Da Pelè a Maradona, da Cruyff a Neymar: tutti hanno indossato le Puma King

0
458
maradona tiro

Muore Maradona: Pop Up lo ricorda con Fabrizio e il suo post sulle iconiche scarpette Puma King

Nel 2012, ai Globe Soccer Awards, evento svoltosi a Dubai, Diego Armando Maradona, conosciuto universalmente con l’appellativo di “El Pibe de Oro“, aveva vinto il premio come miglior giocatore del Secolo.

Il fatale arresto cardio-respiratorio ha strappato al mondo del calcio uno dei suoi maggiori giocatori di sempre. Una notizia shock, che in pochissimi minuti ha fatto il giro del mondo.

L’argentino è da sempre considerato il paragone a cui si fa riferimento quando bisogna valutare il talento di un calciatore. La leggenda del calciatore-Maradona è associata agli scarpini Puma modello King, con cui El Diez aveva scritto la storia del calcio, vincendo i Mondiali di Messico ’86 e gli scudetti ’87 e ’90 con il Napoli.

Diego Armando Maradona è stato quasi sempre un calciatore griffato Puma, e queste scarpe rappresentano un patrimonio di stile, non soltanto calcistico.

Nel 2016 il brand bavarese aveva rilanciato l’iconica scarpetta con linguetta originale, pattern, cuciture e insieme con la firma in dettaglio per celebrare Maradona, che con le Puma King ai piedi, guidò La Albiceleste e sé stesso alla gloria mondiale.

La storia del connubio Maradona-Puma e le altre collaborazioni di successo nel mondo del calcio

Nel 1982 Diego Armando Maradona entra nel roster Puma, siglando un accordo di sponsorizzazione importante come testimonial del brand tedesco.

La famosa azienda del settore sportswear versò circa 4 miliardi di lire di allora sul conto dell’asso argentino per il quadriennio 1982-1986. Una bella cifra per una sponsorizzazione personale, visto che le squadre di appartenenza in cui militava Diego indossavano altri marchi. Peraltro sempre di Puma la t-shirt di Diego durante la presentazione allo stadio San Paolo del 1984.

maradona-napoli

La storia di questi scarpini inizia nella Coppa del Mondo del 1966, con Eusébio, che divenne il capocannoniere di quell’edizione. Nel 1970 sarà la volta di Pelé, che inciderà per sempre il suo nome nell’Olimpo del calcio mondiale durante la finale contro l’Italia. Prima del match, al centro del campo, Pelé fu indaffarato nell’allacciare con cura le sue PUMA King.

Durante la Coppa del Mondo del 1974 sarà poi la volta invece di Johan Cruyff, interprete emblematico del calcio totale, che con le Puma King ai piedi, segnò l’unico gol nella finale contro la Germania.

Le PUMA King sono tornate, grazie agli investimenti da mezzo miliardo negli ultimi 5 anni da parte del brand tedesco. Prima il restyling in collaborazione con Rhude, poi la firma e le immagini di Neymar Jr., che indossa le leggendarie scarpe in occasione della partita contro il Marsiglia. Tutto questo sono frutto di una strategia di marketing vincente.

In un messaggio sui suoi canali social, intitolato “The King is Back”, Neymar Jr. aveva parlato di voler seguire le orme dei calciatori che avevano indossato queste scarpe.

“Sono cresciuto guardando video delle grandi leggende del calcio come Pelé, Cruyff, Matthäus, Eusebio e Maradona,” ha detto Neymar. “Erano i re del campo, i re del mio sport. Desidero riportare in vita l’eredità che questi atleti hanno iniziato sul campo. Ognuno di loro ha giocato con le Puma e ognuno di loro ha creato magia con le King.”

Conclusioni

Le Puma King sono destinate a rimanere iconiche. Verranno indossate da generazioni di fuoriclasse, nonché “Dei del Calcio”, pronti a scrivere e lasciare un segno indelebile così come Diego Armando Maradona ha sempre colorato di una meraviglia indescrivibile i suoi gol. Nessun’altra scarpa è mai stata indossata da così tante leggende allo stesso tempo, e Maradona, giocatore sublime, straordinario e autentico nelle sue contraddizioni ne era una di queste.

Maradona, così come le Puma King, sono il patrimonio comune di tutti quelli che amano il calcio vero, fatto di magie e giocate da campione.