Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Kanye West: Yeezy marketing

Kanye West

Kanye West: Yeezy marketing

In questo articolo di Pop Up Magazine parleremo di Kanye West, della sua carriera, del suo brand Yeezy, di come è nato ed è divenuto uno dei brand più esclusivi, ricercati e amati al mondo.

Kanye West: biografia

Kanye West è nato ad Atlanta l’8 giugno 1977 ed è conosciuto in tutto il mondo per la sua carriera da cantante e successivamente da stilista. Ha iniziato la scalata verso il successo intorno al 1996 dando inizio alla sua carriera artistica e musicale. Ha pubblicato il suo primo album nel 2004. Gli album di maggiore popolarità sono stati quelli pubblicati nel 2013 e 2016. Yeezus è il sesto album realizzato dall’artista nel 2013, mentre The Life Of Pablo è il settimo, pubblicato nel 2016.

Kanye West ha venduto più di 30 milioni di brani online negli Stati Uniti ed è considerato oggi uno degli artisti che ha venduto di più digitalmente di tutti i tempi.

In passato Kanye West è stato fidanzato con la modella Amber Rose. Dal 24 maggio 2014 è sposato con Kim Kardashian, da cui ha avuto quattro figli: North, Saint, Chicago (tramite madre surrogata); Psalm (nato da madre surrogata).

Kanye West
Fonte: Onstage

Yeezy: la storia del brand

Yeezy è un marchio nato dalla collaborazione di Kanye West con Adidas stipulata nel 2015.

Il 14 febbraio 2015 è stato lanciato il primo paio di scarpe Yeezy, chiamato Adidas Yeezy Boost 750 “Light Brown”.

Il prezzo della prima linea era di 350 dollari ma sono stati prodotti solo 9.000 paia.

Kanye prima di questo contratto aveva lavorato cinque anni per il rivale Nike. Durante questi cinque anni sono state lanciate altre tre linee di scarpe ideate da Kanye, il quale ha potuto collaborare anche con brand come Reebok e Louis Vuitton, poiché il contratto non prevedeva l’esclusiva.

Nel 2013 conclusasi la collaborazione con Nike, Kanye ha iniziato a lavorare con il brand Adidas, con il quale collabora tutt’ora.

kanye west adidas
Fonte: reyna.es

Yeezy marketing

Dietro la  creazione, la nascita e lo sviluppo di questo brand c’è una geniale strategia di marketing.

Innanzitutto Kanye è ormai un’icona di stile a livello mondiale con un seguito su Twitter di 29.2 milioni di follower, tutta questa popolarità è amplificata dal suo legame con la famiglia Kardashian-Jenner, una delle famiglie più influenti e seguite al mondo.

Kanye, indossando il suo merchandising ai concerti e durante le apparizioni in pubblico, è stato egli stesso a promuovere l’immagine del marchio.

Punto fondamentale della strategia di marketing Yeezy è la produzione di paia inferiori rispetto alla richiesta, questo determinerà maggiore esclusività del modello. Un potenziale cliente non può semplicemente entrare in un negozio Adidas e acquistare un paio di scarpe Yeezy. Infatti, sono introvabili. Sempre il potenziale cliente, dovrà tenere il passo con i costanti aggiornamenti social e le notizie pre-lancio per ottenere gli ultimi scoop su che giorno e a che ora verranno lanciate online.

Quando arriva il grande giorno, deve sedersi vicino al computer o al telefono cellulare e aggiornare continuamente la pagina web del sito Adidas, forse un centinaio di volte per pre-ordine le scarpe online. Dopo circa 10 minuti dal lancio sono spesso già terminate. Da qui nasce il fenomeno del resell. 

Il resell

I fortunati che sono riusciti ad accaparrarsi un paio di Yeezy hanno in loro possesso un vero e proprio tesoro.

Questo fenomeno è chiamato resell. I fortunati sono chiamati reseller e hanno la possibilità di rivendere il paio acquistato, ormai divenuto introvabile, ad un prezzo maggiore di quello pagato. Mediamente il prezzo di vendita di un paio di Yeezy è di 250 dollari in resell (quando viene rivenduto) e alcuni modelli hanno raggiunto anche il valore di 6 mila\7 mila dollari.

Yeezy
Fonte: GQ

Cari lettori cosa ne pensate della strategie di marketing adottata da Kanye West? Aspetto i vostri commenti a riguardo.

 

Il nostro appuntamento termina qui: alla prossima da Pop Up Magazine e dalla vostra Gabriella!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *