Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Stranger Things: le campagne marketing più belle

stranger things polaroid

Stranger Things: le campagne marketing più belle legate alla serie

Poche settimane fa vi abbiamo parlato della campagna marketing ispirata a Stranger Things che Burger King ha realizzato per sostenere il lancio della terza stagione.

Oggi che i dati sono ufficiali, vi possiamo parlare del fenomeno Upside Down nel complesso, analizzando tutte le attività di marketing che sono state attivate intorno al lancio della terza stagione della serie che ha battuto ogni record di visualizzazioni.

stranger things

La campagna Stranger Things come esempio di comunicazione vincente

Se vi siete mai chiesti quale sia il segnale più eclatante che indichi incontestabilmente il successo di una campagna di marketing, secondo la mia opinione questo è il buzz attorno all’argomento, ossia in quanti parlano e trattano dell’argomento sui canali social, blog e altri mezzi di comunicazione digitali.

Buzz che ovviamente è ampiamente legato poi alle conversioni, che in questo caso riguardano il numero di persone (account Netflix) che hanno guardato gli episodi della nuova stagione.

Guardando quindi i numeri, abbiamo che dal 4 luglio, giorno della release ufficiale della serie ad oggi, oltre 40 milioni di account Netflix hanno già visto la serie, e di questi, 18.2 milioni di account hanno già terminato la terza stagione. Niente male direi!

Se pensate che il numero di utenti che hanno già visto la serie non sia un elemento rilevante, almeno non da un punto di vista di marketing, ad esserlo sono certamente i numerosi omaggi/partnership e rigorosamente in stile anni ’80, messi in piedi dai vari brand in occasione del lancio di questa nuova stagione.

Se della primissima partnership, ossia quella con Burger King, vi abbiamo già parlato, è arrivato il momento di scoprire quali altri brand si sono attivati per celebrare il ritorno di El e amici.

Coca-Cola 

Più volte citata e bevuta in tutta la serie, non poteva di certo astenersi dalle celebrazioni il soft drink simbolo per eccellenza della generazione anni ’80.

Senza svelarvi troppo della serie, vi diciamo che la Coca Cola sarà anche protagonista in uno spezzone decisivo della terza stagione, e proprio da lì prende spunto la campagna marketing dedicata a Strager Things messa in atto da Coca Cola, che per l’occasione ha realizzato una limited edition della New Coke lanciata proprio negli anni in cui la serie è ambientata.

Ma non finisce qui: quelli che curano il marketing per il brand sono abituati a fare le cose in grande ed ecco allora spuntare anche un fantastico spot con tutti i protagonisti di Stranger Things, che vi mostriamo qui di seguito.

Nike

All’appello dei brand che hanno realizzato un loro tributo per la serie non poteva di certo mancare Nike.

Per l’occasione, il brand ha realizzato un’intera collezione di scarpe ispirata proprio agli adolescenti degli anni ’80 più famosi della TV.

La “Nike Stranger Things collection” è caratterizzata da una serie di elementi chiave che richiamano chiaramente il logo della scuola di Hawkins e i colori tipici che dominano tutta la serie.

Non solo scarpe: per festeggiare il ritorno di Stranger Things, Nike ha realizzato anche una linea di abbigliamento interamente ispirata alla serie.

H&M

Non solo Nike, anche H&M ha deciso di cavalcare l’onda Stranger Things e ha realizzato un’intera collezione estiva, ispirata e anche direttamente indossata da alcuni dei protagonisti della serie, tra i quali troneggia il belloccio della serie, Billy, anche lui grande protagonista di questa terza stagione.

Fine della scuola, adolescenza e piscina in una calda e apparentemente tranquilla estate del 1985: questi sono gli elementi con cui si presenta la nuova stagione di Stranger Things e sono gli stessi su cui è stata disegnata la collezione di H&M.

Polaroid

Chiudiamo con Polaroid, che ha deciso di dedicare una limited edition alla serie: One Step 2.

La nuova fotocamera è ispirata agli anni in cui la serie è ambientata e per questo risulta essere in uno stile estremamente vintage e con dei colori che richiamano subito alla mente l’America e la celebrazione del patriottismo stesso che, in un modo o nell’altro, è centrale nella serie.

Non poteva mancare il logotitolo Polaroid, rigorosamente sottosopra!

Conclusioni

Una carrellata di bellissime e suggestive campagne marketing a tema Stranger Things, che hanno sicuramente concorso a far salire la febbre da Upside Down agli amanti della serie ma non solo, facendo si che da semplice elemento di intrattenimento su Netflix, diventasse un vero e proprio fenomeno del quale prendere parte.

Questa è la potenza del marketing associato ad un contenuto di spessore. Alla prossima dalla vostra Noemi Campegiani, sempre qui su Pop Up Magazine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *