Come ottimizzare i tuoi profili sui social media e su cosa puntare

0
180
social media foto

Aumentare l’engagement e trasformare il tuo pubblico in clienti paganti richiede un impegno significativo. Risulta sempre più importare lavorare con impegno e dedizione per seguire una strada corretta. Al giorno d’oggi ottimizzare le proprie pagine social risulta una parte fondamentale per diverse aziende che si affacciano online. Prima di procedere, è doveroso fare una piccola nota.

Non tutti i social sono uguali e non tutte le attività o prodotto possono essere promossi allo stesso modo.

Infatti è vero che moltissime aziende praticano ormai marketing sui social media, ma abbiamo chiesto ad Antonio Pisaniello, CEO della Web Digital Design, qualche consiglio per chi si vuole addentrare in questo settore.

Al giorno d’oggi molti guardano i profili con tanti iscritti, quindi mirano a dei numeri elevatissimi, ma è sempre importante capire che ci sono state delle sorte di “onde”. Al momento replicare uno scenario è quasi inutile, anche perchè tutto cambia sempre più velocemente. 5 anni fa, una fanpage da 1 milione di iscritti era una potenza. Oggi con la saturazione del mercato e i tassi di engagement imposti dai vari social sempre più bassi risulta imprescindibile effettuare delle campagne mirate e quindi investire sulle sponsorizzate. Il pubblico che si raggiungere in maniera organica è sempre più piccolo, quindi il mio consiglio più di puntare alla quantità di iscritti ai social, è fondamentale puntare sulla qualità.

Le caratteristiche fondamentali di un profilo di successo

Affrontiamo innanzitutto le basi del profilo. Iniziamo con gli elementi essenziali necessari per il tuo profilo aziendale.

  1. Il Nome della tua attività: come puoi immaginare, la maggior parte delle persone interessate alla tua attività probabilmente la cercherà per nome su instagram o facebook. Pertanto un profilo aziendale sui social media deve utilizzare il nome della tua attività, a meno che non operi sotto il tuo nome personale.
  2. Foto del profilo e di copertina: la scelta tra il logo e una foto personale è un argomento dibattuto. In generale, se il tuo marchio è già ben noto, è consigliabile utilizzare il logo. Se stai costruendo un marchio personale o hai appena iniziato, è meglio optare per una foto personale. Le persone tendono a interagire maggiormente con volti umani rispetto ai loghi, specialmente se il marchio non è ancora ampiamente riconosciuto.
  3. Il tuo collegamento: praticamente tutti i social network consentono di collegare il tuo sito web nel profilo. Assicurati quindi di includere il link al tuo sito. Esistono varie strategie per sfruttare al meglio questa sezione, come discuteremo di seguito.
  4. La tua biografia: la biografia di solito consiste in poche frasi su di te o sulla tua attività.
  5. La tua posizione: alcuni social network consentono di indicare la tua posizione nel profilo. Se la tua attività dipende da un pubblico locale, è fondamentale includere queste informazioni nel tuo profilo.

Oltre a questi aspetti, è importante completare tutti gli elementi della tua pagina principale. Cosa rappresenta la tua pagina? Per raggiungere il tuo pubblico target, è essenziale rendere il tuo profilo visibile nei risultati di ricerca. Durante l’ottimizzazione, assicurati di affrontare gli elementi di base. Il tuo profilo dovrebbe anche offrire alle persone informazioni dettagliate su chi sei e cosa fai, permettendo loro di conoscerti meglio. Compila accuratamente i campi informativi con i tuoi dati e fornisci dettagli sulle attività della tua azienda e altro ancora.

Hashtag e keywords: poche ma buone

Quando utilizzi gli hashtag, ottimizzali per l’account di social media su cui stai pubblicando il contenuto.

Gli hashtag su Instagram avranno un aspetto diverso rispetto a quelli su Twitter.

Comprendere come utilizzarli correttamente è essenziale per il successo. Se desideri essere facilmente trovato, effettua una ricerca per parole chiave e incorpora quelle ad alto rendimento nel tuo profilo per aumentare le possibilità di visibilità.

Mentre alcuni profili di social media come LinkedIn e Facebook consentono l’inclusione di più link, tutti mostrano un solo collegamento immediatamente visibile in bio. Pertanto, è cruciale che il tuo collegamento punti a qualcosa di pertinente. Inserire il link al tuo sito web è una scelta valida, ma esistono modi più efficaci per utilizzare questa sezione.

L’importanza di un contenuto di qualità

Il contenuto rappresenta la chiave del successo. Questo è uno dei punti sempre più frequente durante le consulenze SEO o durante i meeting sui social media, poiché è ciò che attira l’attenzione del tuo pubblico. Le persone apprezzano i contenuti che offrono valore, quindi i tuoi post, che siano creati o adattati, dovrebbero superare il semplice materiale promozionale e contribuire ad affrontare gli ostacoli dei tuoi follower. La scelta delle immagini giuste è cruciale per distinguere i tuoi contenuti, soprattutto considerando la vasta quantità di materiale presente nei feed di ogni utente.

Se pubblichi contenuti di alta qualità ma non ottieni risultati, potrebbe essere dovuto al tuo programma di pubblicazione. È essenziale pianificare i post durante il periodo in cui il tuo pubblico è più attivo online, considerando che questo può variare da marchio a marchio e da piattaforma a piattaforma. La migliore strategia è testare diversi orari e valutare i risultati. Ricorda che il tuo profilo sui social media è il tuo spazio virtuale e richiede regolari “pulizie”. Questo include rimuovere tag da foto poco lusinghiere, eliminare commenti inappropriati, monitorare lo spam e segnalare e rimuovere contenuti non desiderati. Un profilo pulito trasmette un messaggio di affidabilità e cura per l’immagine del marchio.

Durante la revisione dei tuoi profili sui social media, è utile adottare una prospettiva esterna. Appaiono affidabili? Se hai seguito i passaggi precedenti per assicurarti che i tuoi profili siano puliti, coerenti e professionali, è probabile che lo siano. Altri modi per distinguerti includono controllare la grammatica per mantenere un’immagine professionale, pubblicare con moderazione per dimostrare attività senza inondare il feed e cercare la verifica del profilo, quando possibile.

Altro passaggio importante è carpire le abitudini del tuo target, sopratutto per capire gli orari di punta.

Informati anche sulle ultime ricerche di mercato e non smettere mai di mantenerti aggiornato: la tua strategia va aggiornata pedissequamente giacché come abbiamo appena sottolineato questa può variare nel tempo. Così facendo manterrai il coinvolgimento ai massimi livelli, servendoti sempre delle giuste parole chiave nonché degli hashtag più adatti. Insomma, la gestione delle pagine social è un vero e proprio lavoro! Per questo sempre più figure professionali, proprio come i social media manager, si propongono sul mercato per occuparsi di questo aspetto della crescita di un brand.

Conclusioni

Considera i passaggi precedenti come la creazione di una solida base per migliorare la tua presenza sui social media. Quanti più passaggi seguirai, tanto più efficacemente potrai sviluppare e ampliare le tue campagne in futuro. Queste tattiche, unite a strumenti professionali per assistere la tua crescita, garantiscono un approccio proattivo ai social media e un’attenzione ai numeri che contano.

Ora che conosci i passi per ottimizzare i profili dei social media, il passo successivo è monitorare le prestazioni dei tuoi profili. Utilizza i report approfonditi della pagina per scoprire gli orari migliori per pubblicare su ciascun social network. Indaga su quali campagne sui social media generano il maggior coinvolgimento e crea post di valore per aumentare la visibilità. Ancora più importante, coinvolgi e connettiti con i follower e i potenziali clienti per creare affinità con il tuo pubblico.

Ricorda che il marketing sui social media si basa sulla promozione di connessioni autentiche con il pubblico e garantisce un impatto significativo positivo del marchio sul mercato.