strategie ecommerce

E-commerce: 10 strategie social per conquistare i cuori e il portafoglio dei tuoi clienti

Bentrovati su Pop Up Mag, il sito dedicato a marketing e comunicazione digitale. Per il post di oggi vogliamo parlarvi di strategie e-commerce sui social media, utili ad incrementare le vendite online. Queste infatti a livello globale sono in aumento e si prevede che rappresenteranno oltre il 22% di tutte le vendite al dettaglio entro il 2023. In effetti, l’e-commerce ha già iniziato a superare le vendite fisiche dei negozi in alcuni casi.

Secondo un report del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, la quota di mercato totale delle vendite online negli Stati Uniti è stata superiore alle vendite di merci generali per la prima volta nella storia lo scorso febbraio.

Questo trend sta portando i brand a privilegiare sempre più i loro investimenti nelle vendite online.

Analizziamo in questo nuovo post per Pop Up, tratto da un interessante contributo di Social Media Today, 10 strategie e-commerce per conquistare i cuori e il portafoglio dei consumatori e aumentare le vendite online nel 2020.

1. Conosci i tuoi clienti

In un momento in cui l’attenzione dei consumatori è sempre più difficile da conquistare e mantenere, il successo dei marketer dipenderà dalla loro capacità di comprendere i comportamenti dei clienti e adattare le loro strategie per creare le esperienze di acquisto sempre più ottimizzate

2. Investi nei canali giusti

Esiste una vasta gamma di piattaforme social e digital che le persone usano ogni giorno, tuttavia i brand dispongono di budget e risorse limitate da destinare alla pubblicità digitale. Quanto più conosci i tuoi clienti, tanto più sarai in grado di individuare i canali giusti per concentrare i tuoi sforzi di marketing.

Quali canali usano per navigare e condividere contenuti? In genere quando usano questi canali? Con quali tipi di contenuti interagiscono maggiormente? Ottenere risposte a queste domande ti aiuterà molto nel creare una strategia di social commerce vincente per la tua azienda.

3. Ottimizza sempre

Man mano che emergono nuove piattaforme e i comportamenti dei tuoi clienti continuano a evolversi, anche la tua strategia di social commerce deve evolversi. Solo perché un particolare canale o strategia ha funzionato in passato, ciò non significa necessariamente che sarà efficace anche in futuro.

Oggi gli esperti di marketing hanno a portata di mano un’innumerevole quantità di dati dei consumatori, ma la parte più impegnativa è dare un senso a tutto. Investire in piattaforme e strumenti di analisi può aiutarti a sintetizzare in modo efficiente il set di dati di grandi dimensioni in approfondimenti fruibili.

4. Crea percorsi di acquisto pratici

Ormai nel 2020, quando si tratta di acquisti, la praticità è fondamentale. I brand in grado di realizzare un processo di acquisto end-to-end, con il minor numero di passaggi senza attriti – su tutti i canali principali – saranno quelli che convertiranno i prospect in clienti nel modo più efficace.

Per assicurarti di catturare le persone giuste, nel posto giusto, al momento giusto, avrai bisogno di una strategia di e-commerce omnicanale, senza interruzioni e mille passaggi.

Ciò include anche lo sfruttare le funzionalità di check-out social e integrare le tue esperienze online e in-store.

5. Sfrutta le funzionalità di Social Check-out

Quando qualcuno scorre il suo social feed e scopre un prodotto che desidera immediatamente acquistare, l’ultima cosa che un brand vuole fare è creare anche la più piccola barriera tra quel momento di ispirazione e quella persona che effettua un acquisto.

Come tutti i gestori di e-commerce sanno, meno click = vendite più elevate.

Per ottimizzare le esperienze di social shopping, piattaforme come Instagram , Facebook e Snapchat hanno iniziato a testare le funzionalità di check-out che consentono ai brand di vendere prodotti senza interruzioni e direttamente dai loro post social organici o a pagamento, senza che gli utenti abbandonino l’app.

Anche altre piattaforme, come Pinterest, stanno lavorando per raggiungere questo obiettivo, offrendo ai marchi la possibilità di aggiungere tag di prodotto ai loro post nel tentativo di semplificare il percorso di acquisto.

6. Sfrutta i contenuti generati dall’utente (UGC) e degli influencer spontanei

Gli user-generated content (tradotto contenuti generati dagli utenti) cioè le le immagini, i video e le recensioni che le persone pubblicano sui social network – sono visti come i contenuti più affidabili, autentici e influenti dai consumatori, rendendoli una risorsa incredibilmente preziosa per gli esperti di marketing.

In effetti, l’UGC è visto come 9,8 volte più efficace nell’influenzare le persone rispetto al tradizionale contenuto dell’influencer. Questa tendenza indica il fatto che gli influencer di oggi sono più vicini alle star dei reality TV che ai tuoi clienti medi e stanno vivendo un calo della fiducia dei consumatori a causa di questo. Di conseguenza, le aziende e i marketer dovrebbero considerare di cambiare le proprie strategie di marketing, puntando di più sulle recensioni fatte da altri consumatori, che diventano così degli influencer spontanei.

Le aziende devono coinvolgere e motivare strategicamente quei creatori genuini di contenuti nel 2020 così da poter costruire community più fedeli e coinvolte.

7. Crea esperienze autentiche durante la customer’s journey

La maggior parte degli esperti di marketing che sfruttano i contenuti UGC e degli influencer tendono a farlo solo con post organici sui social, ma questa incredibile prova social può anche essere efficace nel creare esperienze autentiche in ogni punto del customer journey.

Se hai l’autorizzazione dai creatori di contenuti, l’UGC può essere utilizzata per generare risultati su tutti i tuoi canali e campagne. Usali nelle ads digitali e di stampa, presentalo nelle e-mail promozionali e della community, mostralo come prova social su tutti i tuoi siti web e app mobile, visualizzalo sulle pagine prodotto del tuo e-commerce o anche su insegne in negozio o schermate di eventi dal vivo.

8. Coinvolgi i tuoi clienti

Avvia una competition sui social, lancia una sfida con un #hashtag, offri punti, premi oppure organizza un evento per i tuoi fan. Qualunque sia la campagna creativa o l’iniziativa, assicurati che le richieste alla tua community siano specifiche e che i termini di partecipazione siano chiari.

9. Utilizza i chatbot

I chatbot sui siti web, per app mobili e di messaggistica sono diventati un modo fondamentale per i rivenditori di coinvolgere, informare e promuovere i loro prodotti ai clienti. I chatbot di Facebook Messenger, in particolare, sono diventati i preferiti, offrendo ai brand interazioni dirette 1 a 1 “sempre attive” con gli acquirenti e un nuovo modo per ottenere dati quantitativi e qualitativi sui clienti.

Tuttavia, anche la messaggistica diretta, ha la capacità di essere estremamente invasiva se non utilizzata con giudizio. Se abusata, potrebbe provocare infatti una violazione irreparabile della fiducia dei clienti.

10. Crea una comunicazione personalizzata

I consumatori si aspettano esperienze personalizzate dai marchi e premiano quelli che possono fornirle.

I consigli personalizzati infatti hanno spinto il 49% degli acquirenti ad acquistare un prodotto che inizialmente non intendevano acquistare, ed è facile capire perché.

Una corretta personalizzazione richiede che le aziende abbiano una profonda comprensione delle intenzioni d’acquisto dell’acquirente.

Collegando indicatori comportamentali come ricerche precedenti, cronologia e frequenza di navigazione, acquisti passati ecc., per non parlare poi degli annunci di retargeting e delle campagne e-mail, è possibile fornire agli acquirenti contenuti tempestivi e altamente pertinenti, che possono aiutarli a spostarli da “non sono sicuro di aver bisogno di altro” A “questo è esattamente ciò di cui avevo bisogno”.

Il social commerce ha già avuto un impatto significativo sul settore del commercio al dettaglio e rimane un’enorme opportunità per i brand che possono attuare strategie e-commerce sui social media, vincenti per continuare a prosperare, fidelizzare i clienti e vendere di più.

 

Alla prossima dalla vostra Lucrezia, sempre qui, su Pop Up Magazine!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui