vendite online

Vendite online e traffico su siti e-commerce: Google è in grado di generarne più di Facebook e Instagram

Vendite online: hai un e-commerce e vorresti iniziare a sponsorizzare i tuoi prodotti online ma non sai da dove cominciare? Oppure gestisci un e-commerce? Questo articolo ti aiuterà a scegliere il canale online giusto per te.

Secondo una ricerca effettuata dalla società di analisi Oribi, la quale ha analizzato i dati di 5,2 milioni di visitatori che hanno acquistato oltre 22.000 prodotti in 204 e-commerce tra ottobre e dicembre 2019, è emerso che Google è in grado di generare dei volumi di vendite e traffico verso le attività di e-commerce, migliori rispetto ai social network Facebook e Instagram perché il gigante della ricerca raggiunge i consumatori che sono più intenzionati a effettuare un acquisto.

Gli annunci a pagamento di Google hanno un tasso di conversione del 2,7%, mentre la ricerca organica di Google è del 2,1%, quella di Facebook è dell’1,5% e quella di Instagram dello 0,8%.

Gli e-commerce ottengono la maggior parte del loro traffico da sforzi di comunicazione diretta come e-mail e app, sebbene Google sia anche una fonte significativa di visite web. Quasi la metà (49%) del traffico web verso gli e-commerce proviene da canali diretti, seguita da ricerche organiche di Google (21%), annunci di Google a pagamento (14%), Facebook (9,6%) e Instagram (1,5%), secondo le stime di Oribi.

I prodotti meno costosi tendono a vendere meglio di quelli più costosi sui social Facebook e Instagram. Secondo Oribi, il tasso di conversione per i prodotti con un prezzo inferiore a $100 era del 2,6% sulle piattaforme di social media, rispetto al solo 0,4% per prodotti più costosi di $100.

Ora ti starai domandando:

“cosa ci dimostrano questi numeri? Usiamo solo Google per sponsorizzare i nostri prodotti online?”

Innanzitutto la capacità di Google di generare vendite e traffico web migliori rispetto a Facebook e Instagram indica una differenza fondamentale nel modo in cui i consumatori utilizzano le rispettive piattaforme.

Su Google c’è una domanda consapevole, quindi i consumatori esprimono in maniera diretta, tramite la ricerca, il loro intento d’acquisto, mentre su Facebook e Instagram si lavora su una domanda latente, perchè guardare i contenuti sui social media è un’esperienza passiva, spensierata, in cui le persone non pensano ad acquistare in quel preciso momento.

La concorrenza di Amazon

Negli ultimi anni Google, Facebook e Instagram hanno potenziato i loro sforzi sugli e-commerce per affrontare una crescente minaccia da parte di Amazon. Il colosso dell’e-commerce ha un’attività di pubblicità digitale in rapida crescita ed è il primo posto che molti consumatori visitano per iniziare la loro ricerca di prodotti online.

Google, il mese scorso, ha aggiunto una sezione di shopping che consente agli utenti di dispositivi mobili di vedere una varietà di prodotti di abbigliamento e accessori da più negozi online.

Nel frattempo anche Instagram ha aggiunto una varietà di funzionalità dedicate agli e-commerce per convertire gli utenti passivi dell’app in acquirenti attivi senza uscire da Instagram stesso.

E’ meglio Google o Facebook quindi?

La risposta è “dipende”: prima di tutto bisogna capire se ciò che vendi è qualcosa che gli utenti cercano attivamente su Google e quant’è il volume di ricerca. Inoltre c’è da considerare il fatto che se non hai mai fatto nessuna attività di sponsorizzazione, non escludere a priori un canale o l’altro ma sperimenta con un piccolo budget quale piattaforma performa meglio e ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Potresti decidere ad esempio di usare il paid advertising di Google con l’obiettivo di aumentare i tassi di conversione del tuo e-commerce e i social network per aumentare la tua brand awareness. Oppure di concentrare i tuoi sforzi di comunicazione sui social per ottenere le email dei tuoi potenziali clienti e utilizzare queste per fidelizzarli.

Sei d’accordo con questi dati? Usi Google o Facebook o ancora Instagram per sponsorizzare il tuo e-commerce? Scrivicelo nei commenti!