“Voglio lavorare nel web marketing”: come si fa?

0
459
branded content marketing

Tutti da piccoli hanno quel sogno nel cassetto, piuttosto assurdo ma dal percorso lineare: se ripetevi di continuo “voglio fare la veterinaria” oppure “voglio fare il maestro” è facile pensare a come raggiungere l’obiettivo.

Crescendo la realtà diventa poliedrica e scopri che esistono innumerevoli professioni di cui non capisci nemmeno troppo il senso, e riuscire a entrare in quel settore è un percorso non troppo lineare.

Uno di questi settori poco chiari è proprio il web marketing: come si fa a lavorare in questo campo? Scopriamolo nelle righe che seguono!

Cosa si intende per web marketing

Come tutto ciò che riguarda il world wide web, anche questa professione è di difficile definizione; o meglio, una definizione univoca sarebbe riduttiva.

Semplificando all’osso possiamo dire che con web marketing si intendono tutti gli strumenti e strategie che si utilizzano per fidelizzare la clientela e – di conseguenza – aumentare le vendite sulla rete.

Viene da sé che ogni azienda, professionista o associazione che fa qualche iniziativa debba trovare i mezzi più idonei per comunicare  con un potenziale pubblico e essere presente nel modo giusto sui social.

Lavorare nel web marketing: i profili più richiesti

Non tutti sanno che non esiste esattamente il “web marketer”, figura univoca che gestisce il carico di lavoro legato alle mansioni descritte prima. Esistono invece una serie di professionalità che, lavorando in sinergia, raggiungono l’obiettivo.

Quali sono i profili più richiesti? Eccone un elenco in breve:

  1. Content Manager, devono capire non solo come creare contenuti ottimizzati per la SEO partendo da zero, ma anche come organizzarli, promuoverli e gestirli. 
  2. SEO & SEM Specialist. Si tratta di specializzazioni molto tecniche e in continuo aggiornamento, anche perché gli algoritmi dei motori di ricerca sono sempre fluttuanti. 
  3. Digital Strategist, devono comprendere a fondo tutti i touch point digitali con cui i consumatori interagiscono ogni giorno per poterli integrare nel marketing online del brand creando campagne pubblicitarie e di comunicazione strategiche 
  4. Social Media Manager, che gestisce il Social Media Marketing e la pubblicità dell’azienda. 
  5.  eCommerce Manager, il cui ruolo è sovrintendere  alle vendite online di un’azienda.
  6. Growth Hacker, colui che è specializzato nello sviluppo di progetti di crescita del business e nella loro sperimentazione ed esecuzione. 

Cosa studiare

Anche se potrebbero sembrare professioni semplici in apparenza, nell’atto pratico non è così: pertanto è fondamentale studiare e formarsi per svolgere al meglio il lavoro. I corsi da seguire sono molteplici, da master specifici per Web Marketing Manager a corsi professionali e più diretti verso competenze Seo o meccanismi di funzionamento dei social.

A livello universitario si può prendere la facoltà di Economia, Management come specializzazione o Scienze della Comunicazione, che portano ad acquisire buone competenze per un Web Marketer.

Se già sei avviato nel mondo del lavoro e non pensi di riuscire a conciliare i tuoi impegni con quelli universitari, puoi scegliere di iscriverti a un’Università Online come Unicusano, e riuscire a ottimizzare i tempi per conciliare tutto.

Ovviamente, la sola laurea non basta: occorrono aggiornamenti costanti e esercizio per acquisire soft skills e competenze tecniche specifiche, in modo da vincere la sfida con la concorrenza.