7 errori da non commettere nella tua comunicazione su Twitter

0
418
errori twitter

7 errori da non commettere nella tua comunicazione su Twitter che portano gli utenti a smettere di seguirti

Twitter è uno dei social più popolari da sempre, fin dalla nascita dei social network. Infatti, fin dagli albori, il social medium dei brevi messaggi ha continuato a crescere e, anche grazie alle ultime modifiche introdotte dai vertici del brand, oggi continua ad essere utilizzato come canale di comunicazione da aziende (vedi Google) e personaggi più o meno conosciuti (ad esempio Elon Musk). Ma come tutti i social media, anche questo abbisogna di una serie di regole auree da seguire per non depauperare il proprio lavoro. Basta poco per fare in modo che una strategia ben fatta si tramuti ben presto in una meno efficace, portando poi gli utenti a smettere di seguirci. L’Unfollow su Twitter è il terrore di ogni comunicatore e quindi il team di Red Website Design ha realizzato un’interessante infografica, riportata anche da Social Media Today, nella quale si presentano 7 errori da non commettere su Twitter per non perdere seguaci ed evitare lo spiacevole “Unfollow“.

Vediamo quali sono questi errori, nelle righe che seguono: buona lettura da Pop Up Mag!

Gli errori da non commettere su Twitter per non depauperare il lavoro svolto finora

Per non rovinare il lavoro svolto fino a questo momento su Twitter ed evitare quindi il fatidico “unfollow” dell’utente, eccovi qui di seguito 7 errori da evitare di commettere:

  1. Non postare con la dovuta continuità. Il primo errore da non commettere è il postare senza continuità. Non c’è niente di peggio in generale sui social che postare poco o scomparire per periodi di tempo più o meno lunghi. Una volta partiti e messa in moto la macchina, non puoi più spegnerla. Cerca di pubblicare in via continuativa, anche più volte al giorno;
  2. Postare troppo spesso. Ovviamente il contrario del postare raramente è farlo troppo spesso, con ripercussioni poi sul proprio profilo. Bombardare i tuoi utenti di messaggi e post, potrebbe portarli a smettere di seguirti;
  3. Postare solamente pubblicità. Post dove invogliamo a comprare qualcosa o dove pubblicizziamo una marca e/o un prodotto, porta spesso le persone a smettere di seguirci. Dobbiamo pubblicare contenuti interessanti per la nostra community;
  4. Non rispondere alle interazioni. Non rispondere alle interazioni con gli utenti che si mettono in contatto con noi su Twitter può portare i soggetti ad abbandonare il nostro profilo;
  5. Essere noiosi. Per non perdere la propria audience su Twitter occorre essere interessanti e mai noiosi. Una comunicazione poco stimolante per il pubblico può comportare l’abbandono del nostro profilo social;
  6. C’è qualcuno che posta i nostri stessi contenuti, ma lo fa meglio. Perchè seguire due persone se dicono le stesse cose? In questo caso si segue quella che lo fa nel migliore dei modi;
  7. La qualità dei tuoi post sta diminuendo. Occorre sempre investire risorse per migliorare la propria strategia social e non ridurre nel tempo la qualità della nostra comunicazione;

Conclusioni

Twitter è un fantastico social medium per chi deve comunicare con la propria community, per l’immediatezza del messaggio, la facilità di utilizzo e per le opzioni a disposizione. Ma basta poco per disperdere ciò che di buono abbiamo realizzato. Sta a noi quindi essere pro-attivi ed evitare di perdere, nel tempo, i nostri seguaci.

I sette errori evidenziati in questo post possono darti una grande mano per tenerti stretti i tuoi follower.