato una tendenza nelle ricerche, che supporta il movimento radicale di accettazione di sé e della neutralità del corpo:

  • Le ricerche di “citazioni su mente sana” sono aumentate di 13 volte rispetto all’anno precedente;
  • “Body neutrality” e “stop body shaming quotes” sono aumentate di 5 volte;
  • Gli aforismi legati a temi come l’accettazione del corpo sono aumentate di 7 volte;
  • “L’arte dell’illustrazione dell’amore per sé stessi” è aumentata di 63 volte;

Conclusioni

Si tratta di un’iniziativa forte e chiara da parte di Pinterest. Anche mettendo a repentaglio una parte del proprio business, con l’obiettivo però di mantenere salda la propria identità e i propri valori. Una scelta che condividiamo fortemente e alla quale abbiamo dato risalto oggi su Pop Up. Sono questi gli esempi che a noi piace evidenziare.