Sponsorizzate Facebook: via il vincolo del 20% di testo nell’immagine!

0
621
sponsorizzate facebook

Sponsorizzate Facebook: via il vincolo del 20% di testo nell’immagine. Ne parliamo oggi in Pop Up Mag

Bentrovati su Pop Up Mag, il sito dedicato al marketing e alla comunicazione, soprattutto digitale. Per il post di oggi vogliamo tornare a parlarvi di social media e nello specifico dell’ultima novità sulle sponsorizzate Facebook. Infatti tutti noi abbiamo un pò (e forse non solo un pò) odiato l’impostazione per le sponsorizzazioni di Facebook e Instagram, che non permette di aggiungere all’interno dell’immagine da sponsorizzare più del 20% di testo. Quindi, fino a questo momento, coloro che impiegano più del 20% dello spazio totale dell’immagine con testi e quant’altro, non vedono il loro annuncio pubblicato o comunque con una copertura molto inferiore, essendo in disaccordo con le regole di Facebook legate alla sponsorizzazione.

Ed ecco la notizia del giorno: Facebook sta rimuovendo le sue restrizioni sui contenuti di testo nelle immagini dei suoi annunci!

Vediamo insieme nelle righe che seguono cosa sta accadendo: continua a leggere il nostro post dedicato all’ultima novità di Facebook!

Pubblicità su Facebook: addio restrizioni sul testo dell’immagine!

Questo è un aggiornamento significativo per gli inserzionisti. Secondo i rapporti, Facebook sta rimuovendo le sue restrizioni sugli annunci che includono più del 20% di testo nell’immagine principale.

Come condiviso dall’esperto di social media, Matt Navarra, e apparso poi sul sito Social Media Today, Facebook sta contattando direttamente gli inserzionisti per informarli dell’aggiornamento, spiegando che:

“… non penalizzeremo più gli annunci con quantità maggiori di testo immagine nelle aste e nella consegna.”

Non si hanno conferme ufficiali in tal senso, ma sembra che Facebook stia aggiornando la sua piattaforma per accogliere la modifica nelle prossime settimane.

Se prendiamo la versione precedente del regolamento per la pubblicazione delle sponsorizzate sul social, emerge:

“Per creare una migliore esperienza per spettatori e inserzionisti, gli annunci che appaiono su Facebook, Instagram e Audience Network vengono selezionati in base alla quantità di testo immagine utilizzato nel tuo annuncio. In base a questa decisione, gli annunci con una percentuale maggiore di testo immagine potrebbe non essere visualizzato. Tieni presente che potrebbero essere applicate eccezioni a determinate immagini di annunci. Ad esempio, le esenzioni si applicano a copertine di libri, copertine di album e immagini di prodotti”.

La regola, come puoi vedere, è abbastanza chiara: gli annunci con troppo testo nelle immagini non sono approvati se non per talune tipologie di annunci. Inoltre Facebook ha sempre fornito un tool per controllare la quantità di testo presente nell’immagine per rientrare nei parametri descritti. Ma anche questo strumento non è più disponibile.

Perché Facebook ha il limite di testo?

La limitazione di testo nelle immagini riguarda specifici studi di mercato nei quali si è notato come gli utenti non siano favorevoli ad immagini con troppo testo all’interno. Ed è così che ha introdotto questa limitazione. Successivamente ha specificato che maggiore testo nella sponsorizzata avrebbe significato meno copertura.

Ma a quanto pare adesso verrà dato libero arbitrio agli inserzionisti di decidere quanto testo inserire all’interno dell’immagine. Questo nonostante Facebook continui ad affermare il principio esposto prima sulle preferenze degli utenti.

Staremo a vedere quando si avrà l’ufficialità di questa decisione che segna un’ulteriore spinta del social verso pubblicità e sponsorizzazioni in piattaforma.