Come scegliere un computer per fare grafica: 6 consigli

0
239
come scegliere un computer per fare grafica

Se hai deciso si lavorare nel mondo nella grafica, presto o tardi dovrai munirti di un computer appropriato. I comuni pc infatti non sono adatti al lavoro che invece stai per affrontare.

Questo vuol dire che devi provvedere all’acquisto di un device che abbia tutti i requisiti ideali per lavorare sulla grafica, requisiti che per questo settore sono abbastanza alti.

Per fare ciò hai bisogno di considerare molti fattori, a partire dagli aspetti tecnici e teorici, affinché i software di grafica che andrai ad utilizzare sul tuo hardware, girino in maniera fluida senza intoppi e problemi di sorta.

In questa guida, quindi, ti indicheremo alcuni consigli utili su come scegliere un computer per fare grafica.

Considera che tipo di lavoro grafico devi eseguire

Come prima cosa hai bisogno di capire in che tipo di lavoro grafico ti dovrai cimentare.

A seconda della tua scelta, ti servirà un PC piuttosto che un altro, in quanto avrai bisogno di risorse e caratteristiche diverse.

Ad esempio dovrai tenere conto della potenza di calcolo, che deve essere commisurata al tipo di software che intendi installare sul computer.

Ecco quindi che devi interfacciarti ad una prima valutazione generica, più che tecnica, volta ad esaminare come intendi strutturare la tua attività.

Analizzare le proprie mansioni

È importante altresì stabilire quale sia la tua mansione.

Sarai un graphic designer vero e proprio o ti occuperai di modelli 3D di video editor?

Anche in questo caso la scelta del PC cambia, dal momento che il designer grafico si occupa fondamentalmente di ritoccare, illustrare e impaginare.

Dopo aver fatto questa doverosa distinzione, potrai andare alla disamina dei requisiti tecnici del tuo PC.

La memoria RAM

Un pc ideale per fare grafica deve essere “una macchina da guerra“. Deve avere cioè una potenza reale e tale che l’operatore possa barcamenarsi tra i vari programmi di grafica, in modo facile, pratico, e veloce.

Proprio la questione della velocità, diventa così importante da richiedere un computer che sia ben potenziato, e abbia delle buone prestazioni. Il che significa scegliere una memoria RAM che sia di almeno otto giga, anche se è consigliato un banco RAM da 12, 16 GB.

Per quel che invece concerne il disco fisso, esso dovrà invece essere un SSD, l’unico che può realmente consentire di utilizzare al meglio i vari software di grafica in quanto offre una velocità di lettura e scrittura dati ineguagliabile.

La scheda grafica professionale per fare grafica ad alti livelli

Qualunque sia la tua mansione, il fattore incisivo sulla qualità del tuo computer è di sicuro la scheda grafica che monta al suo interno. Pur selezionando un PC che sia economico, è importante che abbia una scheda grafica 3D, potenziata da tempi di rendering e di finalizzazione dei progetti un pizzico più lunghi ed elaborati.

La scheda deve avere una modellazione sufficientemente fluida, ma al contempo discretamente funzionale.

Questo vuol dire che dovrai acquistare un computer almeno pari a quello utilizzato dal tradizionale grafico illustratore.

Considera che in linea di massima la maggior parte dei brand informatici fornisce dei PC pensati appositamente per questa mansione, e che non per forza costino tanto.

Un’ultima raccomandazione è quella di scegliere un dispositivo già completamente assemblato. Altrimenti se sei così esperto da assemblarlo da solo certo potrai farlo, con il rischio però di invertire qualche collegamento o dimenticare di connettere qualcosa, comunque questa è una tua scelta (ti consiglio un’interessante guida completa su come assemblare un PC su www.robadainformatici.it).

Il monitor e la risoluzione Full HD

Abbiamo fin qui indicato alcuni dei requisiti che deve avere il PC. Ma per chi lavora nella grafica anche la risoluzione del monitor è a dir poco importante.

Si tratta di una componente base, che incide su quella che sarà la resa cromatica e quindi sulla qualità del lavoro effettuato.

Se ad esempio si realizzano dei loghi, delle brochure e altro materiale di questo tipo bisogna considerare che sono destinati alla stampa. In quanto tale, devi renderti conto delle scale cromatiche usate, e con la maggior parte dei monitor a basso costo in commercio rischi di interfacciarti con colori poco realistici.

Ecco quindi che chi si occupa di grafica deve avere un monitor che si approcci bene con la grafica vettoriale,  oltre che ad una buona resa cromatica.

Ne consegue che deve trattarsi di uno schermo Full HD o un Quad HD 560×1440 pixel. Si tratta della scelta più consona alle tue esigenze enella quale diventa necessaria, tra le altre cose, pure la presenza di un pannello IPS per una migliore risoluzione dei colori.

Altro consiglio, sempre in termini di schermo, è pure quello di scegliere un pc che abbia un monitor con schermo antiriflesso e un’ampiezza minima di 27 pollici.

Pareri conclusivi: il costo

Non è certo facile riuscire a schiarirsi le idee quando si tratta di scegliere l’apparecchio giusto con il quale lavorare.

L’acquisto diventa ancora più complesso quando chi si occupa di grafica, deve tener conto del proprio lavoro e dell’impatto visivo che i propri progetti avranno sul cliente e consequenzialmente anche sulle persone che visioneranno quelle immagini.

Questo vuol dire che per l’acquisto di un pc di grafica non si dovrebbe badare a spese, pur esistendo dispositivi mediamente economici che hanno una resa di qualità.

Per qualunque dubbio o domanda comunque, nessuno più di un titolare di negozio può esserti d’aiuto, o in alternativa se hai un amico esperto di informatica fatti suggerire quale dispositivo meglio si addice alle tue necessità.