Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Social Media Strategy: i nostri consigli per una campagna di successo

social media strategy

Social Media Strategy: quello che c’è da sapere e consigli utili al raggiungimento dei vostri obiettivi

I social media, si sa, sono diventati fondamentali nella costruzione e nel miglioramento della percezione della propria immagine di marca (o brand image) tra il pubblico. Presidiare oggi i canali social è diventato un must per tutti: piccole e medie imprese che vogliono affacciarsi a nuovi mercati, brand che vogliono rafforzare la propria posizione all’interno dei mercati già conquistati, lavoratori che cercano un nuovo lavoro o che vogliono specializzarsi in un settore particolare. E’ importante quindi, per tutti, essere presenti sui social ma è altrettanto importante farlo attuando una Social Media Strategy ben delineata, che sia orientata al raggiungimento di un obiettivo preciso e ben definito in sede di pianificazione strategica.

La penetrazione dei social media in Italia

Ormai i social media hanno invaso prepotentemente le nostre vite, modificando, senza ombra di dubbio, le nostre relazioni sociali e i modi in cui le costruiamo. E’ importante notare questo fenomeno perché, così come riportato dall’infografica successiva proposta da We Are Social, su una popolazione italiana residente di circa 60 mln di persone, 34 mln circa sono utenti attivi sui social network (circa il 57% della popolazione).

Quali sono i social network più usati in Italia nel 2017?

Dalla stessa statistica promossa da “We Are Social” sull’utilizzo dei social network in Italia, emergerebbe un ruolo “di svago” nell’utilizzo dei social media. La maggior parte degli utenti utilizzerebbe questi strumenti soprattutto per divertirsi o per svagarsi dagli impegni della vita quotidiana.

Ecco a voi l’infografica che incorona come piattaforme social maggiormente attive Youtube, Facebook e Whatsapp:

Cosa fare quindi per essere ben presenti sui social media

Visti i dati precedentemente riportati, è importantissimo, soprattutto per il pubblico business, avere una buona ed efficace strategia sui social media che consenta di essere ben presenti lì dove è presente il nostro pubblico di riferimento (target). Da questo capiamo, infatti, che la scelta del canale da presidiare dipende dal comportamento del nostro pubblico target e dagli strumenti che esso usa per comunicare con noi. Il nostro compito, quindi, è quello di intercettare questi dati e cercare di comunicare in modo efficace, stabilendo con esso una relazione bilaterale fatta di proposta, ascolto, risposta, volta a fornire una soluzione ai problemi che ci vengono posti.

Gli elementi chiave per costruire una Social Media Strategy di successo

La costruzione di una corretta strategia social passa attraverso una serie di fasi, la cui definizione è importante per meglio strutturare la comunicazione social.

Guardiamole qui, punto per punto:

  1. Definire le “Marketing Personas“: individuare quindi le informazioni importanti (demografiche, interessi, obiettivi, livello di istruzione, e così via) che riguardano il nostro target, portandoci quindi a costruire il profilo dettagliato dell’utente tipo. Questo ci permette di conoscere meglio il nostro pubblico e i suoi gusti, in modo da offrirgli ciò che veramente chiede e vuole;
  2. Definire gli obiettivi chiave per le iniziative sui social media: è importante definire ad ogni azione quale potrebbe essere l’obiettivo da raggiungere (es. ottenere più visite al sito, migliorare la propria brand image, ecc.), in modo che si possa compiere la migliore azione possibile e misurare i risultati;
  3. Budgeting: è molto importante anche darsi degli obiettivi in funzione del budget disponibile in quel momento;
  4. Team building: vista la complessità delle azioni da compiere è importante definire già in sede di pianificazione chi deve fare cosa e le responsabilità di ogni azione intrapresa;
  5. Ricerche: una volta definita la propria strategia ed il pubblico di riferimento è importante capire quale sia la migliore piattaforma social che sia funzionale e maggiormente orientata al raggiungimento del mio obiettivo. Inoltre bisognerebbe anche effettuare una serie di analisi per capire e conoscere i giorni e le ore migliori, in termini di massimizzazione dei risultati, previste per la pubblicazione dei messaggi;
  6. Produzione dei contenuti: e qui viene il bello! Bisognerebbe infatti sempre offrire contenuti di valore e di qualità oltre che interessanti per l’intero pubblico di riferimento. Offrire contenuti di qualità e di valore e soprattutto d’interesse per l’utente, aumenterebbe di molto la probabilità che quest’ultimo torni a visitare la pagina, oppure che compia un’azione che noi speriamo (mi piace sul post o sulla pagina, iscrizione alla newsletter, un commento ad un post e soprattutto acquistare il nostro prodotto/servizio). La produzione di contenuti di questo tipo aumenta la possibilità di stabilire una relazione bilaterale tra l’utente e il pubblico di riferimento;
  7. Integrazione con il resto della strategia digital, che possa comprendere SEO, campagne a pagamento su Adwords e social media (Facebook ADS ad esempio), attività di newsletter e così via;
  8. Monitoraggio ed analisi finali per capire se la campagna sviluppata abbia prodotto i risultati sperati e nel caso contrario modificarla in corsa;

Conclusioni

Una Social Media Strategy che si rispetti deve senz’altro passare per gli otto punti elencati in questo post. Sta ovviamente a voi specialist comprendere meglio il mercato in cui vi trovate e la competizione all’interno dello stesso, così da poter calibrare al meglio i vostri sforzi, circondandovi (e non è una frase fatta) di collaboratori specialisti in quel campo specifico, poiché, e non smetterò mai di ripeterlo, non esiste un professionista onnisciente, che possa conoscere tutto di tutte le discipline collegate al web.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *