Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Buyer Personas: cosa sono e come individuarle

buyer personas

Buyer Personas: cosa sono e come individuarle

Quante volte avete sentito nominare il termine buyer personas? Quante volte vi siete domandati cosa centrasse questo termine con il marketing? Oggi vi spiegherò brevemente cosa sono le buyer personas e perché sono così utili per la vostra strategia di marketing.

Le buyer personas: cosa sono

Iniziamo col dire che questo termine ha una sua storia etimologica, dato che veniva usato e a volte lo si sente ancora oggi nel gergo teatrale per indicare i personaggi, le maschere che vengono interpretate negli spettacoli.

Il concetto è stato semplicemente traslato in ambito marketing per racchiudere tutte quelle caratteristiche che identificano un cliente tipo della nostra azienda: tratti fisici, età, lavoro, istruzione, nucleo famigliare, passioni, hobby, abitudini di consumo: insomma chi più ne ha più ne metta. In questo schema finiranno tutti quei soggetti che risultano avere caratteristiche affini e verso i quali il brand sceglierà una specifica linea di comunicazione per la vendita del proprio prodotto.

Perchè sono utili le buyer personas?

Capire l’utilità e la necessità che porta con sé questo strumento è davvero intuitivo. Con la mole di dati a nostra disposizione oggi siamo in grado di mappare la maggior parte della popolazione, il che vuol dire avere la possibilità di raggruppare i consumatori in varie categorie, personas per l’appunto, in modo da potersi relazionare, da un punto di vista comunicativo e di marketing, con ognuna di loro e nel modo più efficace possibile, sulla base delle loro caratteristiche.

Risultati immagini per personas

Come individuare le buyer personas per il nostro brand?

Per cercare di capire come creare delle personas che risultino davvero utili al nostro brand, ci facciamo aiutare da un’infografica di Socialmediatoday che spiega molto bene i 6 passaggi fondamentali da compiere per non fallire nell’operazione.

Il consiglio più importante di tutti è il seguente: più dettagli individuiamo sulle personas, più quei dati saranno utili.

#1 Condurre una ricerca sui propri utenti

E’ necessario cominciare rispondendo ad alcune domande basilari come: Chi sono i miei clienti? Perché dovrebbero avere bisogno della mia azienda? Quali comportamenti di consumo e non solo, sono soliti avere?
Ovviamente in questa fase più informazioni si raccolgono meglio sarà. Questi dati sono solitamente raccolti mediante dei questionari che sono sottoposti ad un campione rappresentativo della popolazione.

#2 Studiare le risposte

Una volta aver raccolto le risposte alle domande poste agli utenti bisognerà iniziare a studiare tutto questo materiale, perché senza uno studio approfondito sulle ricerche che si sono portate avanti, il resto del lavoro risulterebbe totalmente inutile.

#3 Fare brainstorming

Successivamente dovranno essere fatti numerosi brainstorming che aiutino a conoscere e classificare i consumatori.

#4 Rifinire i dettagli

Bisognerà poi affinare il lavoro in modo da definire gruppi specifici di consumatori.

#5 Rendere il tutto “realistico”

Bisognerà sviluppare poi una descrizione puntuale e appropriata per ciascuna personas, in maniera tale che essa risulti rilevante e utile.

#6 Inserire le personas nel CRM

Una volta stabiliti i vari profili, sarà necessario inserirli all’interno del proprio CRM, per iniziare davvero a utilizzarli.
Quello della definizione delle buyer personas è uno strumento davvero utile e quasi indispensabile per un’azienda per conoscere meglio i propri clienti, attuali e potenziali.
Conoscere le buyer personas al meglio è quindi un passo in avanti non da poco per qualsiasi brand.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *