Come fare crescere le visualizzazioni su Youtube

0
212
come-aumentare-le-visualizzazioni-su-youtube

Con l’aiuto di una buona strategia di marketing è facile aumentare le views Youtube. Prima di scoprire come operare, però, vale la pena di conoscere una soluzione alternativa, grazie a cui si possono ottenere i risultati desiderati senza alcuna fatica. 

La scorciatoia: comprare le visualizzazioni

Per aumentare visualizzazioni YouTube vai su questo sito degli esperti in campagne per YouTube di marketingyoutube.it è possibile approfittare di una scorciatoia che permette di acquistare visualizzazioni Youtube, con servizi professionali nel settore della musica a disposizione delle etichette discografiche, dei rapper e in generale dei cantanti. Sono più di 15mila i clienti che hanno usufruito delle campagne proposte da Marketing Youtube, che è un punto di riferimento anche per i canali sponsorizzati. È possibile ottenere non solo views Youtube, ma anche commenti veri, like e un numero di iscritti in costante aumento. I servizi sono anonimi ed è assicurata la privacy, con pagamenti che si possono effettuare via bonifico, Postepay o carta di credito. 

La keyword research

Nel caso in cui non si sia interessati ad acquistare views Youtube, il primo consiglio che si può mettere in pratica è quello di lavorare sulla keyword research. Questo vuol dire studiare il target e cercare di capire che cosa desidera il pubblico. Tanti sono gli strumenti di cui ci si può servire nella prospettiva di una keyword research efficace, come per esempio Semrush, Seozoom, Answer The Public e Ubersuggest: sono tutti tool Seo per mezzo dei quali si ha l’opportunità di beneficiare di una ricerca di keyword di base. Nel caso in cui si voglia mirare più in alto, però, c’è bisogno di focalizzarsi sulle correlazioni delle ricerche che vengono compiute su Youtube. Non è difficile, perché è sufficiente sfruttare il completamento della ricerca proposto dalla piattaforma: basta digitare le parole chiave a cui si è interessati. In alternativa ci si può affidare a Keyword.io, che preleva i dati in questione e li mette a disposizione in una lista.

Lavorare sulla SEO

Se non si è intenzionati a pagare i siti per aumentare visualizzazioni Youtube, dunque, occorre darsi da fare in prima persona: per esempio occupandosi dell’ottimizzazione Seo per questa piattaforma. Che cosa vuol dire? Molto semplicemente, i video devono essere ottimizzati in modo che siano in grado di posizionarsi per ricerche ben precise. Per una corretta ed efficace ottimizzazione on page occorre badare in primo luogo alla presenza delle parole chiave nel titolo e ricordarsi di nominare il file del video prima di caricarlo. Altri due aspetti decisivi sono il testo della didascalia del video e i tag, che devono essere sfruttati in modo che siano utili ai fini del posizionamento.

Da che cosa dipende il posizionamento di un video

Le visualizzazioni Youtube possono crescere se si lavora bene sulla Seo: ma quali sono i fattori che possono condizionare il posizionamento di un filmato? Tra i tanti, meritano di essere citati gli embedded nelle pagine web e il numero di like, ma anche l’ammontare totale delle views e il tempo di visualizzazione del filmato. Ancora, sono aspetti decisivi l’autorevolezza del canale su cui il video è stato caricato e l’engagement. Da non sottovalutare, infine, la percentuale di video che viene visualizzata, che è molto importante per capire quanto interesse ha riscosso il contenuto presso i fruitori. In sintesi, le keyword rappresentano solo il primo passo da compiere, ma per essere certi di poter contare sul posizionamento auspicato occorre intervenire anche sulla qualità del contenuto

Le copertine

La creazione delle copertine può sembrare un dettaglio di scarsa rilevanza, ma a ben vedere è un accorgimento molto importante per catturare la curiosità degli utenti di Youtube. Le immagini che si scelgono per le anteprime permettono di capire che cosa è presente nel video. Un titolo molto efficace rischia di essere penalizzato da una copertina poco attraente, ma per fortuna sono molteplici le risorse a cui si può fare riferimento per sviluppare delle thumbnail su Youtube che siano in grado di conquistare l’attenzione degli utenti: Photoshop e Canva, giusto per citare due delle più famose. Sono trendy e garantiscono ottimi risultati le copertine in cui è raffigurato l’autore del video su uno sfondo dal colore acceso e con il profilo scontornato.

Lo studio del pubblico

È chiaro che non si può prescindere da una valutazione accurata del target per riuscire a migliorare le performance dei propri video su Youtube. Il che, però, non è sufficiente se non si agisce anche da altri punti di vista: per esempio inserendo i tag, che sono preziosi per il posizionamento dei contenuti anche perché contribuiscono a contestualizzarli. Proprio per questo motivo il consiglio degli esperti è quello di adoperare parole descrittive. Per individuare le parole chiave più vantaggiose si può anche spiare il comportamento dei competitor: c’è un tool, chiamato Tags for Youtube, che permette di conoscere i contenuti utilizzati da altri utenti in campi specifici. 

I video e i post sui blog

I video possono essere utilizzati per arricchire e completare i post di un blog, e questo è un ottimo modo per fare marketing attraverso le immagini. Le ricette di cucina o i tutorial nel campo del fai da te sono due esempi di contenuti che risultano ancora migliori se vengono valorizzati da video. Un canale Youtube ha proprio questo scopo: fare in modo che le persone possano vivere un’esperienza speciale mentre si lavora a favore della propria strategia di content marketing. In un blog WordPress, per altro, è possibile caricare nella search console una sitemap video. Può servire un calendario editoriale che aiuti a pianificare e a gestire tutte le pubblicazioni senza commettere errori.

La narrazione

Come si sarà capito, i siti per aumentare visualizzazioni youtube rappresentano una potenziale soluzione ma di certo non l’unica per avere successo con i video. Il suggerimento è quello di dare vita a una vera e propria narrazione per mezzo dei contenuti che vengono pubblicati: è il cosiddetto storytelling, che consente di mettere insieme pezzi diversi di uno stesso racconto. Gli youtube devono far entrare chi li guarda e li segue nel mondo di cui fanno parte.