News Facebook: il brand vuole rilanciare la piattaforma tra i più giovani

0
1353
content creator facebook foto

News Facebook: il brand vuole rilanciare la piattaforma tra i più giovani, visto il calo di questi ultimi anni. Ne parliamo oggi su Pop Up

Si può dire che tutto sia nato con Facebook. Il mondo dei social media così come lo conosciamo oggi lo si deve, in gran parte, al lancio da parte di Zuckerberg di questa piattaforma, originariamente pensata per gli studenti del college americano frequentato dallo stesso Mark. Quindi tutto nasce quindi come un luogo dedicato ai più giovani, che nel corso degli anni è cambiato nella sua demografia, divenendo sempre più frequentato da persone mature. News di oggi è quella che vuole Facebook cercare di tornare ai fasti di un tempo, studiando alcune strategie utili per tornare ad essere un luogo frequentato anche dai più giovani, i quali oggi preferiscono di gran lunga TikTok e Instagram.

Dalle statistiche presentate da Pew Research e condivise da Social Media Today, se fino al 2014-15 i giovani americani su Facebook rappresentavano il 71% degli utenti totali del paese, questa percentuale è scesa oggi al 33%.

Come dichiarato da Facebook, le cose stanno però cambiando:

“Facebook è ancora per tutti, ma per costruire la prossima generazione di consumatori del social medium, abbiamo apportato cambiamenti significativi, tenendo presenti i giovani adulti. E con cinque trimestri di crescita sana nell’uso dell’app da parte dei giovani adulti negli Stati Uniti e in Canada, oggi oltre 40 milioni di giovani adulti USA/CA sono utenti attivi quotidiani, e questo numero è il più alto in tre anni.”

Purtroppo per Facebook, però, la risalita è davvero impervia: se guardiamo gli altri social media, abbiamo che negli USA Snapchat ha 100 milioni di utenti attivi giornalieri (quasi tutti giovani adulti), mentre TikTok afferma di averne 170 milioni.

Per conquistare nuovamente i giovani, Facebook dichiara che si concentrerà, nel prossimo futuro, su tre elementi chiave:

  • Migliorare la visibilità dei Reels e il Feed, per ottenere una maggiore rilevanza.
  • Aggiornare l’esperienza di visualizzazione dei video e la capacità di condividere clip in privato.
  • Migliorare le opportunità di monetizzazione per i creatori di contenuti.

A questo si aggiunge lo sviluppo del metaverso, molto usato dai ragazzi per vivere mondi alternativi a quello reale, grazie all’uso di avatar e personaggi immaginari digitali.

Facebook dice di lavorare al miglioramento della sua VR per rendere l’esperienza utente ancora più avvincente.

Non sappiamo ancora se questa strategia pagherà a lungo termine. Siamo però sicuri che Facebook, se vuole tornare ai fasti di un tempo, deve per forza di cose cambiare le carte in tavola, per rendere la piattaforma a prova di Gen Z.