Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Budweiser: Spike Lee collabora alla nuova campagna per celebrare Jackie Robinson

Budweiser-campagna per celebrare la leggenda del baseball Jackie Robinson

La nuova campagna pubblicitaria di Budweiser in collaborazione con il regista Spike Lee per celebrare l’atleta Jackie Robinson

Budweiser ha collaborato con il regista premio Oscar, Spike Lee, per realizzare la nuova campagna pubblicitaria “Impact“, che celebra il 100° compleanno della leggenda del baseball Jackie Robinson, il primo professionista di colore della Major League americana.

La campagna pubblicitaria Budweiser andrà in onda per la prima volta a livello nazionale oggi (28 marzo), giorno di apertura della stagione della Major League di Baseball, in TV e sui campi da gioco.

La campagna di comunicazione Budweiser, della durata di 3 minuti e con la voce narrante della figlia di Robinson Sharon, è stato ispirata dalla mitica frase del grande del baseball:

“Una vita non è importante se non nell’impatto che ha sulle altre vite”.

La campagna mostra come Robinson ha infranto la barriera del colore della pelle nel baseball per giocare nella massima serie, ampliando il concetto dell’uguaglianza anche nello sport. All’interno del video sono inoltre presenti i sostenitori locali che stanno creando cambiamenti e hanno un impatto sulle loro comunità di riferimento.

Questa collaborazione tra Budweiser con il famoso regista Spike Lee e la celebrazione dell’atleta Jackie Robinson potrebbe aiutare il brand a rafforzare la propria brand awareness e aiutare a spingere le vendite.

Curiosità: Lee ha recentemente vinto il suo primo Oscar per il film “BlackKklansman“, che è stato uno dei film più popolari dell’anno.

Il messaggio della campagna di celebrare la diversità e avere un impatto sulla società dovrebbe intercettare soprattutto i consumatori più giovani, che si aspettano che i brand rappresentino qualcosa, abbiano dei valori in cui riconoscersi.

Visto che le vendite sono diminuite, i brand di birra stanno abbracciando nuovi modi creativi per intercettare i Millennial, che spesso preferiscono la birra artigianale, il vino e gli alcolici rispetto ai brand tradizionali come Budweiser.

Il brand sembra anche essere rivolto ai Millennial afroamericani, una fascia demografia chiave per i brand di alimentari e bevande, in quanto costituiscono un quarto della popolazione afroamericana negli USA.

I contenuti video, come serie e cortometraggi, spesso aiutano i brand a connettersi con questa fascia di consumatori, in quanto sono proprio i giovani i più grandi fruitori di contenuti video originali.

Gli altri brand del beverage

“Impact” di Budweiser segue gli stessi sforzi dei brand di alcolici che vogliono a raggiungere questo target.

Il brand di Cognac, Hennessy, ha debuttato ad esempio con una serie in 4 parti, “We Are“, per celebrare il mese della Black History in febbraio. La serie presentava storie di innovatori, artisti, musicisti e altri creativi.

Questa sarà una campagna multicanale che verrà lanciata in TV, cinema, stampa, out-of-home, social e negli stadi, celebrando l’eredità di Robinson.

Conclusioni

Budweiser ha anche creato delle speciali bottiglie in alluminio, chiamandole “42” di Jackie Robinson, in edizione limitata per la stagione MLB, di cui 42 centesimi da ogni bottiglia venduta verranno donati alla Fondazione Jackie Robinson per aiutare a sostenere l’apertura del Museo Jackie Robinson a New York City.

Siamo sicuri che questa campagna aiuterà a rinforzare l’immagine del brand di birra a livello locale, ma non solo, oltre che sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento legato all’uguaglianza di razza, un argomento ancora oggi molto sentito negli USA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *