Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Tecnologia 5G: la partnership tra Bundesliga e Vodafone

Vodafone ha siglato un accordo biennale con la federazione calcistica tedesca (DFL) per sviluppare una real time app, che fornisca ai tifosi informazioni ed esperienze live negli stadi tedeschi attraverso la nuova rete mobile 5G

La tecnologia 5G: cos’è e come entra nel mondo del calcio oggi su Pop Up

Auto a guida automatica, telemedicina, cloud gaming, intelligenza artificiale e robot controllati a distanza: ecco le mirabolanti promesse della tecnologia 5G. Sempre di più si sente parlare della nuova generazione di connessioni telefoniche mobile, destinata a cambiare il nostro rapporto con il mondo digitale in un modo mai visto prima.

Il 5G é oramai alle porte e sulle bocche di tutti, dai patiti di elettronica ai complottisti.

La tecnologia 5G si è annunciata infatti come una vera e propria rivoluzione nelle telecomunicazioni e la Cina con il suo gigante della telecomunicazione, ovvero Huawei, hanno fatto sapere di essere ben preparati per il suo sfruttamento commerciale, mettendo in cantiere addirittura già il 6G.

Ma che cos’è il 5G?

La tecnologia 5G è il nuovo standard per la comunicazione mobile. Si tratta di una connessione sempre più veloce e alla portata di tutti, assicurando una velocità di download e upload molto elevata e un’interazione con i dispositivi IoT (acronimo dall’inglese: Internet of things).

Con Internet delle cose si indicano invece un insieme di tecnologie che permettono di collegare ad Internet qualunque tipo di apparato.

Lo scopo di questo tipo di soluzioni è sostanzialmente quello di monitorare e controllare e trasferire informazioni per poi svolgere azioni conseguenti.

La Next Generation Mobile Networks Alliance definisce i seguenti requisiti per le reti 5G:

  • velocità dati di decine di megabit al secondo per decine di migliaia di utenti;
  • 1 gigabit al secondo simultaneamente a molti lavoratori con gli uffici posti sullo stesso piano;
  • parecchie centinaia di migliaia di connessioni simultanee per reti di sensori senza fili capillari e di grandi dimensioni;
  • efficienza spettrale significativamente potenziata in confronto al 4G;
  • copertura migliorata;
  • efficienza dei segnali potenziata;
  • latenza significativamente ridotta in confronto all’LTE;

Cosa cambierà con il 5G?

La caratteristica del 5G che lo differenzierà dai precedenti standard comunicativi è la velocità di connessione.

Secondo gli operatori questa dovrebbe avere una velocità dati di decine di megabit al secondo per migliaia di utenti, le persone che lavorano nello stesso piano per esempio dovranno avere la connessione ad almeno un gigabit per secondo. Un’efficienza quindi ottimizzata rispetto alla precedente tecnologia 4G.

Per rendere meglio l’idea della velocità del 5G: per scaricare un film in 4K da una piattaforma di video in streaming ci vorrebbero solamente pochi secondi.

Perché viene chiamato 5G

Tecnologia 5G sta molto semplicemente per Quinta Generazione e per questa si intende l’insieme dei requisiti per un certo standard comunicativo.

La storia degli standard comunicativi parte nel 1991 con il 2G, sviluppato per migliorare la qualità della telefonia mobile.

Con il 3G arrivò anche la connettività dati in mobilità, con la possibilità di vedere anche i programmi televisivi.

La tecnologia 4G è stata sviluppata per migliorare la telefonia via IP (VoIP) e il cloud computing.

Il 5G, invece, è lo standard comunicativo pensato per l’Internet delle Cose appunto.

25 anni di Internet

Come funziona il 5G

Per raggiungere velocità così elevate è necessario utilizzare uno spettro di frequenza finora mai utilizzato.

