Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Mondiali Rugby 2019: lo spot ufficiale della Rai

mondiali rugby 2019 © by OA Sport

Mondiali Rugby 2019: lo spot ufficiale della Rai nel post di Pop Up

Dopo 28 anni e sei Coppe del Mondo, i Mondiali di Rugby 2019 tornano in esclusiva sulla Rai.

A lanciare questo neo battesimo vi è un simpatico spot, che si pone l’obiettivo di attirare un numero record di spettatori e che vi mostriamo subito:

Rugby World Cup in TV: la Rai trasmetterà 18 partite

Il Giappone è pronto! Per la prima volta la Coppa del Mondo di Rugby si svolgerà in Asia.

Il mondiale della palla ovale, ancora prima del calcio d’inizio, ha già numeri da record: si stima che circa 800 milioni saranno gli spettatori raggiungibili in 217 paesi. Nel 2015 invece la rassegna iridata fu vista in totale da 683 milioni di telespettatori in tutto il mondo.

Dal 20 settembre alla Finale del 2 novembre, il nostro pianeta assumerà una forma ovale e girerà attorno al Giappone, e Galileo Galilei avrebbe strizzato l’occhio a questa affermazione su un nuovo neo-sistema eliocentrico.

Gli appassionati di rugby in Italia potranno contare, per il mondiale in Giappone, su una copertura in diretta e in chiaro senza precedenti, dopo l’annuncio da parte di World Rugby, dell’accordo in esclusiva con l’emittente di stato Rai. Nello specifico l’accordo prevede la messa in onda su Rai2 delle quattro partite della fase a gironi dell’Italia e un minimo di diciassette incontri su RaiSport, inclusa la gara inaugurale, i quarti di finale, le semifinali, il match per il bronzo e la finalissima per incoronare i campioni del mondo.

Grazie alle dirette su Rai2, finalmente il rugby azzurro entra virtualmente nelle case di tutti gli italiani.

Una grande opportunità per sostenere la crescita di una disciplina inclusiva e dai valori profondi nel nostro Bel Paese, esattamente come vogliamo sia la Rai.

La rete di Stato ci ha pensato bene a promuovere questo suo nuovo accordo con uno spot simpatico in cui delle hostess di volo spiegano ai nostri rugbisti le dinamiche del gioco, invitando gli spettatori a seguire le partite con un tifo caldo, attraverso una quanto mai vasta copertura in chiaro, affiancata da una partecipazione social/digital senza precedenti.

Un’ottima strategia di marketing e una forma di comunicazione per il futuro del movimento rugbystico azzurro.

Lo spot usa un linguaggio creativo e contemporaneo all’interno del habitat digitale. Inoltre si inserisce senza forzature nelle attività promozionali di un evento sportivo, che invaderà le nostre case, durante le diciasette partite del torneo, trasmesse sulle rete pubblica nazionale.

I telecronisti saranno Andrea Fusco e l’ex azzurro Andrea Gritti, da Roma, mentre Arianna Secondini sarà l’inviata speciale in Giappone.

Gli Azzurri nel girone infernale con gli All Blacks e in ritiro nella Mecca del Rugby nipponico

La Nazionale Italiana è stata sorteggiata in un girone di ferro: servirà un’impresa per accedere ai quarti giocando contro i campioni in carica della Nuova Zelanda, gli invincibili All Blacks, gli Springboks del Sudafrica, il Canada e la Namibia.

Gli azzurri sono stati accolti da un nutrito gruppo di persone al loro arrivo e si trovano attualmente in ritiro a Sugadaira, località montana che si trova su un altopiano all’interno della prefettura di Nagano.

Sugadaira è particolarmente famosa per le sue tradizioni rugbistiche, tanto da essere denominata la Mecca del rugby. Infatti ad agosto, tutte le università giapponesi svolgono tradizionalmente un raduno per le loro squadre di rugby a Sugadaira, dove ci sono circa 100 campi da gioco.

La nostra Nazionale vi resterà fino a sabato 14 settembre per poi spostarsi ad Osaka, sede della prima partita del Mondiale contro la Namibia di domenica 22 settembre (ore 7:15 italiane).

Conosciamo bene gli avversari dell’Italia a questa manifestazione e nessuna impresa è impossibile.
Il focus adesso è incentrato sull’esordio contro la Namibia e le condizioni dei nostri Azzurri  sono al 100% e il calore dei tifosi, dopo questo spot, è al 1000%.
Tenetevi pronti: l’Italia del rugby sta per decollare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *