Accordo tra Autogrill e Ministero della Difesa per la ricollocazione professionale dei volontari in congedo

0
345
Autogrill foto

Al via l’accordo tra Autogrill e Ministero della Difesa per la ricollocazione professionale dei volontari congedati dalle Forze Armate. Ne parliamo oggi su Pop Up

Sappiamo quanto sia importante avere un lavoro che possa appagarci professionalmente e consentire una vita agiata a noi stessi e alla nostra famiglia. Ma non sempre le cose vanno per il verso giusto e si potrebbero incontrare dei problemi a reperire un nuovo lavoro. Ma una bella novità scatta all’orizzonte: si tratta dell’accordo tra Gruppo Autogrill, il primo operatore al mondo per quanto riguarda i servizi di ristorazione per chi viaggia, e il Ministero della Difesa, Segretariato della Difesa/DNA (Segredifesa), per la ricollocazione professionale dei giovani congedati dalle Forze Armate, proprio all’interno di Autogrill.

La convenzione ha l’obiettivo quindi di ricollocare nel mondo del lavoro coloro che hanno servito la patria. L’offerta è valida per i volontari congedati e consta di percorsi formativi e occupazionali per circa 200 persone. Il percorso vuole favorire la crescita professionale della risorsa mediante la possibilità di diventare “Operatore Pluriservizio”, rafforzando alcuni punti vendita durante i picchi di afflusso e dando il via alla formazione per diventare Responsabile del servizio Autogrill.

La notizia è stata commentata così da Andrea Cipolloni, CEO di Autogrill Europe:

«Siamo molto soddisfatti di questo importante accordo con il Ministero della Difesa, che ci  permette di accogliere in Autogrill personale qualificato, con cui sicuramente condividiamo  valori come il servizio verso il prossimo e la propensione al lavoro di squadra. Una collaborazione che conferma l’impegno di  Autogrill nella valorizzazione dei talenti che si congedano dalle Forze Armate». 

Franco Lunerti, Vice Direttore del primo reparto del Segretario Generale della Difesa ha invece commentato:

«La convenzione con Autogrill è un valido progetto di ricollocazione  professionale e si inserisce nell’ambito del progetto “sbocchi occupazionali”, coordinato a  livello nazionale da Segredifesa, al fine di offrire ai nostri congedanti e congedati un servizio  di informazione, orientamento, formazione professionalizzante e accompagnamento al  lavoro.»