Il 5G sfrutta le onde millimetriche, vale a dire onde radio tra 30 e 300 GHz, lo spettro di frequenza più elevato possibile, tanto che nessuno Stato lo ha ancora assegnato. Grazie alle ricerche in campo scientifico è stato dimostrato che le onde millimetriche possono essere utilizzate anche per la connessione.

Vodafone e 5G: accordo con la Bundesliga

Il 5G sarà il nuovo web, che assicura una velocità di download e upload molto elevata e permette di interagire con i dispositivi IoT. Inoltre scuoterà un pò gli equilibri politici internazionali degni della redazione di libri di Ian Fleming, autore dell’agente più famoso al mondo, ovvero 007. 

Nonostante sia ancora in fase di sperimentazione e il suo arrivo in Italia è previsto per il 2020, il 5G scende in campo negli stadi della Bundesliga, il maggior campionato di calcio tedesco a braccetto con Vodafone nella prossima stagione calcistica 2019-2020.

La DFL (Federazione calcistica della Germania) ha accettato infatti la proposta di Vodafone di portare la tecnologia 5G nei templi del calcio tedesco. Entrambi le parti lavorano ad un’app che in tempo reale raggiungerà i dispositivi mobili dei tifosi con informazioni pre, durante e post-partita. Si verrà a conoscenza di statistiche legate alla gara e ai calciatori, come ad esempio la velocità di corsa di un attaccante lanciato a rete.

Il perchè di questa partnership

Le applicazioni mobile sono ormai sempre più diffuse nella quotidianità in vari settori e ovviamente il calcio ha accettato la sfida tra finanza e innovazione. Infatti il bel gioco punta sulle applicazioni per stare vicino ai tifosi e per consentire di compiere esperienze personalizzate quando ci si trova dentro o fuori lo stadio.

Vodafone riverserà fino a 500 gigabyte di dati nello stadio con un trend in crescita in qualità di top player del settore delle telecomunicazioni e con una solida infrastruttura 5G.

“Il calcio vive di emozioni. Dati e analisi stanno diventando sempre più importanti per molti fan. Finora, sono stati spesso disponibili a casa e in TV solo dopo la partita”, ha spiegato l’amministratore delegato di Vodafone, Hannes Ametsreiter.Stiamo riunendo questi mondi. La nostra partnership con DFL è il calcio d’inizio per il 5G in Bundesliga. Con la nuova tecnologia di comunicazione mobile stiamo portando informazioni in tempo reale ai fan delle statistiche direttamente sugli spalti”.

Insomma la Bundesliga sarà il prototipo per la nuova tecnologia relativa al calcio e ai media per offrire ulteriori possibilità agli spettatori all’interno dello stadio e davanti agli schermi.

La Volkswagen Arena di Wolfsburg inaugurerà in autunno il 5G con un’app innovativa, che catapulta le emozioni dello stadio nella realtà  digitale di ogni tifoso.

 

Insomma il privilegio riconosciuto alla tecnologia 5G non è solo aumentare la velocità di download e upload degli utenti, ma migliorarne la qualità del servizio e fornirgli informazioni aggiuntive a quelle a sua disposizione al momento.

Secondo la road map prevista dagli operatori, il 5G dovrebbe entrare ufficialmente in funzione entro il 2020, ma sono in molti quelli che stanno accelerando il lavoro sulle architetture, per offrire una connessione super veloce qualche mese prima della data stabilità.

Conclusioni

Concludendo questo post, la partnership Vodafone-Bundesliga non é un progetto “pionieristico” ma bensì una realtà imminente e sono convinto che ben presto seguiranno Premier League, Ligue 1, la Liga e la nostra Serie A.

Perché?

Semplicemente perché la necessità di connettività mobile negli stadi è in aumento e cresce quanto il desiderio dei tifosi di riuscire a condividere le proprie esperienze, emozioni e opinioni sui Social Media.

Di conseguenza gli operatori telefonici sono molto interessati a risolvere il sovraccarico della rete e la connettività online con l’ implementazione di app interattive dotate di servizi esclusivi.

 

Noi siamo pronti a questo cambiamento: e voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *