Professione social creator: intervista a Jonny Cutuli

0
403
jonny cutuli

Professione social creator: intervista a Jonny Cutuli, nel nostro appuntamento con gli influencer

Bentrovati su Pop Up Mag, il sito dedicato al digital, in tutte le sue forme. Oggi vogliamo parlarvi di influencer, intervistandone uno molto attivo sui social e nello specifico su TikTok: stiamo parlando di Jonny Cutuli, un ragazzo catanese, che da sempre ci segue con interesse e che si è sottoposto a questa intervista, dove si toccano alcuni temi, anche attuali, come cyberbullismo e tutela dei minori dall’utilizzo dei canali social.

Vediamo nelle righe che seguono cosa ha da dirci. Benvenuti sul nostro portale!

  • Ciao Jonny, presentati ai nostri lettori..

Bella raga, mi chiamo Jonny e sono un ragazzo siciliano della provincia di Catania. Mi sono diplomato all’Istituto Tecnico Commerciale di Acireale qualche anno fa, e attualmente mi sono trasferito in Inghilterra per studiare “Marketing & Digital Communications” presso la Edge Hill University. Nella vita di tutti i giorni mi piace allenarmi e mantenermi in forma.

Sono un ragazzo creativo e mi piace molto sperimentare, provare nuove cose, mettere idee insieme e creare sempre qualcosa. Adoro viaggiare, fosse per me prenderei la valigia e partirei un girono sì e l’altro pure, purtroppo sto maledetto coronavirus non ci vuol lasciare più in pace. Sono un ragazzo che non sta mai fermo, odio l’ozio, non mi piace proprio annoiarmi, devo sempre fare qualcosa o mi sento inutile.

  •  Social media: cosa ti affascina di questo mondo e quale usi abitualmente?

I social media sono un mezzo potentissimo per raggiungere e farti scoprire da nuove persone. E’ questo quello che amo di più dei social. Il fatto che tutti, partendo dal nulla, possono diventare qualcuno e possono esprimere le proprie idee, la propria creatività e raggiungere persone interessate a quello che fai. Pazzesco che con un singolo video è possibile raggiungere milioni di persone in tutta Italia, ma anche nel mondo. WOW!

Io personalmente utilizzo tanto TikTok e Instagram, ultimamente anche Snapchat perché in Inghilterra gli adolescenti utilizzano solo quello per parlare tra di loro, quindi mi sto adattando anche io.

  • Che tipo di post ti piace pubblicare? Che tipo di stile ti piace seguire nelle tue pubblicazioni?

Quello che amo pubblicare sul mio account TikTok (@jonnycutuli) sono principalmente video “educativi”, “life hacks”, ma anche video riguardanti le verità nascoste dietro i vari cartoni animati, e quindi tutti i messaggi nascosti che vi stanno dietro.

I miei video si sono da sempre distinti per lo stile: infatti, in background, di solito metto gifs o spezzoni di clip montati a computer per spiegare meglio la teoria o la news riguardante quel tipo di argomento che sto trattando. E quindi rendo i miei video più accattivanti in questo modo, e devo dire che questo piace molto al pubblico che mi segue. Alla fine viene una cosa pazzesca che su TikTok Italia, quando ho iniziato a fare video, non avevo mai visto fare. Purtroppo, col tempo, dato il successo dei miei video, molti hanno iniziato a copiare il mio stile, ma era prevedibile..

@jonnycutuliLike + Follow Per La Parte 3!!!❤️ ##foryou ##infanzia ##bambini ##scuola♬ Classical Music – Classical Music

  • Con quali aziende hai collaborato negli anni?

In realtà sto nel mondo di TikTok da meno di un anno, una delle aziende con cui ho avuto il piacere di collaborare è “Babbel”, un’app che ti permette di imparare una nuova lingua in poco tempo tramite delle lezioni ben strutturate all’interno dell’applicazione. Quest’app mi è servita tanto perché subito dopo mi sono trasferito in Inghilterra e ho rafforzato ancora di più la mia conoscenza sull’inglese. Collaboro anche con altre aziende americane, quali “BIGO LIVE”, “YARN”, tutte app che si possono trovare sull’App Store o su Google Play.

  • Tiktok Vs Instagram: quale secondo te sarà quello più di tendenza e perché?

Senza dubbio TikTok. A mio avviso Instagram sta morendo, questo semplicemente per il fatto che sta cercando in tutti i modi di copiare TikTok, ad esempio introducendo la funzione “Reels” che nessuno aveva richiesto. Tra l’altro ho sentito dire che adesso vogliono eliminare la funzione di condivisione delle proprie foto nelle stories per “promuoverle”, come quando scriviamo “NUOVO POST”, e questo ovviamente ci darebbe più possibilità di ricevere like, commenti e condivisioni. Tutto ciò ad Instagram non sta bene, perché loro vogliono che spendi soldi per sponsorizzare e raggiungere più traffico. Ed ecco perché penso che Instagram è un social morente, semplicemente per il fatto che continuano a togliere funzioni che l’utente apprezza e ne introduce altre che nessuno ha chiesto. Si sta rovinando con le proprie stesse mani.

  •  Clubhouse: cosa ne pensi del nuovo social?

Ho scaricato Clubhouse l’altro giorno perché ho visto che sta andando in tendenza ultimamente, ma non ho ancora avuto modo di provarlo sinceramente.

Sembra interessante comunque, ti farò sapere.

  • Perché vale la pena essere presenti sui social? Cosa ne pensi delle ultime tragedie che hanno colpito tiktok e la sua comunità? Quali sono i rischi che si corrono e come difendersi? Cosa ne pensi dell’uso social nei più piccoli?

Avere una presenza sui social è essenziale se hai qualcosa da offrire, se vuoi farti scoprire dal mondo esterno, che tu sia un singolo individuo o un’azienda, un brand. Ormai tutto gira intorno ai social. Anche in ambito lavorativo ad esempio, LinkedIn è diventato importantissimo.

Per quanto riguarda le tragedie che hanno colpito TikTok ultimamente, purtroppo ho letto la notizia di quella bambina di Palermo qualche giorno fa, che è morta a causa di un’assurda challenge. Tutto ciò è pazzesco, personalmente non ho MAI visto quel tipo di sfida sul social, anche perché l’avrei immediatamente segnalata. Non ho idea di come sia potuto succedere, ma penso che TikTok dovrebbe in qualche modo tutelare i minori e adottare maggiori norme di sicurezza.

Per quanto riguarda i rischi che si corrono sui vari social..beh, il cyberbullismo sicuramente è ancora molto diffuso online, l’hating, i commenti negativi sono all’ordine del giorno.

Io personalmente me ne sono sempre fregato, quindi tutto ciò non ha molto effetto su di me. Mi concentro sempre e solo sul positivo. Delle volte non leggo proprio i commenti negativi. Pero’ mi rendo conto che ci possano essere persone più sensibili di me che magari ci rimangono male per un commento di troppo.

Per quanto riguarda i più piccoli, l’uso dei social a mio avviso dovrebbe avvenire, ma sotto la supervisione dei genitori o, in ogni modo, le varie piattaforme devono adottare delle misure di sicurezza per tutelare i minori, e quindi applicare delle restrizioni sugli account under 13, ad esempio.

  • Jonny dove possiamo seguirti?

I social dove seguirmi sono:

Ringraziamo Jonny Cutuli per il suo intervento, che speriamo abbiate apprezzato. Alla prossima da Pop Up Mag!