Meta rimuoverà le opzioni di targeting su temi sensibili il 19 gennaio

0
181
facebook diventa meta foto

Meta rimuoverà le opzioni di targeting per argomenti sensibili il 19 gennaio per le campagne a pagamento sui suoi social media

Meta inizia la sua opera di rinnovamento, anche per quanto riguarda le sue campagne a pagamento. Infatti, a partire dal 19 gennaio eliminerà alcune voci di targeting, che gli inserzionisti potevano in passato inserire all’interno delle proprie sponsorizzate. Queste nello specifico hanno a che fare con argomenti sensibili, i quali non saranno più disponibili a partire da quella data, anche se il social darà la possibilità di ricercare delle valide alternative, lasciando il targeting precedente fino al 17 marzo. Alcuni degli argomenti che non potranno essere più utilizzati riguardano gli orientamenti politici, religiosi, sessuali ed etnici.

Così come dichiarato in una nota dalla stessa Meta:

“Rimuoveremo alcune opzioni di targeting dettagliato perché riguardano argomenti che le persone potrebbero percepire come sensibili, come opzioni di targeting relative a cause, organizzazioni o personaggi pubblici oppure che riguardano salute, razza o etnia, affiliazione politica, religione oppure orientamento sessuale”.

La società ha fornito i seguenti esempi di opzioni di targeting che verranno rimosse:

  • Cause legate alla salute (ad esempio “Consapevolezza del cancro del polmone”, “Giornata mondiale del diabete”, “Chemioterapia”);
  • Orientamento sessuale (ad es. “matrimonio tra persone dello stesso sesso” e “cultura LGBT”);
  • Pratiche e gruppi religiosi (ad es. “Chiesa cattolica” e “feste ebraiche”);
  • Credenze politiche, questioni sociali, cause, organizzazioni e personaggi;

Inoltre la stessa Meta ha dichiarato che eliminerà anche le opzioni di targeting ridondanti, ossia quelle non molto adottate dagli utenti e simili ad altre opzioni già esistenti e con una portata maggiore, oltre che quelle troppo di nicchia. Non ha però specificato quali opzioni saranno eliminate nello specifico.