Digital Signage: cos’è e quali sono i suoi vantaggi

0
468
digital signage foto

Li hai visti sicuramente almeno una volta. Ma, forse, non hai mai approfondito l’argomento. Stiamo parlando di una forma di pubblicità e comunicazione legata agli schermi che prende il nome di Digital Signage.

Andiamo subito a vedere tutti i dettagli legati al Digital Signage e alla sua importanza nel mondo della pubblicità moderna, nel nuovo post a cura di Pop Up Mag!

Cos’è il Digital Signage

Senza voler e dover entrare troppo nel tecnicismo, il Digital Signage è una particolare forma di pubblicità in cui il contenuto viene rappresentato attraverso degli schermi. Viene anche definito ‘pubblicità di prossimità’ poiché, il più delle volte, ritroviamo questi stessi schermi di fianco al negozio fisico a cui fa riferimento.

I vantaggi del Digital Signage

I vantaggi del Digital Signage sono notevoli. In primis, il fatto di poter creare una sorta di comunicazione interattiva e non statica. Oltretutto, può essere molto coinvolgente durante le riunioni interne.

Chissà quante volte ti sarà capitato di annoiarti nel vedere le classiche slide che passano di volta in volta. Mentre, utilizzando questa tecnica, anche l’argomento più ostico risulta essere più semplice.

Ovviamente, può essere usato anche nella comunicazione verso l’esterno. Oltre alla capacità di poter attirare l’attenzione, ti permette anche di mettere in evidenza i dettagli che fanno al caso tuo.

O, comunque, di far interagire il possibile cliente con un apposito smartphone. Nulla vieta, inoltre, di poter creare un vero e proprio storytelling istantaneo che dà più valore sia al brand che al prodotto.

Da sottolineare anche il fatto che, con meno carta utilizzata, si dà una mano all’ambiente. E nulla vieta che si possa sfruttare tutto questo per poter dire che la propria impresa ha rispetto per il Pianeta.

Non sono tutti i vantaggi ma, molto spesso, dipende anche dalla tematica che si va a trattare. E dalla fantasia che, poi, ci mette tutto il team di comunicazione.

Oppure, e questo lo analizzeremo nel prossimo paragrafo, gli strumenti che vengono utilizzati per valorizzare al meglio il Digital Signage.

Quali sono gli hardware più utilizzati

Si possono usare diversi hardware ma in particolare due hanno avuto, almeno fino ad adesso, un maggior riscontro. I primi riguardano i totem multimediali che, detta così, sembra quasi qualcosa di futuristico e di astruso. In realtà, sono delle colonnine in cui l’utente, anche da remoto, può fare le operazioni che vuole – perfino l’acquisto – oppure anche vedere qualche campagna pubblicitaria. Occupano davvero poco spazio e si sono rivelati essere molto utili sia per il rivenditore che per il cliente.

Il secondo strumento riguarda tutto ciò che è nell’ambito dei monitor professionali che hanno la caratteristica di avere una qualità audio e video altissima. Del resto, questa particolare forma di pubblicità si basa proprio sull’immagine e avere degli hardware professionali può fare la differenza.

E l’investimento non è nemmeno così elevato rispetto a quanto si possa pensare. In alcune occasioni, sono anche più economici dei classici cartelloni pubblicitari.

Il nostro post dedicato al Digital Signage termina qui. Alla prossima con gli approfondimenti dedicati al mondo della pubblicità, sempre a cura di Pop Up Mag!