Piattaforme social più utilizzate per espandere il tuo business nel 2021

0
76
social media 2021

Piattaforme social più utilizzate per espandere il tuo business nel 2021, nel post a cura di Pop Up

Stavi pensando di espandere il tuo mercato utilizzando i canali social? Allora sei arrivato nel posto giusto! Infatti in questo post vedremo insieme l’infografica realizzata da Tech.co e condivisa da Social Media Today, che evidenzia le piattaforme social più utilizzate nel 2021 per espandere il proprio mercato. Vedremo la classifica generale, condita da alcuni dati utili alla comprensione della graduatoria.

Classifica delle piattaforme social più “marketable” del 2021

Riprendendo quindi l’infografica realizzata da Tech.co, ecco la classifica delle piattaforme social più marketable del 2021:

  • Facebook. Al primo post non poteva che esserci il social di Mark Zuckerberg, che forse è divenuta la piattaforma più “commerciale” in circolazione al momento del mondo occidentale. Con 2.70 miliardi di utenti iscritti, è il primo mercato in assoluto, con 10 minuti trascorsi in app dagli utenti al giorno e con le piccole aziende che qui vi hanno aperto circa 80 milioni di pagine per vendere i propri prodotti;
  • Instagram. Al secondo post ritroviamo Instagram, un altro social di proprietà di Facebook, che ha un numero di utenti pari a 1.16 miliardi, che cliccano un totale di 130 milioni di pagine commerciali ogni mese. La piattaforma è oggi usata dal 62% degli utenti, che giornalmente effettua il log-in;
  • TikTok. Il nuovo che avanza è divenuto TikTok, che si pone al terzo posto in classifica con 689 milioni di utenti iscritti, ma un tempo trascorso sulla pagina infinitesimamente più elevato rispetto a Facebook (52 minuti di media per ciascun utente), e con un’età media molto più bassa (il 41% degli utenti ha un’età che varia da 16 ai 24 anni). I download dell’app sono stati 2 miliardi!
  • Pinterest. A sorpresa (non per noi), al quarto post tra le piattaforme più marketable ritroviamo Pinterest con 442 milioni di utenti iscritti. Questo canale si presta perfettamente a scopi commerciali, dove 1/3 degli utenti lo usa per seguire compagnie e aziende e con il 70% del pubblico che è di genere femminile (che potrebbe essere un dato interessante per chi lavora con questo target);
  • Reddit. 430 milioni di utenti iscritti invece a Reddit, che è tornato alla ribalta ultimamente per i forum legati ai servizi finanziari e al mondo crypto. Se la metà del pubblico presente è di nazionalità americana, il dato che balza agli occhi è rappresentato da 1,4 miliardi di visualizzazioni di video pubblicati in piattaforma ogni mese;
  • Twitter. Al numero 6 della classifica dei social 2021 troviamo uno dei miei preferiti. Il social dal cinguettio facile si presenta con 353 milioni di utenti iscritti, che hanno un età più matura ed eterogenea rispetto ad esempio a TikTok (35-65 anni), che essendo un social di poche parole attira il proprio pubblico con i video, che raccolgono un engagement 10 volte maggiore rispetto ai normali post e ai link condivisi;
  • LinkedIn. Per il social medium professionale per eccellenza solo il settimo posto della nostra classifica. Con 350 milioni di utenti iscritti in piattaforma, questo social è divenuto una nicchia interessante per coloro che hanno un’istruzione di alto livello (50% degli iscritti ha almeno il diploma di college), che fattura in media 46.000 dollari all’anno;
  • Snapchat. Ultimo ma non ultimo in classifica ritroviamo Snapchat con 238 milioni di utenti iscritti in piattaforma. Il social, molto in voga tra i giovani dei paesi di lingua inglese, ha l’invidiabile dato di 4 miliardi di snaps giornalieri e la seconda app più popolare da mobile, che potrebbe accendere gli entusiasmi di brand, più o meno noti;

Conclusioni

Il mondo dei social è in continua evoluzione, con nuove piattaforme che ogni giorno prendono vita e che ci consentono di sviluppare strategie commerciali volte verso una o alcune di loro. Sta ovviamente a te decidere su quale “cavallo” puntare, in base ad una serie di considerazioni aziendali da fare. Ognuno di questi social però ha le proprie peculiarità, che occorre conoscere bene prima di pubblicare i propri contenuti.